Le due madri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Le due madri
Titolo originaleLe due madri
Paese di produzioneItalia
Anno1938
Durata87 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico
RegiaAmleto Palermi
SoggettoAmleto Palermi
SceneggiaturaGiacomo Debenedetti, Ernesto Murolo
ProduttoreCariddi Oreste Barbieri
Produttore esecutivoFerruccio Biancini
Casa di produzioneAstra Film
Distribuzione (Italia)Generalcine
FotografiaAnchise Brizzi
MusicheAlessandro Cicognini
ScenografiaGastone Medin
CostumiGino Carlo Sensani
Interpreti e personaggi

Le due madri è un film italiano di Amleto Palermi del 1938.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Allevato in campagna da una contadina come fosse figlio suo, Salvatore, un giovane pittore, conosce a Napoli la vera madre, un'ex attrice di rivista, che lo aveva abbandonato da piccolo. Partito volontario per la guerra di Spagna, Salvatore torna a casa ferito. Si sposa con la ragazza che lo ha aspettato e sulla nuova famiglia vegliano le due madri.

La critica[modifica | modifica wikitesto]

Cesare Vico Ludovici in Film del 28 gennaio 1939 " C'è in questo film, una scena indimenticabile: la telefonata. Che questa telefonata sia teatro al cento per cento, non guasta. Che dall'un capo del filo ci sia De Sica e dall'altro Bella Starace Sainati, giova. Ma la scena risulta anche di per sé uno di quei momenti i quali, pur nel loro carattere ingenuo e popolare, sono di autentica efficacia e di vivo sapore lirico. Il film avrà in Italia un successo di cassetta. Del resto la profezia non è difficile, trattandosi di un film a carattere dialettale, in cui trionfano le qualità della signora Starace, capace di strappare le lacrime e dell'applauso. Al passivo del film metteremo tutte le scene mondane ".

Contributi tecnici[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema