Luigi Berzolari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luigi Berzolari

Luigi Berzolari (Napoli, 1º maggio 1863Pavia, 10 dicembre 1949) è stato un matematico italiano.

Studiò all'Università di Pavia con Eugenio Bertini e qui nel 1884 si laureò in matematica. Successivamente per vari anni fu assistente di Bertini all'Università di Pavia e insegnante nei Licei di Pavia e Vigevano. Nel 1893 fu nominato straordinario di Geometria proiettiva e descrittiva nell'Università di Torino. Nel 1899 si trasferì all'Università di Pavia come ordinario di Algebra e Geometria analitica. A Pavia rimase fino al 1935, con l'eccezione dell'anno accademico 1924-1925 trascorso a insegnare nell'Università di Milano. A Pavia divenne Preside di facoltà e Rettore, opponendosi inizialmente al fascismo; poi si arrese.

Egli fu un attivo organizzatore di attività matematiche e fu eletto anche presidente dell'Unione matematica italiana (UMI) e della Mathesis. Fu socio dell'Accademia nazionale dei Lincei e presidente dell'Istituto lombardo di scienze e lettere.

Con Vivanti e Duilio Gigli fu promotore e coordinatore del progetto enciclopedico Enciclopedia delle Matematiche elementari e complementi, pubblicato a Milano in 7 volumi dall'editore Hoepli (prima ed. 1943-1953, varie ristampe anastatiche successive). Per questa enciclopedia scrisse i capitoli: Calcolo combinatorioElementi della teoria dei gruppiDeterminantiEquazioni lineariSostituzioni lineari, forme lineari, bilineari, quadratiche.

Le sue ricerche hanno riguardato essenzialmente la geometria algebrica, la teoria delle forme e la geometria proiettivo differenziale.

Tra i suoi allievi va menzionato Luigi Brusotti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN51761079 · SBN: IT\ICCU\RAVV\060665 · ISNI: (EN0000 0000 7832 5068 · GND: (DE117589756 · BNF: (FRcb123339641 (data)