Iconografia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'iconografia è un ramo della storia dell'arte, che si occupa della descrizione, classificazione e interpretazione di quanto raffigurato nelle opere d'arte.

Il termine deriva dal greco εἰκών (eikón, immagine) e γράφειν (grapheïn, scrivere). L'iconografia può riferirsi a personaggi o avvenimenti storici, così come a ricerche su temi religiosi, che a partire dal XVI secolo hanno visto una fioritura notevole di studi e pubblicazioni.

Nell'ambito della ricerca storica, l'iconografia si occupa di quelle immagini, che possono rappresentare una fonte documentale per la ricostruzione di eventi storici specifici, usanze di determinate popolazioni, mezzi di locomozione terrestri e navali, mentre gli studi archeologici traggono dall'iconografia la documentazione relativa a dettagli architettonici, abbigliamento, monete, gioielli e oggetti di uso comune. L'iconografia veniva utilizzata anche nelle catacombe per indicare qualche passo del vangelo o per indicare a quale rango e il tipo di vita svolto dalla persona morta

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Erwin Panofsky, Il significato delle arti visive, Torino, Einaudi, 2010.
  • Roelof van Straten, Introduzione all'iconografia, Milano, Jaca Book, 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND: (DE4026535-3
Arte Portale Arte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di arte