Ljubomyr Huzar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ljubomyr Huzar, M.S.U.
cardinale di Santa Romana Chiesa
Lubomyr Husar.jpg
Coat of arms of Lubomyr Husar.svg
НАША НАДІЯ B ГОСПОДІ
Incarichi ricoperti
Nato 26 febbraio 1933 a Leopoli
Ordinato presbitero 30 marzo 1958 dal vescovo Ambrozij Andrew Senyshyn, O.S.B.M.
Consacrato vescovo 2 aprile 1977 dal cardinale Josyf Ivanovycè Slipyj
Elevato arcivescovo 25 gennaio 2001 dal Sinodo della Chiesa Greco-Cattolica Ucraina
(confermato il 26 gennaio 2001 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)
Creato cardinale 21 febbraio 2001 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)
Deceduto 31 maggio 2017 a Knjažyči

Ljubomyr Huzar (in ucraino: Любомир Гузар?) (Leopoli, 26 febbraio 1933Knjažyči, 31 maggio 2017) è stato un cardinale e arcivescovo maggiore cattolico ucraino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato il 26 febbraio 1933 a Leopoli si è rifugiato poi con i genitori in Austria nel 1944 di fronte all'avanzata dell'Armata Rossa. Nel dopoguerra aveva lavorato tra gli ucraini rifugiati vicino a Salisburgo per poi emigrare negli Stati Uniti nel 1949 con la sua famiglia.

È stato ordinato sacerdote il 30 marzo 1958 e ha terminato gli studi presso la Catholic University of America a Washington DC e la Fordham University a New York. Dopo alcuni anni d'insegnamento, intorno al 1969 è andato a studiare teologia dogmatica alla Pontificia Università Urbaniana a Roma vivendo al monastero dei Monaci Studiti Ucraini a Grottaferrata, vicino Castel Gandolfo, di cui è diventato superiore nel 1974 e dove è stato consacrato vescovo il 2 aprile 1977. L'ordinazione episcopale ricevette dal Cardinale Josyf Slipyi in assoluto segreto a causa della persecuzione sovietica della Chiesa Greco-Cattolica Ucraina (1946-1989). Dal 1975 fino al 1985 era professore di Teologia Dogmatica presso la Pontificia Università Urbaniana.

Dal 22 febbraio 1996 fino al 25 gennaio 2001 è stato vescovo titolare di Nisa di Licia. È stato nominato vescovo ausiliare di Leopoli il 14 ottobre 1996 per poi divenire arcivescovo maggiore di Leopoli e presidente del Sinodo della Chiesa greco-cattolica ucraina il 26 gennaio 2001. Papa Giovanni Paolo II lo ha innalzato alla dignità cardinalizia nel concistoro del 21 febbraio 2001 conferendogli il titolo di Santa Sofia a Via Boccea. Il 6 dicembre 2004 ha trasferito il titolo di arcivescovo maggiore dalla sede di Leopoli alla sede di Kiev-Halyč.

Il 10 febbraio 2011 papa Benedetto XVI ha accettato la sua rinuncia, presentata per motivi di età, all'incarico di arcivescovo maggiore.[1] Nel contempo ha cessato i suoi incarichi di arcivescovo di Kiev, sede propria dell'arcivescovo maggiore, e di presidente del Sinodo della Chiesa ucraina, ruolo spettante al solo arcivescovo maggiore. A norma della costituzione apostolica Universi Dominici Gregis, per soli due giorni perde il diritto di entrare nel conclave del 2013, iniziando il 28 febbraio il periodo di sede vacante.

È morto ad 84 anni il 31 maggio 2017 in seguito ad una lunga malattia. I solenni funerali sono stati celebrati il 5 giugno 2017 dal suo successore Svjatoslav Ševčuk. È stato sepolto nella cripta della Cattedrale della Resurrezione a Kiev.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ordine al Merito di III Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine al Merito di III Classe
— 2001
Ordine di Jaroslav il Saggio di V Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Jaroslav il Saggio di V Classe
— 2003
Ordine di Jaroslav il Saggio di IV Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Jaroslav il Saggio di IV Classe
— 2006
Ordine di Jaroslav il Saggio di III Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Jaroslav il Saggio di III Classe
— 2008
Ordine di Jaroslav il Saggio di I Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Jaroslav il Saggio di I Classe
— 2008

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo titolare di Nisa di Licia Successore BishopCoA PioM.svg
Francis Joseph Tief 22 febbraio 1996 - 26 gennaio 2001 Ihor Voz'njak, C.SS.R.
Predecessore Esarca arcivescovile di Kiev-Vyšhorod degli Ucraini Successore BishopCoA PioM.svg
- 2 aprile 1996 - 14 ottobre 1996 Mychajlo Koltun, C.SS.M.
Predecessore Arcivescovo maggiore di Leopoli degli Ucraini Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Myroslav Ivan Ljubačivs'kyj 26 gennaio 2001 - 29 agosto 2005 Ihor Voz'njak, C.SS.R.
(arcieparca)
Predecessore Presidente del Sinodo della Chiesa Greco-Cattolica Ucraina Successore Brasão da Igreja Greco-Católica Ucraniana.jpg
Myroslav Ivan Ljubačivs'kyj 26 gennaio 2001 - 10 febbraio 2011 Svjatoslav Ševčuk
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Sofia a Via Boccea Successore CardinalCoA PioM.svg
Myroslav Ivan Ljubačivs'kyj 21 febbraio 2001 - 31 maggio 2017 vacante
Predecessore Arcieparca metropolita di Kiev Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Wasyl Ihor Medwit, O.S.B.M.
(esarca arcivescovile)
6 dicembre 2004 - 10 febbraio 2011 Svjatoslav Ševčuk
Predecessore Arcivescovo maggiore di Kiev-Halyč Successore ArchbishopPallium PioM.svg
- 29 agosto 2005 - 10 febbraio 2011 Svjatoslav Ševčuk
Controllo di autoritàVIAF: (EN62723122 · ISNI: (EN0000 0001 1066 5581 · LCCN: (ENn2010027133 · GND: (DE132946599