Liceo classico Massimo d'Azeglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L.C.S. Massimo d'Azeglio
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàTorino
Indirizzovia Parini 8
Organizzazione
TipoStatale
OrdinamentoLiceo classico
Fondazione1831
PresideFranco Francavilla
Mappa di localizzazione
Sito web

Coordinate: 45°03′52.92″N 7°40′31.8″E / 45.0647°N 7.6755°E45.0647; 7.6755

Biblioteca Leone Ginzburg, liceo classico D'Azeglio

Il liceo classico Massimo d'Azeglio è un liceo classico di Torino, la cui sede si trova in via Parini 8, nei pressi della stazione di Torino Porta Nuova.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Venne istituito come Collegio di Porta Nuova nel 1831[1] in un edificio situato nell'odierna Piazza Maria Teresa con l'obiettivo di ridurre il numero eccessivo di studenti del Collegio di S. Francesco da Paola (che in seguito diventerà il liceo Gioberti)[2]. Nel 1852 il collegio venne traslocato presso la Chiesa della Madonna degli Angeli e infine nel 1857 venne trasferito nell'edificio dove si trova tuttora, in via Parini all'angolo con via San Quintino, acquisendo il nome dapprima di Collegio municipale Monviso e poi dal 1860 di Reale Collegio Monviso. L'istituto venne intitolato a Massimo Taparelli marchese d'Azeglio nel 1882[2].

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Dagli Anni Venti per le aule del Liceo sono transitati come docenti e studenti alcuni dei personaggi più importanti della scena politica e culturale italiana. Tra gli insegnanti si ricordano in particolare Umberto Cosmo, Augusto Monti, Zino Zini, Franco Antonicelli; tra gli studenti si citano Cesare Pavese, Giulio Einaudi, Leo Pestelli, Massimo Mila, Luigi Firpo, Vittorio Foa, Tullio Pinelli, Giancarlo Pajetta, Renzo Giua, Emanuele Artom, Leone Ginzburg, Norberto Bobbio, Primo Levi, Fernanda Pivano. Qui hanno effettuato gli studi anche Gianni e Umberto Agnelli e il noto divulgatore scientifico Piero Angela.

Il 1 novembre 1897 un gruppo di studenti della terza e della quarta classe del ginnasio, che si trovavano su una panchina nella vicina Piazza d'Armi per giocare a football, sport recentemente importato dall'Inghilterra, fondarono una squadra di calcio, scegliendo come prima divisa una camicia rosa con cravattino nero. Fu la nascita dello Sport-Club Juventus.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carla Casalegno, Pier Giorgio Frassati, Effatà, 2005, pp. 34.
  2. ^ a b Liceo classico Massimo D'Azeglio, Comune di Torino. URL consultato il 17 gennaio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN126895912 · WorldCat Identities (ENviaf-126895912