La porta dei sogni (film 1963)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La porta dei sogni
Titolo originaleToys in the Attic
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti
Anno1963
Durata90 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 2.35 : 1
Generedrammatico
RegiaGeorge Roy Hill
Soggettodal lavoro teatrale di Lillian Hellman
SceneggiaturaJames Poe
ProduttoreWalter Mirisch
Casa di produzioneMeadway-Claude Productions Company e Mirisch Corporation
FotografiaJoseph F. Biroc
MontaggioStuart Gilmore
MusicheGeorge Duning
ScenografiaCary Odell
Victor A. Gangelin (come Victor Gangelin) (arredamenti)
CostumiBill Thomas
TruccoLoren Cosand, Frank Prehoda
Mary Westmoreland (hair stylist)
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La porta dei sogni (Toys in the Attic) è un film del 1963 diretto da George Roy Hill. La sceneggiatura si basa su Toys in the Attic, un lavoro teatrale di Lillian Hellman andato in scena all'Hudson Theatre di Broadway. Prodotto da Kermit Bloomgarden, la commedia in tre atti ambientata a New Orleans, era interpretata da Jason Robards Jr., Maureen Stapleton, Anne Revere e restò in cartellone dal 25 febbraio 1960 all'8 aprile 1961 per un totole di 456 recite[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Meadway-Claude Productions Company e dalla Mirisch Corporation.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il copyright del film, richiesto dalla Mirisch Co., fu registrato il 17 giugno 1963 con il numero LP25502[2].

Distribuito dall'United Artists, il film uscì nelle sale cinematografiche USA il 31 luglio 1963 dopo essere stato presentato in prima il 17 luglio a New Orleans, città natale di Lillian Helman dov'è ambientata la storia[2]. Il 29 ottobre dello stesso anno, fu distribuito in Danimarca con il titolo Skjult begær. Nel 1964, uscì anche in Argentina (31 gennaio, come Pasiones en conflicto), Messico (30 aprile), Finlandia (8 maggio, come Rikotut leikit), Svezia (10 agosto).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ IBDB
  2. ^ a b AFI

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema