Giovanni Adolfo II di Sassonia-Weissenfels

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Adolfo II, duca di Sassonia-Weissenfels

Giovanni Adolfo II duca di Sassonia-Weissenfels (Weissenfels, 4 settembre 1685Lipsia, 16 maggio 1746) è stato un militare tedesco, membro della Casata di Wettin ed ultimo duca di Sassonia-Weissenfels e membro della.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ultimo dei 12 figli del duca Giovanni Adolfo I di Sassonia-Weissenfels e di Giovanna Maddalena di Sassonia-Altenburg, partecipò alla guerra di successione polacca per sostenere l'elezione di Federico Augusto II di Sassonia a re di Polonia.

Dopo la morte di suo fratello Cristiano di Sassonia-Weissenfels (che non aveva figli) ereditò il ducato di Sassonia-Weissenfels partecipò alla Seconda guerra di Slesia contro il Regno di Prussia. Dopo essere stato sconfitto nella battaglia di Hohenfriedberg, venne sostituito al comando delle forze sassoni da Frederick Augustus Rutowsky, fratello illegittimo di Federico Augusto I elettore di Sassonia.

Dopo la battaglia di Kesselsdorf Federico Augusto riconsegnò il comando a Giovanni Adolfo che venne inoltre proclamato capo del governo della Sassoni in assenza del primo ministro Heinrich von Brühl. Giovanni Adolfo ritirò le truppe sassoni in Boemia ma cinque mesi dopo morì d'infarto all'età di 62 anni.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN12735130 · GND: (DE10417689X · CERL: cnp01006135