Lucía y el sexo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lucía y el sexo
Lucia-Vega.png
Paz Vega in una scena del film
Titolo originale Lucía y el sexo
Paese di produzione Spagna, Francia
Anno 2001
Durata 128 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, erotico
Regia Julio Medem
Sceneggiatura Julio Medem
Produttore Fernando Bovaira e Enrique Lopez Lavigne
Montaggio Ivan Aledo
Costumi Estibaliz Markiegui
Trucco Gregorio Ross
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Lucía y el sexo è un film del 2001, scritto e diretto da Julio Medem. È il film che ha lanciato la carriera della sua protagonista, Paz Vega, dandole grande notorietà sia in patria che all'estero; grazie alla sua interpretazione l'attrice ha infatti vinto diversi premi in Spagna, tra cui quello per la Mejor actriz revelación (miglior attrice rivelazione) al Premio Goya.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lucia è una giovane cameriera in un ristorante di Madrid. Subito dopo avere ricevuto la notizia di un incidente stradale in cui è coinvolto Lorenzo, scrittore e suo fidanzato, si reca su un'isola del Mediterraneo. Qui la ragazza, dopo essersi stabilita in una pensioncina e avere fatto conoscenza con la proprietaria, inizia a riflettere sui momenti passati della sua relazione con Lorenzo, ripercorrendone i punti salienti, a partire da quando si sono conosciuti. Ma sull'isola, ad attenderla ci saranno delle novità importanti, strettamente legate a lei e a Lorenzo.

Sceneggiatura[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola, girata in digitale, si distingue per via di una trama particolare, temporalmente non lineare e con diverse scene oniriche e surreali che rimandano ai precedenti lavori di David Lynch[1][2].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito in Italia dalla Fandango, il film è arrivato a noi senza essere censurato, ma ottenendo il divieto di visione ai minori di 18 anni, a causa di diverse scene di sesso esplicito[3]. Nei passaggi televisivi è stato però alleggerito delle parti più spinte[4].

Critica[modifica | modifica wikitesto]

  • Non basta qualche lampo turgido, magari anche sorprendente, per rinvigorire un soufflé sì bollente, ma nato già sgonfio[5].
  • È un melodramma erotico-esistenziale (...) illuminato dalla presenza di Paz Vega (...) che lo rende qua e là affascinante. Commento del dizionario Morandini che assegna al film due stelle su cinque di giudizio[3].
  • Rotten Tomatoes assegna al film un punteggio di 6,5/10[6].

Riconoscimenti[7][modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Goya: nomination per:
    • Mejor Actor Principal (miglior attore protagonista) per Tristán Ulloa,
    • Mejor Fotografía (miglior fotografia) per Kiko de la Rica,
    • Mejor Director (miglior regia) per Julio Medem,
    • Mejor Montaje (miglior montaggio) per Iván Aledo
    • Mejor Película (miglior film),
    • Mejor Guión Original (miglior sceneggiatura originale),
    • Mejor Sonido (miglior suono),
    • Mejor Actriz de Reparto (miglior attrice non protagonista) per Elena Anaya e Najwa Nimri.
  • Premio per:
    • Mejor Actriz Revelación (miglior attrice rivelaizone) (Paz Vega),
    • Mejor Música Original (miglior musica originale) (Alberto Iglesias).

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nelle scene più spinte, gli attori sono stati sostituiti da controfigure; quella di Paz Vega è Diana Suárez che nel film interpreta il ruolo della madre di Belén[senza fonte].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lucía y el sexo
  2. ^ Sex and Lucia
  3. ^ a b Commento de Il Morandini su Mymovies.it
  4. ^ È circolato nelle reti nazionali (sulla Mediaset) e sulle piattaforme a pagamento (su Sky cinema) in un'edizione di 115 minuti.
  5. ^ Recensione di Pier Maria Bocchi per Film TV
  6. ^ Lucia y el sexo su Rotten Tomatoes
  7. ^ Awards for Lucía y el sexo

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]