L'acchiappadenti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'acchiappadenti
L'acchiappadenti.jpg
Una scena del film.
Titolo originaleTooth Fairy
Paese di produzioneUSA
Anno2010
Durata102 min
Generecommedia, fantastico
RegiaMichael Lembeck
SoggettoJim Piddock
SceneggiaturaLowell Ganz, Babaloo Mandel, Joshua Sternin, Jeffrey Ventimilia, Randi Mayem Singer
ProduttoreJason Blum, Mark Ciardi, Gordon Gray
Distribuzione (Italia)20th Century Fox
FotografiaDavid Tattersall
MontaggioDavid Finfer
MusicheGeorge S. Clinton
ScenografiaMary-Lou Storey
CostumiAngus Strathie
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

L'acchiappadenti (Tooth Fairy) è un film del 2010 diretto da Michael Lembeck.

Uscito il 13 gennaio in Australia e in diversi paesi del Sud America, il film è stato distribuito nelle sale degli Stati Uniti dal 22. In Italia l'uscita è avvenuta l'11 giugno dello stesso anno.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un giocatore di hockey famoso per il suo gioco duro trascorre le sue giornate spezzando i sogni dei bambini suoi fans, esortandoli a non credere nelle fantasie. Quando di questo arriva voce nel mondo della Magia, gli viene imposto dalla Regina delle Fate di vivere per due settimane come una fatina in tutù e bacchetta magica.

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

L'acchiappadenti ha avuto un sequel, con Larry the Cable Guy nel ruolo del protagonista.[2]

Diretto da Alex Zamm,[3] L'acchiappadenti 2 è uscito direttamente in DVD il 6 marzo 2012.[4]

Prime TV italiane[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato trasmesso anche nelle televisioni italiane sul canale Italia 1 il 3 ottobre 2015.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ mymovies.it
  2. ^ About Metro Orlando - Metro Orlando Economic Development Commission / Metro Orlando EDC, Metro Orlando Economic Development Commission, 21 gennaio 2011. URL consultato il 23 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2011).
  3. ^ Renee Yohe Project and 'Tooth Fairy 2' — about to film in Orlando and environs – Frankly My Dear – Orlando Sentinel, Orlando Sentinel, 21 gennaio 2011. URL consultato il 23 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 15 gennaio 2012).
  4. ^ Eric Henrickson, 'Transformers' goes back to basics; an unlikely 'Tooth Fairy' From The Detroit News: http://www.detroitnews.com/article/20120309/ENT05/203090323#ixzz1qYn9Syqi, The Detroit News. URL consultato il 30 marzo 2012. [collegamento interrotto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema