Anna Maria di Mecleburgo-Schwerin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Anna Maria di Mecleburgo-Schwerin
Anna Maria of Mecklenburg-Schwerin.jpg
Johann Dürr, Ritratto di Anna Maria di Mecleburgo-Schwerin (1654); calcografia, Deutsche Fotothek, Dresda.
Duchessa di Sassonia-Weissenfels
Stemma
In carica 22 aprile 1657 –
11 dicembre 1669
Predecessore istituzione del ducato di Sassonia-Weissenfels
Successore Giovanna Valpurga di Leiningen-Westerburg
Nascita Schwerin, 1º luglio 1627
Morte Halle, 11 dicembre 1669 (42 anni)
Luogo di sepoltura Schloss Neu-Augustusburg
Casa reale Meclemburgo-Schwerin
Padre Adolfo Federico I di Meclemburgo-Schwerin
Madre Anna Maria della Frisia orientale
Consorte Augusto di Sassonia-Weissenfels
Figli Maddalena Sibilla
Giovanni Adolfo I
Augusto
Cristiano
Anna Maria
Sofia
Caterina
Cristina
Enrico
Alberto
Elisabetta
Dorotea
Religione Luteranesimo

Anna Maria di Mecleburgo-Schwerin (Schwerin, 1º luglio 1627Halle, 11 dicembre 1669) fu duchessa del Mecleburgo-Schwerin e duchessa di Sassonia-Weissenfels.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Anna Maria[1] era la secondogenita del duca Adolfo Federico I di Meclemburgo-Schwerin, e della sua prima moglie, Anna Maria di Ostfriesland, figlia del conte Enno III della Frisia orientale. Nei documenti dei primi anni Anna Maria viene citata con un terzo nome, Dorotea, che poi si perde[2].

Poco dopo la sua nascita, mentre era ancora in corso la Guerra dei Trent'anni, Albrecht von Wallenstein, prese possesso di quello e di altri Ducati spingendo il Duca a mandare la figlia e altri due maschi dapprima in Svezia e poi in Danimarca perché trovassero rifugio presso la regina Sofia di Meclemburgo-Güstrow.

Nel 1629 Anna Maria andò presso il castello, vicino a Prettin, di Edvige di Danimarca, figlia di Sofia, perché potesse essere educata. Dodici anni dopo, nel 1641 Edvige morì ed Anna Maria tornò in patria dove il padre era tornato in possesso delle proprie terre, sua madre invece era già morta da qualche anno poco dopo la figlia minore Juliane. In quel frangente probabilmente conobbe la propria matrigna Maria Caterina di Brunswick insieme ai nuovi fratellastri. Sono rimaste anche diverse lettere scritte da Anna Maria al padre e viceversa che testimoniano un certo affetto reciproco.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, il 23 novembre 1647 a Schwerin, Augusto di Sassonia-Weissenfels, figlio di Giovanni Giorgio I di Sassonia e di Maddalena Sibilla di Hohenzollern. Ebbero dodici figli:

Il 22 aprile 1657, in ottemperanza della volontà di Giovanni Giorgio, Augusto ricevette le città di Weißenfels e Querfurt, così che il loro titolo divenne quello di Duchi di Sassonia-Weissenfels.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Anna Maria morì ad Halle l'11 dicembre 1669 e venne sepolta nella cattedrale di Weißenfels insieme alle tre figlie che aveva perduto.

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Giovanni Alberto I di Meclemburgo-Schwerin Alberto VII di Meclemburgo-Güstrow  
 
Anna di Brandeburgo  
Giovanni VII di Meclemburgo-Schwerin  
Anna Sofia di Prussia Alberto I di Prussia  
 
Dorotea di Danimarca  
Adolfo Federico I di Meclemburgo-Schwerin  
Adolfo di Holstein-Gottorp Federico I di Danimarca  
 
Sofia di Pomerania  
Sofia di Holstein-Gottorp  
Cristina d'Assia Filippo I d'Assia  
 
Cristina di Sassonia  
Anna Maria di Mecleburgo-Schwerin  
Edzardo II della Frisia orientale Enno II della Frisia orientale  
 
Anna di Oldenburg  
Enno III della Frisia orientale  
Caterina Vasa Gustavo I di Svezia  
 
Margherita Leijonhufvud  
Anna Maria della Frisia orientale  
Adolfo di Holstein-Gottorp Federico I di Danimarca  
 
Sofia di Pomerania  
Anna di Holstein-Gottorp  
Cristina d'Assia Filippo I d'Assia  
 
Cristina di Sassonia  
 

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Zur Verwendung der Vornamen „Anna Maria“ vgl. Johannes Olearius: Megalopolis Saxonica - Die Himmel und Erden weit übertreffende Hertzvergnügende Große Felsen-Stadt der Kinder Gottes Halle, Saale 1670
  2. ^ Roswitha Jacobsen, Die Tagebücher 1667-1686: Kommentar und Register, Michigan 2003

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Duchessa di Sassonia-Weissenfels Successore Kleines Wappen Sachsen-Weißenfels.png
istituzione del ducato di Sassonia-Weissenfels 22 aprile 1657 – 11 dicembre 1669 Giovanna Valpurga di Leiningen-Westerburg
Controllo di autoritàVIAF (EN57435882 · ISNI (EN0000 0000 1234 5058 · GND (DE120064111 · CERL cnp00407940 · WorldCat Identities (ENviaf-57435882
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie