Grace for Drowning

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Grace for Drowning
Artista Steven Wilson
Tipo album Studio
Pubblicazione 26 settembre 2011
Durata 40:00 (CD 1)
43:15 (CD 2)
Dischi 2
Tracce 7 (CD 1) + 5 (CD 2)
Genere Rock progressivo
Rock psichedelico
Etichetta Kscope
Produttore Steven Wilson
Registrazione gennaio 2010–giugno 2011
No Man's Land, Hemel Hempstead (Regno Unito)
Koolworld, Luton (Regno Unito)
Angel Studio, Islington (Regno Unito)
Formati 2 CD, 3 CD+BD, 2 LP, BD, download digitale
Steven Wilson - cronologia
Album precedente
(2009)
Album successivo
(2013)

Grace for Drowning è il secondo album in studio del cantautore britannico Steven Wilson, pubblicato il 26 settembre 2011 dalla Kscope.[1]

L'album ha ricevuto una candidatura ai Grammy Awards 2012 nella categoria "miglior suono surround".[2]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2010 Wilson creò un sito apposito nel quale rivelò il nome del disco e pubblicò le prime immagini della copertina, opera del fotografo Lasse Hoile, suo già provato collaboratore.[3] Intorno allo stesso periodo è stato reso disponibile per il download gratuito il brano Remainder the Black Dog.

Il 10 agosto 2011 la rivista online di musica Sound and Vision ha reso disponibile in anteprima il videoclip del brano Track One,[4] mentre non molto tempo dopo, Yahoo! Music ha pubblicato quello per il brano Index, seconda traccia del secondo disco.[5] Qualche giorno dopo fu la rivista online WNYC's a dare la possibilità di scaricare gratuitamente il brano Like Dust I Have Cleared from my Eye.[6] Infine, il 31 agosto, fu pubblicato il videoclip di Remainder the Black Dog sul sito della rivista Guitar's World.[7]

Concezione[modifica | modifica wikitesto]

Grace for Drowning è un lavoro molto complesso e variegato, in cui si possono rintracciare molte sonorità, che richiamano quelle di gruppi come Pink Floyd o King Crimson, ai quali Wilson è molto legato musicalmente e artisticamente - in particolare con il chitarrista Robert Fripp, storica anima dei King Crimson, col quale ha collaborato più volte (si ricorda l'EP Nil Recurring, in cui Fripp ha fornito il suo contributo per il soundscape), in particolare al progetto di cui va particolarmente fiero: il remixaggio di tutti i dischi della cosiddetta "epoca d'oro" dei King Crimson, che va idealmente dagli albori sino alla metà degli anni settanta. Oltre a queste influenze, Wilson ha dichiarato di avere preso spunto anche dallo stile di Ennio Morricone per le parti orchestrate, per cui si è servito della London Session Orchestra.

L'album si compone di due dischi, il primo della durata complessiva di 40 minuti e il secondo di 45 minuti, per un totale di 12 tracce. Esiste anche un'edizione deluxe che include, oltre all'album in due dischi, un booklet con copia dei manoscritti originali dei testi, un disco bonus con demo e out-takes inediti, e due dischi in formato BD, contenenti video musicali, fotografie, e demo remixate in formato Dolby Surround.

Wilson, personalmente, ha definito il suo disco come il suo "più grande progetto", ed ha aggiunto che può essere considerato come un "omaggio" allo spirito della musica psichedelica degli anni sessanta-settanta, a cui molto si richiama nei suoi lavori - sia da solista che nei progetti a cui lavora -, in cui l'album era il primo mezzo di espressione artistica musicale, avendo i musicisti abbandonato il classico 45 giri, che permetteva una espressione artistica limitata ai 3-4 minuti di registrazione, creando veri e propri "viaggi sonori".

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Steven Wilson.

Vol 1 – Deform to Form a Star
  1. Grace for Drowning – 2:00
  2. Sectarian – 7:45
  3. Deform to Form a Star – 8:00
  4. No Part of Me – 5:45
  5. Postcard – 4:30
  6. Raider Prelude – 2:30
  7. Remainder the Black Dog – 9:30
Vol 2 – Like Dust I Have Cleared from My Eye
  1. Belle de jour – 3:00
  2. Index – 4:45
  3. Track One – 4:15
  4. Raider II – 23:15
  5. Like Dust I Have Cleared From My Eye – 8:00
Vol 3 - The Map (Demos + Out-Takes) – CD bonus nell'edizione deluxe
  1. Home in Negative – 3:00
  2. Fluid Tap – 5:45
  3. The Map – 3:30
  4. Raider Acceleration – 6:15
  5. Black Dog Throwbacks – 2:30
  6. Raider II (Demo Version) – 21:15

