L'ultima sentenza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'ultima sentenza
Paese di produzioneItalia
Anno1951
Durata90 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico, sentimentale, poliziesco
RegiaMario Bonnard
SoggettoMario Bonnard
SceneggiaturaMario Bonnard, Nicola Manzari
Casa di produzionePro Film
Distribuzione (Italia)Indipendenti Regionali
FotografiaGiuseppe La Torre
MontaggioPaolo Bartolini
MusicheGiulio Bonnard
ScenografiaAlberto Boccianti
CostumiFerdinando Ruffo
Interpreti e personaggi

L'ultima sentenza è un film del 1951 diretto da Mario Bonnard.

La pellicola è una fusione tra il melodramma popolare strappalacrime ed il poliziesco, due filoni all'epoca molto popolari tra il pubblico.

Fu distribuito nel circuito cinematografico italiano il 15 novembre del 1951.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Daniela, figlia del giudice Marco Valsetti, è un'onesta studentessa di giurisprudenza, innamorata di Piero, un ragazzo scapestrato che la tradisce con un'altra ragazza, Marisa. Nonostante il padre cerchi di metterla in guardia su chi sia veramente Piero, Daniela si fida ciecamente del suo ragazzo, il quale organizza una rapina in una farmacia con la complicità dell'amante, in cui riesce a rubare 300.000 lire. Scoperto dalla polizia, il ragazzo viene arrestato assieme alla complice-amante Marisa ed all'incolpevole Daniela, e sarà proprio Marco Valsetti il giudice che dovrà sentenziare sul caso.

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema