Il replicante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il replicante
Titolo originaleThe Wraith
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1986
Durata92 min.
Generefantascienza
RegiaMike Marvin
Casa di produzioneNew Century Productions
FotografiaReed Smoot
MontaggioScott Conrad
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il replicante è un film di fantascienza del 1986 diretto da Mike Marvin. La trama, sebbene del tutto fittizia, è stata ispirata da un fatto di cronaca realmente accaduto nel quale un adolescente invischiato nelle corse illegali causò quattro morti in Arizona. [senza fonte]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una banda di street-racer, capeggiata da un certo Packard Walsh, si diverte ad adescare degli sventurati ragazzi con auto costose per farli gareggiare in corse clandestine. Per fare questo la banda non disdegna di minacciare le loro ragazze. Lo scopo finale è far perdere (anche slealmente) i malcapitati per aggiudicarsi le loro auto, le quali verranno smantellate e rivendute per poter trarre profitto dalla vendita dei bolidi o di parti di essi.

La prepotenza, l'arroganza e, soprattutto, la violenza di Packard fanno sì che tutta la cittadina lo tema, consentendogli così di mantenere il suo atteggiamento da bullo in un clima di sostanziale omertà. Senza veri capi d'accusa, lo sceriffo Loomis non può far altro che limitarsi a tener d'occhio le strade e tentare, con i pochi strumenti a disposizione, di arginare le corse clandestine.

Ma un giorno arriva in città un misterioso pilota a bordo di una potente e velocissima fuoriserie nera e, da quel momento in poi, il passato della banda riaffiorerà pian piano e si ritorcerà contro i suoi stessi componenti. Infatti, gli sgherri della banda periranno tutti, uno dopo l'altro, in incidenti causati da questo misterioso ed abile guidatore nelle varie gare. Costui, alla fine, otterrà la sua vendetta e svelerà il suo vero segreto nel finale del film. Infatti, egli non è altro che un replicante di un ragazzo ucciso anni prima dalla banda, tornato in vita per riprendersi la sua ragazza, nel frattempo corteggiata senza successo dal suo assassino Packard Walsh.

Auto[modifica | modifica wikitesto]

I componenti della banda posseggono tutti auto elaborate da loro stessi, col fine di poter gareggiare favorevolmente anche contro le auto sportive delle serie più recenti, più un pick-up per trainare le auto vinte slealmente nelle corse clandestine:

La fuoriserie del replicante è una Dodge M4S Turbo Interceptor nera con tutti i vetri oscurati neri, un prototipo che all'epoca presentava una linea molto futuristica e originale.

All'inizio del film la banda sfida un malcapitato alla guida di un'altra Dodge Daytona (una Shelby Z), mentre, durante lo svolgimento della trama del film, Packard tenta di sfidare anche Billy (il cuoco del fast food locale), il quale possiede una vecchia Triumph Spitfire 1500 d'importazione (si può notare sul finestrino l'adesivo GB della Gran Bretagna).

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è dedicato alla memoria di Bruce Ingram, un operatore di macchina morto durante le riprese. Il replicante è senz'altro il film con più figli e fratelli d'arte presenti nel cast: Nick Cassavetes, Charlie Sheen, Clint Howard, Griffin O'Neal e Randy Quaid. A tutt'oggi, i ragazzi del cast (oggi adulti) sono in ottimi rapporti umani e,infatti, sono numerose le foto che li ritraggono insieme anche ai giorni nostri. Il film è stato girato nei dintorni di Tucson.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]