Kathleen Rubins

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kate Rubins
Kathleen Rubins portrait.jpg
Astronauta NASA
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
StatusIn attività
Data di nascita14 ottobre 1978
Selezione2009 (gruppo 20 NASA)
Tempo nello spazio115 giorni, 2 ore e 22 minuti
Numero EVA1
Durata EVA5 ore 58 min
Missioni

Kathleen Hallisey "Kate"[1] Rubins (Farmington, 14 ottobre 1978) è un'astronauta statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuta a Napa, in California, si è diplomata alla scuola superiore Vintage nel 1996, ha poi conseguito una laurea in Biologia Molecolare all'Università della California, a San Diego, nel 1999 e un dottorato di ricerca Biologia sul Cancro nel 2005 nell'Università di medicina di Stanford. Ha condotto una ricerca universitaria sull'integrazione dell'HIV-1 nel Laboratorio di malattie infettive all'Istituto Salk per studi biologici. Con l'Istituto di ricerca medica dell'esercito statunitense sulle malattie infettive e i Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie, Rubins e i colleghi hanno sviluppato il primo modello del vaiolo. Ha anche sviluppato una mappa completa del trascrittoma poxviridae e studiato le interazioni tra virus-ospite usando sia sistemi in vitro che modelli animali. È stata poi assegnata alla posizione di Principale investigatore all'Istituto Whitehead di ricerche biomediche e ha guidato un laboratorio di 14 ricercatori studiando le malattie virali che affliggono l'Africa centrale e occidentale. Ha viaggiato nella Repubblica Democratica del Congo per condurre ricerche e supervisionare i siti di ricerca. Ha pubblicato e presenta i suoi lavori in numerose conferenze scientifiche internazionali e giornali scientifici. È sposata con Michael Magnani.

Carriera alla NASA[modifica | modifica wikitesto]

È stata selezionata a giugno 2009 per far parte dei 14 candidati astronauti del gruppo 20 della NASA. Nel novembre del 2011 ha completato l'addestramento di base degli ASCAN (astronaut candidate), che comprende lezioni scientifiche e tecniche, lezioni intensive sui sistemi della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), addestramenti sulle attività extraveicolari (EVA) nel Neutral Buoyancy Laboratory, attività robotiche, addestramento psicologico, voli sugli aerei T-38 e addestramenti di sopravvivenza sull'acqua e nella giungla. Nel settembre del 2013 ha preso parte della missione SEATEST II della NASA, durante la quale ha trascorso 4 giorni nel laboratorio sottomarino Aquarius, a 19 metri di profondità, a Key Largo, in Florida con gli astronauti Joseph Acaba, Andreas Mogensen e Soichi Noguchi.[2]

Expedition 48/49[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 febbraio 2015 è stata assegnata all'Expedition 48/49 con cosmonauta russo Anatoly Ivanishin e l'astronauta giapponese Takuya Onishi.[3] A luglio del 2014 ha svolto, con Ivanishin e Ōnishi, ad un addestramento di sopravvivenza in caso di atterraggio in acqua.[4] Da 19 gennaio al 9 febbraio 2015, sempre con l'equipaggio della Sojuz MS-01, è stata sottoposta ad un addestramento di sopravvivenza nel caso di un atterraggio d'emergenza in una foresta durante l'inverno, simulando anche il ferimento di un membro dell'equipaggio.[5][6]

Il 7 luglio 2016 è partita per lo spazio dal Cosmodromo di Bayqoñyr a bordo della Sojuz MS-01 il cui attracco con la Stazione Spaziale Internazionale è previsto per sabato 9 luglio 2016 alle 06:12 italiane.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]