Giulia Da Varano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Giulia Varano)
Jump to navigation Jump to search
Giulia Da Varano
Titian - Giulia Varano, Duchess of Urbino - WGA22928.jpg
Tiziano, Ritratto di Giulia Varano (1545)
Galleria Palatina, Firenze
Duchessa di Camerino
Stemma
In carica 1527-1539
dal 1535 con il consorte
Predecessore Giovanni Maria Varano
Successore Stato Pontificio
Duchessa consorte di Urbino
In carica 1534-1547
Predecessore Eleonora Gonzaga
Successore Vittoria Farnese
Nascita Camerino, 24 marzo 1523
Morte Fossombrone, 18 febbraio 1547
Sepoltura Chiesa di Santa Chiara
Luogo di sepoltura Urbino
Dinastia Da Varano
Padre Giovanni Maria Varano
Madre Caterina Cybo
Consorte Guidobaldo II Della Rovere
Figli Virginia

Giulia Varano (Camerino, 24 marzo 1523Fossombrone, 18 febbraio 1547) è stata una nobile italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia del duca di Camerino Giovanni Maria da Varano e di Caterina Cybo, fu duchessa di Camerino e duchessa consorte di Urbino.

Nel 1527, alla morte del padre, gli succedette con il titolo duchessa di Camerino con la reggenza della madre.

Nel 1534 sposò Guidobaldo II Della Rovere, duca di Urbino mentre la madre continuava a provvedere all'amministrazione del ducato che, però, nel 1535, dovette cedere formalmente al papa, segnando la fine dell'indipendenza di Camerino. Fino al 1539, solo duchessa titolare insieme al consorte, Giulia fu costretta a cedere i diritti a Paolo III per 78.000 scudi.[1]

Negli anni successivi rinunciarono alle pretese sul ducato i Da Varano del ramo di Ferrara e Virginia Della Rovere, unica figlia, senza prole, di Giulia e Guidobaldo II.

La duchessa morì a Fossombrone, all'età di 24 anni, nel 1547, dopo due mesi di malattia; venne tumulata, dopo un sontuoso funerale, nella chiesa di Santa Chiara a Urbino. L'anno seguente il vedovo Guidobaldo si risposò con Vittoria Farnese.[2]

Nel 1999 è stata riesumata la salma della duchessa e recuperato il pregevole abito facente parte del corredo funerario.[3]

Celebre è il Ritratto di Giulia Da Varano, commissionato dal marito ed eseguito da Tiziano e bottega, databile al 1545-1547 e conservato nella Galleria Palatina di Firenze.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Giulia e Guidobaldo ebbero una figlia, Virginia, che sposò prima Federico Borromeo, nipote di papa Pio IV, poi Ferdinando Orsini.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AA.VV., p.76
  2. ^ Feliciangeli, p.90
  3. ^ AA.VV., p.102

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Feliciangeli B., Notizie e documenti su la vita di Caterina Cibo-Varano, duchessa di Camerino, Camerino 1891.
  • AA. VV., I volti di una dinastia, I Da Varano di Camerino, Milano 2001.
  • Ileana Tozzi, La fedeltà nell'amore. Il matrimonio alle radici della società occidentale, 2003.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]