Luna 10

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luna 10
Immagine del veicolo
Luna-10.jpg
Dati della missione
Operatore Agenzia Spaziale Russa
NSSDC ID 1966-027A
SCN 02126
Destinazione Luna
Esito Missione terminata
Vettore Molniya-M
Lancio 31 marzo 1966
Luogo lancio rampa 31/6
Proprietà veicolo spaziale
Costruttore Semën Alekseevič Lavočkin
Strumentazione
Programma Luna
Missione precedente Missione successiva
Luna 9 Luna 11

Luna 10 fu il primo tentativo riuscito da parte dell'URSS di porre un satellite artificiale in orbita attorno alla Luna.

La Missione[modifica | modifica wikitesto]

Luna 10 fu lanciata il 31 marzo 1966 alle 10:48:00 UTC. Dopo una correzione di rotta effettuata il 1º aprile entrò in orbita lunare il 3 aprile 1966 e completò la sua prima orbita 3 ore dopo.

La sonda era equipaggiata con uno spettrometro a raggi gamma, un magnetometro triassiale, un rilevatore di meteoriti, strumenti per lo studio del plasma solare e strumenti per misurare il livello di radiazioni della Luna e le sue emissioni nell'infrarosso.

Luna 10 effettuò molte scoperte importanti sul nostro satellite: individuò la natura delle rocce lunari, simili al nostro basalto, e per la prima volta nella storia mise in evidenza l'esistenza di zone con un'elevata concentrazione di massa, dette mascons, localizzate sotto il Mare Basins che distorcono le traiettorie orbitali lunari. Comunque questa scoperta viene accreditata alle sonde americane della serie Lunar Orbiter.

L'ultimo contatto con la sonda si ebbe il 30 maggio 1966.

Luna 10 era dotata di diversi oscillatori a stato solido in grado di riprodurre le note dell'Internazionale; durante il 23º Congresso del Partito Comunista, i partecipanti poterono udire tali note trasmesse da Luna 10 in orbita intorno alla Luna.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica