Leonardo Latini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Leonardo Latini
Leonardo-Latini.jpg

Sindaco di Terni
In carica
Inizio mandato 26 giugno 2018
Predecessore Antonino Cufalo (commissario prefettizio)

Dati generali
Partito politico Lega (dal 2018)
In precedenza:
MSI (fino al 1995)
AN (1995-2009)
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Università Università degli studi di Perugia
Professione Avvocato

Leonardo Latini (Terni, 14 giugno 1974) è un politico e avvocato italiano, sindaco di Terni dal 26 giugno 2018[1].

Attività professionale[modifica | modifica wikitesto]

Diplomatosi nel 1992 al liceo classico Tacito di Terni, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Perugia nel 1999[2]. Nel 2000, dopo aver seguito un corso di specializzazione in Economia e Storia d’Impresa presso l'ICSIM di Terni[3], ha iniziato a lavorare come stagista presso la direzione politiche sociali della Coop Adriatica di Bologna[4], incarico che ha mantenuto fino al 2001[3].

Nel 2003 Leonardo Latini ha ottenuto l’abilitazione alla professione legale nel 2003 presso la Corte d'Appello di Perugia[3]. Nello stesso anno ha iniziato a collaborare come praticante presso lo studio legale Napoletti di Terni, di cui è diventato poi socio nel 2004[4].

Specializzato in diritto societario, responsabilità civile e diritti reali, dal 2016 è inoltre iscritto, dal 2016, all'albo dei cassazionisti[2].

Latini è inoltre socio fondatore dell’Associazione giuridica Mazzancolli e socio dell’Unione giuristi cattolici italiani[4].

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Nei due mandati da sindaco di Terni di Gianfranco Ciaurro è stato consigliere di circoscrizione[2].

Sindaco di Terni[modifica | modifica wikitesto]

L'11 aprile 2018 Latini è stato ufficialmente presentato da Matteo Salvini come candidato alla carica di sindaco di Terni[5]. Sostenuto da una coalizione composta da Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Il Popolo della Famiglia e dalla lista Terni Civica, alle elezioni del 10 giugno 2018 Latini ha ottenuto il 49,2% dei consensi, accedendo al ballottaggio contro Thomas De Luca, sostenuto dal M5S[6].

Al successivo ballottaggio del 24 giugno 2018 Latini è stato eletto sindaco con il 63,4% delle preferenze, riportando così, dopo 19 anni, il centrodestra alla guida della città[7]. Si è ufficialmente insediato il 26 giugno[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b SPA, "Inizia il lavoro per tutto il popolo", in Portale Istituzionale del Comune di Terni, 26 giugno 2018. URL consultato il 26 giugno 2018.
  2. ^ a b c Inter, Tolkien, Guccini: ecco chi è 'Lallo' Latini, in umbriaON, 24 giugno 2018. URL consultato il 26 giugno 2018.
  3. ^ a b c Curriculum di Leonardo Latini - Amministrazione trasparente (Odt), su Portale Istituzionale del Comune di Terni. URL consultato il 5 aprile 2019.
  4. ^ a b c Studio Legale Napoletti, Associati, su studiolegalenapoletti.it. URL consultato il 26 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 26 gennaio 2016).
  5. ^ Marta Rosati, Salvini a Terni lancia la candidatura a sindaco di Latini: «Libertà e sicurezza», in Umbria24.it, 11 aprile 2018. URL consultato il 25 giugno 2018.
  6. ^ Elezioni Terni, è ballottaggio tra Leonardo Latini e Thomas De Luca, in umbriajournal.com, 11 giugno 2018. URL consultato il 25 giugno 2018.
  7. ^ Terni al centrodestra vent'anni dopo Ciaurro, in umbriaON, 24 giugno 2018. URL consultato il 25 giugno 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Predecessore Sindaco di Terni Successore Terni-Stemma.png
Leopoldo Di Girolamo
Antonino Cufalo (commissario prefettizio)
dal 26 giugno 2018 in carica