Mandrake (percussionista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mandrake Som
NazionalitàBrasile Brasile
GenereJazz
Pop
Periodo di attività musicale1960 – 1980
EtichettaEMI Italiana
Album pubblicati2
Studio2

Ivanir do Nascimento (Guaratinguetá, 21 maggio 1934Roma, 8 settembre 1988) è stato un cantante e percussionista brasiliano naturalizzato italiano, attivo in Italia fin dalla fine degli anni cinquanta e conosciuto con il nome di Mandrake (o MandrakeSom).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il soprannome deriva dalla partecipazione ad una trasmissione televisiva brasiliana del 1959 alla quale prendeva parte come direttore d'orchestra e arrangiatore Enrico Simonetti: durante una puntata dedicata alla magia, Ivanir do Nascimento essendo l'unico dell'orchestra ad avere i baffi, impersonerà il mago Mandrake, prendendone poi definitivamente il nome. Mandrake partecipa a spettacoli e registrazioni con artisti di fama internazionale come Jair Rodrigues, Elis Regina, João Gilberto, Maria Bethânia, Chico Buarque, Vinícius de Moraes, Wilson Simonal, Carlos Piper, Roberto Carlos Braga, Gal Costa.

Nel gennaio del 1970 suona con il gruppo di Elza Soares, con cui, dietro invito di Franco Fontana, il gruppo si sposta in Italia per una tournée di 20 giorni, che ha inizio al teatro Sistina di Roma. Mandrake vedrà finalmente realizzato il suo sogno di bambino, quello di poter vedere il Colosseo. Non tornerà più in Brasile. Con il chitarrista Irio De Paula forma da prima il trio "Macumba" e in seguito il quartetto "Balanco" con la partecipazione del bassista Giorgio Rosciglione. Dopo 4 anni Mandrake forma il suo gruppo "Mandrake Som". In Italia egli ben presto raggiunge la notorietà. È d'obbligo la sua presenza a diversi programmi televisivi e radiofonici come ospite d'onore.

Nel 1971 partecipa al Cantagiro; nel 1972 è a "Studio I" con Enrico Simonetti; Lavora con Gigi Proietti, Enza Sampò; Partecipa come ospite speciale allo spettacolo "Due come noi" con Ornella Vanoni; suona con Sergio Endrigo, Sergio Bardotti, Giorgio Calabrese; è tra gli artisti presenti alla serata d'onore in omaggio al Beato Angelico con Giulietta Masina. Insieme ad autorevoli personaggi come Giulio Andreotti e Rita Levi-Montalcini, è chiamato, nel dicembre del 1985, al programma "Come Spoon River - 20 testimonianze dopo la bomba - the day after".

Cugino di Pelé, collabora per anni con musicisti italiani, cantanti e direttori di orchestra: fra gli altri da ricordare Toni Esposito, i Perigeo, Irio De Paula, Ornella Vanoni e Gianni Ferrio. Tra i dischi da ricordare una rarità da collezione: Sambossa del 1975. Ha collaborato dal 1983 fino alla sua morte con la cantante argentina Liliana Gimenez.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

33 giri[modifica | modifica wikitesto]

45 giri[modifica | modifica wikitesto]

1976 - Deixo isso pra la/O dia em que eu morrer (EMI Italiana, 3C 006-18119)

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN165403981 · WorldCat Identities (ENviaf-165403981