Gims

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Maître Gims)
Jump to navigation Jump to search
Gims
Maître Gims Cannes 2016.jpg
NazionalitàRD del Congo RD del Congo
GenereHip hop
Periodo di attività musicale2002 – in attività
EtichettaTF1 Musique, Play Two
Album pubblicati7
Studio7
Sito ufficiale

Gims, pseudonimo di Gandhi Djuna, noto anche come Maître Gims (Kinshasa, 6 maggio 1986), è un rapper della Repubblica Democratica del Congo, ex membro del gruppo hiphop Sexion d'Assaut e attivo principalmente in Francia. In dieci anni di carriera ha venduto più di 5 milioni di album e ottenuto 10 dischi di diamante. Da giovane rapper è stato premiato con il titolo di migliore freestyler in Francia, ed è considerato uno dei migliori rapper francofoni, nonostante la sua notorietà per le sue capacità vocali e di songwriter. Il suo terzo album Ceinture noire uscito nel 2018, è certificato doppio diamante (1 milione di vendite) a meno di 3 anni dopo la sua uscita, oltre a essere stato soggetto del Fuego tour nel 2019, con concerti dall'Europa fino agli USA, riempendo lo Stade de France in uno spettacolo con oltre 70000 spettatori.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Kinshasa, capitale della Repubblica Democratica del Congo, da genitori cristiani, nel 2004 Gims si è convertito all’Islam. È arrivato in Francia quando aveva due anni, da clandestino. Essendo senza documenti, è stato dato in affido ad altre famiglie fino ai suoi 18 anni.[1][2] Proviene da una famiglia di musicisti, suo padre faceva parte della band di Papa Wemba mentre i suoi due fratelli sono entrambi rapper. Maître Gims ha vissuto sempre a Parigi e ha scelto il nome d’arte di Gims quando ha iniziato a fare rap alle scuole superiori, aggiungendo solo successivamente “Maître” al suo nome d’arte. Con il collettivo Sexion d'Assaut, di cui fa parte fin dalla fondazione, ha pubblicato vari album ottenendo numerosi successi e duetti di fama internazionale. Si è sposato a 18 anni e ha cinque figli.

Nel maggio 2013 ha pubblicato l'album di debutto da solista Subliminal, vendendo oltre un milione di copie; nello stesso periodo ha lanciato la sua prima linea d'abbigliamento Vortex e l'etichetta discografica indipendente MMC (Monstre Marin Corporation). Nel 2015 ha pubblicato il secondo album Mon cœur avait raison, promosso dal singolo Est-ce que tu m'aimes?, quest'ultimo certificato disco di platino in Italia; lo stesso rapper ha ricevuto questo riconoscimento al Festival di Sanremo il 9 febbraio 2016 dopo essersi esibito con quella canzone. Nel 2018 pubblica il terzo album Ceinture noire. Negli anni successivi, pubblica nuove versioni dell'album Ceinture Noire dal titolo Trascendance (2019) e Décennie (2020).

Nel 2019 ha collaborato con Maluma e J Balvin per la creazione di alcune canzoni dell'album Ceinture noire Trascendance.

Nell'album dedicato ai suoi dieci anni di carriera, Ceinture noire Décennie, collabora con Dhurata Dora, Dj Assad e Niro.

Il 25 settembre 2020 pubblica su YouTube il singolo Immortel che anticipa l'album Le Fléau, una mixtape di 17 brani che vede la partecipazione di Kaaris, Leto, Heuss L'Enfoiré e Bosh, uscito il 6 novembre 2020. Oltre al nuovo album, Gims diffonde un suo documentario su Netflix intitolato GIMS: on the record.

Stile ed influenze[modifica | modifica wikitesto]

La musica di Maître Gims proviene dall'hip hop e dalla dance, con degli aspetti di musica pop e latina.[3][4]

Il cantante ha citato come proprie influenze artisti come Nate Dogg, Tupac Shakur, Eminem, 50 Cent, Tandem, Marvin Gaye e Michael Jackson.[5] Ha collaborato anche con il rapper statunitense Pitbull, con il cantautore belga Stromae e con il cantautore britannico Sting.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2015 - Est-ce que tu m'aimes?
  • 2016 - Zoum Zoum (feat. Djuna Family)
  • 2016 - Ma beauté
  • 2016 - 150
  • 2016 - Boucan (feat. Jul e DJ Last One)
  • 2016 - Sapés comme jamais (feat. Niska)
  • 2017 - Marabout
  • 2017 - Caméléon
  • 2018 - Mi Gna (con Super Sako e Hayko)
  • 2018 - La même (con Vianney)
  • 2018 - Loup Garou (feat. Sofiane)
  • 2018 - Corazón (feat. Lil Wayne e French Montana)
  • 2018 - Lo Mismo (feat. Alvaro Soler)
  • 2019 - Miami Vice
  • 2019 - Hola Señorita (con Maluma
  • 2019 - On Off (con Shirin David)
  • 2019 - Hasta la vista (con Vitaa e Slimane)
  • 2019 - Ceci n'est pas du rap (feat. Niro)
  • 2019 - Te Quiero (feat. Dhurata Dora)
  • 2020 - Paye (con Niro)
  • 2020 - Légendaire (con Chaka 47)
  • 2020 - T'epauler (con Barack Adama)
  • 2020 - Yolo
  • 2020 - Dernier métro (con Kendhi Girac)
  • 2020 - Ya Habibi (con Mohamed Ramadan)
  • 2020 - Immortel
  • 2020 - Origami (prod. X nilo virus)
  • 2020 - Jusqu'ici tout va bien
  • 2020 - Oro Jackson (con Gazo)
  • 2021 - Cesar (con Black M)
  • 2021 - Le cœur n y est plus (con Tessæ)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Maître Gims: "Je ne suis toujours pas français", su leparisien.fr.
  2. ^ (FR) Meugui, su maitregims.com. URL consultato il 6 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2013).
  3. ^ (FR) Frédéric Mangard e Jonathan Hamard, "Subliminal" de Maître Gims est l'album du week-end, in Charts in France, 26 maggio2013. URL consultato il 27 giugno 2013.
  4. ^ (FR) François Alvarez, Chronique de Subliminal, su music-story.com, 20 maggio 2013. URL consultato il 27 giugno 2013 (archiviato dall'url originale il 17 giugno 2013).
  5. ^ sexiondassaut, Sexion D'assaut freestyle + interview…, su Dailymotion, 26 ottobre 2008. URL consultato il 19 febbraio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN305992719 · ISNI (EN0000 0004 2518 9698 · Europeana agent/base/138989 · GND (DE1079148825 · BNF (FRcb16728884m (data) · WorldCat Identities (ENviaf-305992719