Kjell Lindgren

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kjell Lindgren
Astronaut Kjell Lindgren Official Photo.jpg
Astronauta NASA
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
StatusIn attività
Data di nascita23 gennaio 1973
Selezione2009 (gruppo 20 NASA)
Primo lancio22 luglio 2015
Altre attivitàMedico di volo
Tempo nello spazio141 giorni
Numero EVA2
Durata EVA15h 04m
Missioni

Kjell Norwood Lindgren (Taipei, 23 gennaio 1973) è un astronauta statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lindgren è nato il 23 gennaio 1973 a Taipei, in Taiwan. Ha trascorso la maggior parte della sua infanzia in Inghilterra dove ha completato il suo primo anno nella scuola superiore Lakenheath. Durante l'estate del 1990 ha frequentato la scuola del Governatore in Virginia, all'Università di William e Mary. Si è diplomato alla scuola secondaria James W. Robinson in Fairfax, Virginia nel 1991. Nel 1995 ha conseguito una laurea in Biologia (con il cinese come materia secondaria) all'Accademia dell'Aviazione statunitense (USAF). Ha preso una laurea specialistica in fisiologia cardiovascolare all'Università dello Stato del Colorado nel 1996 e un dottorato in medicina all'Università del Colorado Scuola di Medicina nel 2002. Ha poi completato tre anni come internato nella medicina d'emergenza, incluso un anno come Capo Internato all'Ospedale Hennepin County a Minneapolis, Minnesota nel 2005. Ha ricevuto una borsa di studio alla Biblioteca Medica Nazionale Post Dottorato e una laurea specialistica in Informatica medica all'Università del Minnesota nel 2006. Nel 2008 ha completato due anni di internato in Medicina Aerospaziale e una laurea specialistica in Salute Pubblica nel 2007 all'Università del Texas Settore Medico a Galveston, in Texas. Grazie alla sua laurea all'Università dello Stato del Colorado, ha condotto ricerche sulle contromisure cardiovascolari nel Laboratorio di Fisiologia Spaziale al Centro di Ricerca Ames della NASA a Sunnyvale, in California. Lindgren è certificato per medicina d'emergenza e medicina aerospaziale.

È sposato con Kristiana Jones con cui ha avuto tre figli. I suoi genitori, Randahl e Anita Lindgren, vivono a Burke, Virginia. Sua sorella, Niki Lindgren, vive a Los Angeles, in California. Gli piace trascorrere tempo con la sua famiglia, correre, leggere, vedere film, la fotografia, l'astronomia amatoriale e le attività di chiesa.[1]

Carriera NASA[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato a lavorare al Centro Spaziale Johnson nel 2007. Come medico di volo ha supportato l'addestramento e le operazioni della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) a Star City, in Russia e addestramento di sopravvivenza in acqua in Ucraina. Quando è stato selezione per il Corpo Astronauti svolgeva il ruolo di vice medico degli equipaggi STS-130 e Expedition 24.

Nel giugno del 2009 è stato selezionato come uno dei 14 candidati astronauta del Gruppo 20 degli Astronauti NASA. Dopo aver completato i due anni di addestramento e valutazione nel 2011, è stato assegnato a compiti tecnici nei Settori Spacecraft Communicator (CAPCOM) e Attività extraveicolare (EVA). È stato Capo CAPCOM per l'Expedition 30.[1]

Expedition 44/45[modifica | modifica wikitesto]

È stato assegnato alla missione Expedition 44/45 con partenza prevista per il luglio 2015.[2] Il 22 luglio 2015 è stato lanciato a bordo della Sojuz TMA-17M in direzione ISS[3], a cui si è attraccato il giorno successivo.[4] Durante i suoi 141 giorni nello spazio, Lindgren e l'equipaggio dell'Expedition 45 ha svolto oltre 200 esperimenti scientifici nei campi della fisica, biologia e scienza molecolare, provato nuove tecnologie e fatto osservazione della Terra. Ad agosto ha partecipato all'esperimento Veggie, un esperimento in cui delle piante di lattuga sono state fatte crescere, raccolte e poi mangiate dall'equipaggio per la prima volta sulla Stazione Spaziale. Già durante l'Expedition 39, a maggio del 2014, l'esperimento Veggie era stato svolto dall'astronauta NASA Steven Swanson ma in quel caso il raccolto era stato riportato a Terra per delle analisi approfondite e non mangiato dall'equipaggio. Il 28 ottobre e il 6 novembre insieme a Scott Kelly ha svolto due attività extraveicolari in cui si è occupato di attività di manutenzione, di preparare i porti d'attracco della parte americana della stazione per l'arrivo delle future navicelle spaziali e della riconfigurazione del sistema di raffreddamento dell'ammoniaca. Il 9 dicembre, un paio di giorni prima di lasciare la Stazione, Lindgren si è occupato della cattura della navicella cargo Cygnus-OA4, tornato al volo dopo oltre un anno dall'esplosione del lanciatore Antares del 29 ottobre 2014. Lindgren con i suoi compagni della Sojuz TMA-17M si è sganciato dal modulo Rassvet l'11 dicembre alle 9:49 UTC iniziando così il suo rientro sulla Terra, culminato circa tre ore dopo quando alle 13:12 UTC è atterrato nelle steppe innevate del Kazakistan, a nord-est della città di Jezkazgan.[5]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Air Force Achievement Medal - nastrino per uniforme ordinaria Air Force Achievement Medal
— 1998

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b NASA HQ, Bio: Kjell N. Lindgren, NASA, maggio 2013. URL consultato il 14 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 5 dicembre 2009).
  2. ^ NASA, New Crew at Launch Site, Cubesat Deployments Begin, NASA, 13 luglio 2015. URL consultato il 14 luglio 2015.
  3. ^ (EN) Soyuz Rocket Launches Expedition 44 Trio to Space, su blogs.nasa.gov, 23 luglio 2015. URL consultato il 23 luglio 2015.
  4. ^ (EN) New Crew Arrives at Station After Short Soyuz Trip, su blogs.nasa.gov, 23 luglio 2015. URL consultato il 23 luglio 2015.
  5. ^ (EN) Space Station Crew parachutes to safe Night Landing in snow-covered Kazakh Steppe, su spaceflight101.com, 11 dicembre 2015. URL consultato il 12 dicembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]