Lidi di Comacchio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lidi di Comacchio
Lidi di comacchio posizione.svg
Mappa dei sette lidi
Massa d'acqua Mare Adriatico
Stato Italia Italia
Regione Emilia-Romagna
Aree protette Parco regionale del Delta del Po dell'Emilia-Romagna
Lunghezza oltre 25 km
Origine del nome Comacchio

I Lidi di Comacchio, chiamati lungamente anche Lidi Ferraresi, [1][2][3] sono sette località balneari situate nel comune di Comacchio, in provincia di Ferrara, lungo la costa adriatica.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Canale e strada che collega Comacchio a Porto Garibaldi
Tipiche reti per la pesca nelle valli e nei canali di Comacchio
Strutture per la pesca coi padelloni, a Porto Garibaldi.

Distano mediamente 55 chilometri da Ferrara e si sviluppano lungo un litorale di circa 25 chilometri compresi fra la provincia di Rovigo a nord e la provincia di Ravenna a sud, dove inizia la riviera romagnola.

I lidi sono totalmente inseriti all'interno del parco regionale del Delta del Po, dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO, assieme alle Delizie estensi, nel 1999.

All'interno del territorio sono presenti l'antica abbazia di Pomposa, le valli di Comacchio, e la capanna che ospitò Giuseppe Garibaldi e la moglie Anita.

Per cinque anni consecutivi, dal 2012 al 2016, i Lidi di Comacchio hanno ricevuto il riconoscimento della Bandiera blu, conferito dalla Foundation for Environmental Education per la certificazione della qualità ambientale delle località rivierasche[4][5][6][7][8].

I sette lidi, da Nord a Sud, sono:

  1. Lido di Volano, in posizione più appartata, è caratterizzato da ambiente meno antropizzato.
  2. Lido delle Nazioni, in cui strade e piazze hanno nomi di stati e continenti del mondo ed ha vocazione turistica legata prevalentemente alle attività sportive.
  3. Lido di Pomposa.
  4. Lido degli Scacchi.
  5. Porto Garibaldi, il più antico dei sette lidi, così chiamato dal 1919 in memoria dello sbarco di Giuseppe Garibaldi con la moglie Anita avvenuto nel 1849, è nato come porto. Svolge funzione di porto per pescherecci e natanti da diporto.
  6. Lido degli Estensi, che possiede un centro con le maggiori attività commerciali dei sette lidi.
  7. Lido di Spina.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Turismo, pesca, agricoltura e commercio sono le più importanti attività economiche a livello territoriale.

Gli allevamenti di cozze e vongole lungo la costa sono numerosi e caratterizzano, con padelloni o bilancioni, il paesaggio. Tra i prodotti tipici l'anguilla pescata nelle Valli di Comacchio.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Nella vicina Lagosanto si trova l'Ospedale del Delta, che serve tutta l'area del litorale; a Comacchio si trova invece il presidio sanitario San Camillo.

I lidi di Comacchio sono raggiungibili tramite il raccordo autostradale Ferrara-Porto Garibaldi provenendo dall'autostrada A13 e tramite la strada statale 309 Romea che unisce il litorale adriatico settentrionale da Venezia a Ravenna.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ pag 240, Alzando da terra il sole, a cura di Beppe Cottafavi, Milano, Mondadori, 2012, ISBN 9788804626107, OCLC 898588302.
  2. ^ Guida d'Italia - Emilia-Romagna, 6ª ed., Touring Club Italiano, 1991, p. 717, ISBN 88-365-0010-2.
  3. ^ Lidi Ferraresi, su comune.ro.fe.it, comune Ro. URL consultato il 30 luglio 2022.
  4. ^ Spiagge Bandiere Blu 2012 http://www.bandierablu.org/common/blueflag.asp?anno=2012&tipo=bb
  5. ^ Spiagge Bandiere Blu 2013 http://www.bandierablu.org/common/blueflag.asp?anno=2013&tipo=bb
  6. ^ Spiagge Bandiera Blu 2014 http://www.bandierablu.org/common/blueflag.asp?anno=2014&tipo=bb
  7. ^ Spiagge Bandiere Blu 2015 http://www.bandierablu.org/common/blueflag.asp?anno=2015&tipo=bb
  8. ^ Spiagge Bandiere Blu 2016 http://www.bandierablu.org/common/blueflag.asp?anno=2016&tipo=bb

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Emilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Emilia