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Musicisti
  • Steven Wilsonvoce (CD 1: tracce 1, 3, 4, 5 e 7; CD 2: tracce 2-5), tastiera (CD 1: tracce 1-5, 7; CD 2), chitarra (CD 1: tracce 2, 3, 5; CD 2), autoharp (CD 1: traccia 2; CD 2: tracce 1, 2 e 5), basso (CD 1: tracce 2 e 5; CD 2: tracce 1, 4), percussione (CD 1: traccia 4; CD 2: traccia 4), battimani (CD 1: traccia 4), pianoforte (CD 1: tracce 5, 6 e 7; CD 2: tracce 4 e 5), gong (CD 1: traccia 6), glockenspiel (CD 1: traccia 7), programmazione (CD 2: traccia 2), armonium (CD 2: tracce 4 e 5)
  • Jordan Rudess – pianoforte (CD 1: tracce 1 e 3), assolo di pianoforte (CD 2: traccia 4)
  • Nick Beggs – Chapman Stick (CD 1: tracce 2 e 7; CD 2: traccia 4), assolo di basso (CD 1: traccia 4), basso (CD 1: traccia 7; CD 2: traccia 4)
  • Nic France – batteria (CD 1: tracce 2, 3, 5 e 7; CD 2: tracce 3, 4 e 5)
  • Ben Castle – clarinetto (CD 1: traccia 2)
  • Theo Travissassofono soprano (CD 1: traccia 2), clarinetto (CD 1: tracce 3 e 7; CD 2: traccia 4), assolo di sassofono (CD 1: traccia 4), flauto e sassofono (CD 1: traccia 7; CD 2: traccia 4)
  • Tony Levin – basso (CD 1: traccia 3; CD 2: traccia 5)
  • Markus ReuterU8 touch guitar (CD 1: traccia 4)
  • Trey Gunnchitarra Warr e basso (CD 1: traccia 4)
  • Pat Mastelotto – batteria acustica ed elettronica (CD 1: traccia 4; CD 2: traccia 2)
  • London Session Orchestra – strumenti ad arco (CD 1: tracce 4 e 5; CD 2: tracce 1 e 2)
  • Dave Stewart – arrangiamento e orchestrazione strumenti ad arco (CD 1: tracce 4 e 5; CD 2: tracce 1 e 2), arrangiamento coro (CD 1: tracce 5 e 6; CD 2: traccia 4)
  • Synergy Vocals – coro (CD 1: tracce 5 e 6; CD 2: traccia 4)
  • Steve Hackett – chitarra (CD 1: traccia 7)
  • Mike Outram – chitarra (CD 2: traccia 4)
  • Sand Snowman – chitarra acustica (CD 2: traccia 4)
  • Dave Kerzner – sound design (CD 2: finale traccia 4)
Produzione

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2011) Posizione
massima
Austria[8] 40
Belgio (Vallonia)[8] 76
Francia[8] 96
Finlandia[8] 30
Germania[8] 22
Italia[8] 45
Paesi Bassi[8] 22
Polonia[9] 7
Regno Unito[10] 34
Stati Uniti[11] 85
Stati Uniti (independent)[11] 12
Stati Uniti (rock)[11] 19
Svizzera[8] 54

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.gracefordrowning.com/album-info.php Steven Wilson - Grace For Drowning
  2. ^ Nominees And Winners | GRAMMY.com
  3. ^ (EN) Grace For Drowning Minisite, Grace for Drowning. URL consultato il 10 agosto 2011.
  4. ^ (EN) Video: Steven Wilson's Track One, Sound and Vision. URL consultato il 10 agosto 2011.
  5. ^ (EN) Video: Steven Wilson's Index, Yahoo!. URL consultato il 10 agosto 2011.
  6. ^ (EN) WNYC Soundcheck: Like Dust I Have Cleared From My Eye, wnyc.org. URL consultato il 10 agosto 2011.
  7. ^ (EN) Exclusive: Porcupine Tree Guitarist Steven Wilson Premieres "Remainder the Black Dog" Music Video, guitarworld.com. URL consultato il 10 agosto 2011.
  8. ^ a b c d e f g h (NL) Steven Wilson - Grace For Drowning, Ultratop. URL consultato il 24 dicembre 2016.
  9. ^ Oficjalna lista sprzedaży :: OLIS - Official Retail Sales Chart, olis.onyx.pl. URL consultato il 7 ottobre 2011.
  10. ^ Steven Wilson - Official page, Steven Wilson. URL consultato il 2 ottobre 2011.
  11. ^ a b c Steven Wilson - Grace for Drowning - Music Charts, allmusic.com. URL consultato il 24 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 9 aprile 2012).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock progressivo