Maître Gims

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maître Gims
Fotografia di Maître Gims
Nazionalità RD del Congo RD del Congo
Genere Hip hop francese[1]
Pop rap[1]
Periodo di attività 2002 – in attività
Etichetta Wati B
Gruppi e artisti correlati Dry, Sexion d'Assaut
Sito web

Maître Gims, nome d'arte di Gandhi Djuna (Kinshasa, 6 maggio 1986), è un rapper e cantante della Repubblica Democratica del Congo, attivo principalmente in Francia. È membro del gruppo Sexion d'Assaut.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Kinshasa, capitale della Repubblica Democratica del Congo, è arrivato in Francia quando aveva due anni, da clandestino[2][3]. Proviene da una famiglia di musicisti, suo padre è il leader del gruppo Papa Wemba. Il rapper ha citato come proprie influenze artisti del calibro di: Snoop Dogg, Nate Dogg, Tupac Shakur, Eminem, 50 Cent, Marvin Gaye e Michael Jackson. Con il collettivo Sexion d'Assaut, ha pubblicato vari album ottenendo numerosi successi e duetti di fama internazionale. A Maggio del 2013 è uscito il suo album di debutto da solista, Subliminal, vendendo oltre 1 000 000 di copie ed ha lanciato la sua prima linea d'abbigliamento Vortex. Insieme a Vortex ha lanciato la sua etichetta discografica MMC (Monstre Marin Corporation). Nel 2015 rilascia il secondo album, Mon coeur avait raison, trainato dal singolo Est-ce que tu m'aimes ?, che è disco di platino in Italia.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Maître Gims proviene da una famiglia cristiana, ma nel 2004 si è convertito all'Islam[4] aggiungendo il nome "Bilel" al suo. Si è sposato molto giovane ed è padre di quattro bambini.

Non ha ancora ottenuto la cittadinanza francese[2].

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Solo
  1. Pour ceux qui dorment les yeux ouverts (2006)
  2. Subliminal (2013)
  3. Mon coeur avait raison (2015)
Con i Sexion d'Assaut
  1. La terre du milieu (2005)
  2. Le renouveau (2008)
  3. Les chroniques du 75 Vol. 1 (2009)
  4. L'écrasement de tête (2009)
  5. L'école des points vitaux (2010)
  6. Les chroniques du 75 Vol. 2 (2011)
  7. L'apogée (2012)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Maître Gims, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 18 gennaio 2016.
  2. ^ a b (FR) Maître Gims: "Je ne suis toujours pas français"
  3. ^ Biografia Maitre Gims, maitregims.com.
  4. ^ (FR) Maître Gims: rap, et tout, next.liberation.fr. URL consultato il 18 gennaio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN305992719 · ISNI: (EN0000 0004 2518 9698 · BNF: (FRcb16728884m (data)