Ljubomyr Huzar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ljubomyr Huzar, M.S.U.
cardinale di Santa Romana Chiesa
Lubomyr Husar.jpg
Il cardinale Ljubomyr Huzar durante una celebrazione liturgica
Coat of arms of Lubomyr Husar.svg
НАША НАДІЯ B ГОСПОДІ
Incarichi ricoperti
Nato 26 febbraio 1933 a Leopoli
Ordinato presbitero 30 marzo 1958 dal vescovo Ambrozij Andrew Senyshyn, O.S.B.M.
Consacrato vescovo 2 aprile 1977 dal cardinale Josyf Ivanovycè Slipyj
Elevato arcivescovo 25 gennaio 2001 dal Sinodo della Chiesa Greco-Cattolica Ucraina
(confermato il 26 gennaio 2001 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)
Creato cardinale 21 febbraio 2001 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)
Deceduto 31 maggio 2017 a Knjažyči

Ljubomyr Huzar (in ucraino: Любомир Гузар?) (Leopoli, 26 febbraio 1933Knjažyči, 31 maggio 2017) è stato un cardinale e arcivescovo maggiore cattolico ucraino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato il 26 febbraio 1933 a Leopoli si è rifugiato poi con i genitori in Austria nel 1944 di fronte all'avanzata dell'Armata Rossa. Nel dopoguerra aveva lavorato tra gli ucraini rifugiati vicino a Salisburgo per poi emigrare negli Stati Uniti nel 1949 con la sua famiglia.

È stato ordinato sacerdote il 30 marzo 1958 e ha terminato gli studi presso la Catholic University of America a Washington DC e la Fordham University a New York. Dopo alcuni anni d'insegnamento, intorno al 1969 è andato a studiare teologia dogmatica alla Pontificia Università Urbaniana a Roma vivendo al monastero dei Monaci Studiti Ucraini a Grottaferrata, vicino Castel Gandolfo, di cui è diventato superiore nel 1974 e dove è stato consacrato vescovo il 2 aprile 1977. Dal 1975 fino al 1985 era professore di Teologia Dogmatica presso la Pontificia Università Urbaniana.

Dal 22 febbraio 1996 fino al 25 gennaio 2001 è stato vescovo titolare di Nisa di Licia. È stato nominato vescovo ausiliare di Leopoli il 14 ottobre 1996 per poi divenire arcivescovo maggiore di Leopoli e presidente del Sinodo della Chiesa greco-cattolica ucraina il 26 gennaio 2001. Papa Giovanni Paolo II lo ha innalzato alla dignità cardinalizia nel concistoro del 21 febbraio 2001 conferendogli il titolo di Santa Sofia a Via Boccea. Il 6 dicembre 2004 ha trasferito il titolo di arcivescovo maggiore dalla sede di Leopoli alla sede di Kiev-Halyč.

Il 10 febbraio 2011 papa Benedetto XVI ha accettato la sua rinuncia, presentata per motivi di età, all'incarico di arcivescovo maggiore.[1] Nel contempo ha cessato i suoi incarichi di arcivescovo di Kiev, sede propria dell'arcivescovo maggiore, e di presidente del Sinodo della Chiesa ucraina, ruolo spettante al solo arcivescovo maggiore. A norma della costituzione apostolica Universi Dominici Gregis, per soli due giorni perde il diritto di entrare nel conclave del 2013, iniziando il 28 febbraio il periodo di sede vacante.

È morto ad 84 anni il 31 maggio 2017 in seguito ad una lunga malattia. I solenni funerali sono stati celebrati il 5 giugno 2017 dal suo successore Svjatoslav Ševčuk. È stato sepolto nella cripta della Cattedrale della Resurrezione a Kiev.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ordine al Merito di III Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine al Merito di III Classe
— 2001
Ordine di Jaroslav il Saggio di V Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Jaroslav il Saggio di V Classe
— 2003
Ordine di Jaroslav il Saggio di IV Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Jaroslav il Saggio di IV Classe
— 2006
Ordine di Jaroslav il Saggio di III Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Jaroslav il Saggio di III Classe
— 2008
Ordine di Jaroslav il Saggio di I Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Jaroslav il Saggio di I Classe
— 2008

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo titolare di Nisa di Licia Successore BishopCoA PioM.svg
Francis Joseph Tief 22 febbraio 1996 - 26 gennaio 2001 Ihor Voz'njak, C.SS.R.
Predecessore Esarca arcivescovile di Kiev-Vyšhorod degli Ucraini Successore BishopCoA PioM.svg
- 2 aprile 1996 - 14 ottobre 1996 Mychajlo Koltun, C.SS.M.
Predecessore Arcivescovo maggiore di Leopoli degli Ucraini Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Myroslav Ivan Ljubačivs'kyj 26 gennaio 2001 - 29 agosto 2005 Ihor Voz'njak, C.SS.R.
(arcieparca)
Predecessore Presidente del Sinodo della Chiesa Greco-Cattolica Ucraina Successore Mitra heráldica.svg
Myroslav Ivan Ljubačivs'kyj 26 gennaio 2001 - 10 febbraio 2011 Svjatoslav Ševčuk
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Sofia a Via Boccea Successore CardinalCoA PioM.svg
Myroslav Ivan Ljubačivs'kyj 21 febbraio 2001 - 31 maggio 2017 vacante
Predecessore Arcieparca metropolita di Kiev Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Wasyl Ihor Medwit, O.S.B.M.
(esarca arcivescovile)
6 dicembre 2004 - 10 febbraio 2011 Svjatoslav Ševčuk
Predecessore Arcivescovo maggiore di Kiev-Halyč Successore ArchbishopPallium PioM.svg
- 29 agosto 2005 - 10 febbraio 2011 Svjatoslav Ševčuk
Controllo di autorità VIAF: (EN62723122 · LCCN: (ENn2010027133 · ISNI: (EN0000 0001 1066 5581 · GND: (DE132946599