James Blaylock

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da James Paul Blaylock)
Jump to navigation Jump to search

James Paul Blaylock (Long Beach, 20 settembre 1950) è uno scrittore statunitense di romanzi fantasy e di fantascienza. È principalmente noto per essere uno dei pionieri (assieme a Tim Powers e K. W. Jeter) del filone steampunk oltre che per il suo stile umoristico e grottesco[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1950 a Long Beach, in California, e laureato all'Università statale della California,[2] vive a Orange dove insegna scrittura creativa[3].

Amico del collega Philip K. Dick[4], ha vinto nel 1986 l'omonimo premio con il romanzo Homunculus[5].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Trilogia Balumnia[modifica | modifica wikitesto]

  • The Elfin Ship (1982)
  • The Disappearing Dwarf (1983)
  • The Stone Giant (1989)
  • The Man in the Moon (2002)

Serie Narbondo[modifica | modifica wikitesto]

  • The Digging Leviathan (1984)
  • Homunculus (1986), Milano, Bompiani, 1995 Traduzione di Valeria Reggi e Gino Scatasta ISBN 88-452-2487-2
  • La macchina di Lord Kelvin (Lord Kelvin's Machine, 1992), Milano, Mondadori, 1994 (Urania N. 1232) Traduzione di Maura Arduini
  • Zeuglodon (2012)
  • The Aylesford Skull (2013)
  • Beneath London (2015)

Trilogia Cristiana[modifica | modifica wikitesto]

  • The Last Coin (1988)
  • The Paper Grail (1991)
  • All The Bells On Earth (1995)

Trilogia Fantasma[modifica | modifica wikitesto]

  • Night Relics (1994)
  • Winter Tides (1997)
  • The Rainy Season (1999)

Altri romanzi e racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • The Complete Twelve Hours of the Night con Tim Powers (1986)
  • Land of Dreams (1987)
  • The Magic Spectacles (1991)
  • 13 Phantasms (2000)
  • On Pirates con Tim Powers (2001)
  • The Devils in the Details con Tim Powers (2003)
  • In For A Penny (2003)
  • The Knights of the Cornerstone (2008)
  • The Shadow on the Doorstep (2009)
  • Home Sweet Home e Postscript to Home Sweet Home (2012)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Analisi dell'opera, su sf-encyclopedia.com. URL consultato il 29 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 6 dicembre 2017). Testo "29 dicembre 2017" ignorato (aiuto)
  2. ^ (EN) Faculty profile, su chapman.edu. URL consultato il 29 dicembre 2017.
  3. ^ (EN) Profilo dell'autore, su goodreads.com. URL consultato il 29 dicembre 2017.
  4. ^ (EN) James Blaylock on Philip K. Dick, His Complaints About Technology, and Steampunk, su greatbookssummer.com. URL consultato il 29 dicembre 2017.
  5. ^ (EN) Albo d'oro, su sfadb.com. URL consultato il 29 dicembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN106954480 · ISNI (EN0000 0001 1080 4721 · LCCN (ENn82026438 · GND (DE112170641 · BNF (FRcb12166920d (data) · NLA (EN35471230 · NDL (ENJA00463374 · WorldCat Identities (ENn82-026438