L'avventuriero di Macao

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'avventuriero di Macao
Macao 1952.JPG
Jane Russell nel trailer
Titolo originale Macao
Paese di produzione USA
Anno 1952
Durata 80 minuti
Colore bianco e nero
Audio sonoro
Genere avventura
Regia Josef von Sternberg
Soggetto da un racconto di Bob Williams
Sceneggiatura Bernard C. Schoenfeld, Stanley Rubin
Produttore Alex Gottlieb Howard Hughes
Casa di produzione RKO
Fotografia Harry J. Wild
Montaggio Samuel E. Beetley, Robert Golden
Scenografia Albert D'Agostino, Ralph Berger
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Poster del film

L'avventuriero di Macao (Macao) è un film del 1952 diretto da Josef von Sternberg e interpretato da Robert Mitchum e da Jane Russell. La sequenza finale della lotta tra Mitchum e Dexter fu rigirata da Nicholas Ray[1].


Trama[modifica | modifica sorgente]

In arrivo nella colonia portoghese di Macao da Hong Kong, una nave con il suo carico di passeggeri. Tra gli altri, tre americani: Trumble, un commesso viaggiatore di mezza età, Julie, una cantante molto appariscente e Nick, che si presenta alla dogana senza i documenti, dato che il portafoglio gli è stato rubato da Julie. Sebastian, il tenente della polizia locale, al soldo di Halloran, grosso boss della malavita, crede che Nick sia il poliziotto mandato dagli Stati Uniti per incastrare Halloran. Nick, invece, è una sorta di vagabondo che non può ritornare in patria a causa di una condanna che lo aspetta negli USA. Il vero poliziotto è Trumble, il commesso viaggiatore, che più tardi si rivelerà a Nick. Julie, intanto, trova lavoro presso il casino di Halloran e inizia una relazione con Nick. Ma i due hanno entrambi un carattere molto forte e entrano molto spesso in collisione. Nick viene catturato da Halloran, ma fugge, aiutato da una ragazza, Margie. Al porto, i criminali tendono un agguato a Nick che viene aiutato da Trumble, ma quest'ultimo viene ucciso con un colpo di pugnale. Nick fronteggia Halloran riuscendo ad avere la meglio su di lui. Il suo comportamento gli merita la cancellazione della pena in patria, così potrà rientrare negli Stati Uniti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sternberg, di Giovanni Buttafava (Il castoro cinema, settembre 1976)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema