Gianluca Costantini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gianluca Costantini a Lucca Comics&Games 2017

Gianluca Costantini (Ravenna, 19 dicembre 1971) è un fumettista italiano noto per alcune opere di graphic journalism, storie a fumetti con una impostazione giornalistica, come Fedele alla linea.[1][2][3][4]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studia a Ravenna dove si diploma all'Istituto d'Arte nel 1991 in Arti applicate e poi all'Accademia di Belle Arti in Decorazione nel 1995.[5][6] Nel 1993 pubblica per la prima volta nella rivista di fumetti Schizzo n. 5 edita dal Centro Andrea Pazienza di Cremona. Nel 1994 conosce l'artista Marco Teatro e collabora con l'Happening Underground di fumetti e illustrazione a Milano, Bologna, Roma, Torino e Lugano.[7] Nel 1994 inizia la sua collaborazione con il quotidiano Il Manifesto, la rivista di cyberpunk Neural e la rivista d'arte contemporanea Museo Teo Art Fanzine.[8][9] Nel 1997 pubblica la storia a fumetti Animalingua: i ricordi di Varvara Vanderbilt.[10] Pubblica per alcune riviste di fumetto underground in Italia e all'estero come Interzona, Katzyvari, Alter Vox Magazine, Tribù Magazine d'urto, Fagorgo, Stripburger (Slovenia), Milk and Vodka (Svizzera), laikku (Finlandia), Kerosene e Garabattage (Spagna).[11][12][13][14][15][16][17][18][19] Nel 1996 espone alla Loggetta Lombardesca di Ravenna nella mostra "6 personaggi d'autore" con Vittorio Giardino, Francesca Ghermandi, Davide Reviati e Stefano Ricci.[20] Nel 1998 i suoi disegni vengono esposti alla 14th International Exhibition of Drawing alla Moderna Galerija Museum of Modern Art di Rijeka.[21] Nel 1998 espone a Palazzo Ducale di Genova nella mostra "Arti Visive 2".[22] Nel 1999, 2000 e 2001 espone al Festival Vdor/Break21 di Lubiana.[23]

Nel 1998 realizza Freethinker, al quale segue, nel 2001, ARCan-Can-Can HITETTURA e Archeangiolie, su testi di Fabrizio Passarella, e nel 2004, El indio e Linea Gotica; nel 2005 pubblica il romanzo autobiografico Vorrei incontrarti, e, nel 2007, Diario di un qualunquista, una raccolta di disegni realizzati come commento a eventi e notizie e pubblicati su internet.[10]

Insieme a Saturno Carnoli e Andrea Colombari realizza nel 2007 Ultimo, storia di ordinaria guerra civile, sulla misteriosa uccisione di Leandro Arpinati, un gerarca bolognese assassinato nel 1945. Nel 2008 pubblica L’ammaestratore di Istanbul, su testi di Elettra Stamboulis, una sorta di diario di viaggio a Istanbul sulle tracce di Osman Hamdi, un artista ottomano; nel 2009 viene pubblicata Officina del Macello sulla decimazione di Santa Maria La Longa nella Prima Guerra Mondiale e Porto dei santi, un taccuino di viaggio.[10][24][25][26][27] Inoltre ha pubblicato storie a fumetti e illustrazioni su varie riviste italiane e straniere come Blue, Rumore, Il manifesto e Rizzoli Libri oltre che Internazionale, Corriere della Sera[28], D - la Repubblica delle donne in Italia e per Courrier International e Le Monde Diplomatique in Francia, su “LeMan” in Turchia, su World War Illustrated negli Stati Uniti.[10][24][25][26][27] Ha collaborato con portale di informazione americani come Words Without Borders e Muftah Magazine, inglesi come The New Arab e olandesi come Drawing the Times e in Italia con Il Post, Focus e Graphic News.[25][26][27] Nel volume Fedele alla linea ha raccolto parte dei racconti e reportage grafici che ha realizzato dal 2005 al 2017 anche insieme ad altri autori e giornalisti, con Elettra Stamboulis che ha scritto brevi testi introduttivi per ogni storia.[26]

Insegna Arte del fumetto al biennio specialistico in Linguaggi del fumetto dell'Accademia di Belle Arti di Bologna.[senza fonte][29]

Nel 2009 espone alla Lazarides Gallery di Londra[senza fonte], nel 2009 al Salon du Dessin Contemporain[30] e nel 2010 al Carousel du Louvre di Parigi. Nel 2014 ha esposto al Dox Center for the Contemporary Art di Praga e all'Humor Graphic Museum di Diogenes Taborda a Buenos Aires[senza fonte]. In Italia espone insieme alle opere di Alighiero Boetti al Museo di Arte Contemporanea di Lissone nel 2013.[31][32][33][34][35][36][37]

Dal 2016 Gianluca Costantini accompagna le attività di DiEM25 Democracy in Europe Movement 2025, il movimento guidato da Yanis Varoufakis e collabora attivamente con l'artista cinese Ai Weiwei.[38][39][40]

Il 2 febbraio 2016 pubblica un ritratto del ricercatore Giulio Regeni[41] sul suo blog nei giorni della sua scomparsa il disegno verrà poi successivamente pubblicato dal settimanale Pagina99[42]. Dopo il ritrovamento del corpo il disegnatore continuerà a disegnare e appoggiare la campagna della famiglia Regeni e di Amnesty International. Nel 2018 pubblica la storia a fumetti "Giulio Regeni e il male del mondo" per la rivista Internazionale[43] e per la rivista Eastweast pubblica la storia a fumetti "Un altro anno in cerca della verità di Giulio Regeni"[44]. Nel 2019 Studia e progetta un mosaico che verrà poi realizzato dall'Accademia di Belle Arti di Ravenna dedicato a Giulio Regeni, e viene inaugurato il 19 dicembre 2018 nel municipio di Ravenna.[45][46] Alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati SISSA di Trieste viene inaugurata una targa dedicata a Giulio Regeni disegnata da Gianluca Costantini.[47][48] Nel 2019 realizza la copertina del numero di Left dedicata a Giulio Regeni in occasione del terzo anniversario.[49][50]

Nel 2018 segue le Olimpiadi invernali[51][52][53] per la CNN[54] realizzando illustrazioni che vengono pubblicate nella homepage del sito del canale televisivo statunitense.. Nel 2018 illustra l'articolo "Cristiano Ronaldo: Playstation goal is talk of the world" scritto da Henry Young per CNN[55]. Sempre per CNN segue il Campionato mondiale di calcio[56] in Russia e illustra gli undici grandi momenti della storia dei mondiali di calcio per l'articolo scritto da Euan McKirty[57][58].Per CNN segue il gli Open di Francia.

Oltre che come autore di fumetti, è noto come esponente del genere graphic journalism nel quale, attraverso una sintesi di parole e disegni, vengono raccontate vicende reale con un taglio giornalistico. In questo ambito venne censurato sul web dal governo turco e ha suscitato controversie in Francia un fumetto sull'attentato alla sede di Charlie Hebdo del 2015.[24][27][59]. Il 15 marzo realizza per CNN i disegni per la campagna "#MyFreedomDay 2018: Students worldwide join the anti-slavery fight" nella sezione The CNN Freedom Project.[60] Il 29 giugno 2018 il quotidiano americano The Capital Gazette ha pubblicato i suoi ritratti dei giornalisti uccisi nell'attentato di Annapolis.[61]

Costantini esegue un lavoro giornalistico prima di realizzare le tavole a fumetti, poiché il disegno è fatto, nel suo caso, per illustrare le notizie di cronaca. Lo stile rinuncia sovente alla rappresentazione iper-realistica delle situazioni (volti, paesaggi), per cedere ad una semplificazione mirata a facilitare rapidità di lettura.[28]

Le sue illustrazioni sono state impiegate durante il HRW Film Festival di Londra e Toronto, al Geneva Summit for Human Rights and Democracy[62] il FIFDH Festival dei diritti umani di Ginevra[63], il Festival dei Diritti umani di Milano e il Festival di Internazionale a Ferrara.[27]

Arte contemporanea[modifica | modifica wikitesto]

  • Like Art, a cura di Roberto Daolio, Santa Maria delle Croci, Ravenna, 1997
  • Cahiers du triangle testo in catalogo di Roberto Daolio, insieme a Annalisa Cattani, Davide Rivalta, Emmanuelle Bentz, Jacques Chaverot, Lynda Deleurence, Apostolos Dendrinos, Nikos Kryonides e Vassilis Salpistis.[64] Bologna, Salonicco e Saint-Etienne, 2000
  • Voi siete e in un caso o nell'altro non scappate, personale, con testi critici di Giulio Guberti e Fabiola Naldi, Bologna, 2002.[65]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2016 è stato accusato di terrorismo dal governo turco per i suoi disegni.[66][67][68]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Performance[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2018 Gianluca Costantini ha tenuto una performance di 3 giorni all'interno delle Prigioni dell'Inquisizione di Palazzo Steri di Palermo, in occasione del Sole Luna Doc Film Festival[86][87][88][89][90]

Editor e Editore[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2003 al 2009 dirige la rivista a fumetti InguineMAH!gazine in collaborazione con Paper Resistance, Marco Lobietti e Elettra Stamboulis, edita da Coniglio Editore, Fernandel e Comma22.[91][92][93][94][95].

Dal 2006 al 2007 ha curato la collana Illustorie per la casa editrice Fernandel.[10][96]

Dal 2007 al 2009 ha curato la collana Frontiere per la casa editrice Comma22[97][98]

Dal 2009 al 2016 è fondatore della casa editrice GIUDA Edizioni[99] con Elettra Stamboulis e Marco Lobietti, e cura la rivista G.I.U.D.A. Geographical Institute of Unconventional Drawing Arts[100] nonché i libri pubblicati dalla casa editrice.

Curatore[modifica | modifica wikitesto]

Gianluca Costantini è tra i soci fondatori di Mirada, associazione impegnata nella progettazione di eventi culturali.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio "Arte e diritti umani " di Amnesty International Italia, Bologna, 2019[116][117][118]
  • European Citizenship Awards 2017, candidato, Parigi, 2017[119]
  • Premio Guercino, vincitore del premio indetto dall'Associazione Giovanni Francesco Barbieri detto Il Guercino, Bologna, 1998[120]
  • Iceberg Giovani Artisti a Bologna, vincitore nella sezione fumetto, Bologna, 1998[121][122]
  • "Transmissions@channeldraw": mostra di Gianluca Costantini al Festival Trasmissions (dal 19 al 23 marzo 2014)[123]
  • "Fedele alla linea": mostra presso il Museo archeologico di Asciano, in occasione del festival "CreteCon".[124]
  • Vincitore nel 2004 con il gruppo inguine.net del Premio “Palinsesto Italia”.[10]
  • Ha esposto alla Biennale dei Giovani artisti di Salonicco e Sarajevo, a Saint Etienne in Francia e a Ljubljana in Slovenia.[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gianluca Costantini, su Il Post, 27 settembre 2018. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  2. ^ Gianluca Costantini - Notizie, foto, video, su Internazionale. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  3. ^ Matteo Stefanelli, La sbornia editoriale del graphic journalism, e la sfida della libraria, su Fumettologica, 3 ottobre 2017. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  4. ^ Arrivederci, Berlinguer, su l'Espresso, 4 dicembre 2013. URL consultato il 18 gennaio 2019.
  5. ^ Mosaico oggi: intervista a Gianluca Costantini, su Arte Mosaico Ravenna, 4 novembre 2013. URL consultato il 22 gennaio 2019.
  6. ^ webit.it, Tuttifrutti, Cultura. L'andante Alex Majoli torna a Ravenna e porta con sé la sua fotografia in forma di tragedia, su Ravennanotizie.it. URL consultato il 22 gennaio 2019.
  7. ^ (EN) News, su Gianluca Costantini. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  8. ^ (EN) museoteoartfanzine | ABOUT, su MUSEO TEO ARTFANZINE. URL consultato il 22 gennaio 2019.
  9. ^ Il Centro Fumetto Andrea Pazienza, la biblioteca a fumetti di Cremona, su Everydaylife, 11 gennaio 2019. URL consultato il 22 gennaio 2019.
  10. ^ a b c d e f g Gianluca Costantini - Professionisti - Artisti - Flashfumetto, su www.flashfumetto.it. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  11. ^ Fumetti, su www.ecn.org. URL consultato il 22 gennaio 2019.
  12. ^ Stripburger 25, su Stripburger, 15 novembre 2013. URL consultato il 22 gennaio 2019.
  13. ^ Gianluca Costantini, su Fucine Mute webmagazine. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  14. ^ Gianluca Costantini|PiziArte Arte Contemporanea|Gianluca Costantini curriculum|Gianluca Costantini opere, su www.piziarte.net. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  15. ^ Cloud King : Gianluca Costantini, su cloudking.com. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  16. ^ Guida Fumetto Italiano, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  17. ^ Gianluca Costantini 47thfloor Roma, su 1995-2015.undo.net. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  18. ^ (EN) Laikku 01, su www.sarjakuvakauppa.fi. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  19. ^ Comics Underground, su XL Repubblica.it. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  20. ^ Mostre e Premi, su davide reviati, 17 gennaio 2014. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  21. ^ MG+MSUM, su www.mg-lj.si. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  22. ^ Arti Visive 2, su Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, 3 ottobre 1998. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  23. ^ STA: Petič festival Vdor/Break 21, su www.sta.si. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  24. ^ a b c d Il mondo raccontato dal graphic journalism. Intervista a Gianluca Costantini, su CANALE ARTE, 24 marzo 2018. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  25. ^ a b c Gianluca Costantini, su Festival Internazionale del Giornalismo. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  26. ^ a b c d e www.panorama.it, https://www.panorama.it/cultura/fumetti/fedele-alla-linea-gianluca-costantini-recensione/. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  27. ^ a b c d e f g h i j k l m n La Redazione, Fedele alla linea, il nuovo libro di Gianluca Costantini, su Lo Spazio Bianco, 14 settembre 2017. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  28. ^ a b Graphic journalism come comunicazione e attivismo - Gianluca Costantini, in Giornalisti al Microfono, 10 maggio 2018. URL consultato il 25 gennaio 2019.
  29. ^ Redazione, Accademia di Belle Arti di Bologna: dieci anni di formazione sul fumetto, su Fumettologica, 1º luglio 2014. URL consultato il 14 febbraio 2019.
  30. ^ Salo du dessin contemporain Paris 2010, 2010, ISBN 978-2-9531770-2-2.
  31. ^ INDEX G: G.I.U.D.A., su www.comune.lissone.mb.it. URL consultato il 22 gennaio 2019.
  32. ^ Salo du dessin contemporain Paris 2009, 2009, ISBN 978-2-9531770-1-5.
  33. ^ BOOK DETAIL | PAUL GRAVETT, su www.paulgravett.com. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  34. ^ Salon du dessin contemporain Paris 2010, Parigi, 2010, ISBN 978-2-9531770-2-2.
  35. ^ (EN) 2Fresh- www.2fresh.cz, The Poster in the Clash of Ideologies 1914 – 2014, su www.dox.cz. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  36. ^ El Día Nacional de la Historieta Argentina se inauguro en el Museo Taborda la exposicion Stop Bombing Gaza de Gianluca Costantini, su El Día Nacional de la Historieta Argentina se inauguro en el Museo Taborda la exposicion Stop Bombing Gaza de Gianluca Costantini. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  37. ^ Gianluca Costantini en la Noche de los Museos de Buenos Aires, su Gianluca Costantini en la Noche de los Museos de Buenos Aires. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  38. ^ La prima Assemblea Nazionale di DiEM25 Italia, su Diem25 - Democracy in Europe Movement 2025. URL consultato il 22 gennaio 2019.
  39. ^ National Collective Italia, su Diem25 - Democracy in Europe Movement 2025. URL consultato il 22 gennaio 2019.
  40. ^ Gianluca Costantini, Channeldraw: A beautiful day with Ai Weiwei in Florence, su Channeldraw, 18 settembre 2016. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  41. ^ Gianluca Costantini, Channeldraw: Giulio Regeni - Disappeared #Egypt, su Channeldraw, 2 febbraio 2016. URL consultato il 1º febbraio 2019.
  42. ^ Giulio Regeni, scomparso all'ombra delle Piramidi, su pagina99, 3 febbraio 2016. URL consultato il 1º febbraio 2019.
  43. ^ Gianluca Costantini, Giulio Regeni e il male del mondo, su Internazionale, 24 gennaio 2018. URL consultato il 1º febbraio 2019.
  44. ^ Gianluca Costantini, Un altro anno in cerca della verità sull'omicidio di Giulio Regeni, su eastwest.eu. URL consultato il 1º febbraio 2019.
  45. ^ Gallamini, Un mosaico dedicato a Giulio Regeni sarà inaugurato il 19 dicembre in municipio, su Ravenna Web Tv, 12 dicembre 2018. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  46. ^ Frezzato, Celebrazione dei diritti umani e dell’arte nel mosaico dedicato a Giulio Regeni, su Ravenna Web Tv, 20 dicembre 2018. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  47. ^ Student Day, Sissa apre le porte ai ragazzi - Friuli V. G., su ANSA.it, 15 febbraio 2018. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  48. ^ Gianluca Costantini, Channeldraw: Verità per GIulio Regeni alla SISSA - Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati, su Channeldraw, 22 febbraio 2018. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  49. ^ LEFT N. 4 | 25 Gennaio 2019, su Left, 23 gennaio 2019. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  50. ^ «Un ragazzo del futuro», nelle illustrazioni i passi di Giulio Regeni in 3 anni senza verità, su www.open.online, 25 gennaio 2019. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  51. ^ Illustrated PyeongChang Winter Olympic moments - CNN Video. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  52. ^ Sketching the Opening Ceremony of the 2018 Winter Olympics, su CNN. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  53. ^ (EN) The Moments of the 2018 Winter Olympics in Drawings, su Drawing The Times. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  54. ^ 5 ways newsrooms covered the Winter Olympics 2018 with interactives and data visualisations | Media news, su www.journalism.co.uk, 28 febbraio 2018. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  55. ^ Henry Young CNN, Cristiano Ronaldo: 'Playstation goal' is talk of the world, su CNN. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  56. ^ Redazione, Il Roland Garros 2018 disegnato da un fumettista italiano, su Fumettologica, 8 giugno 2018. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  57. ^ Euan McKirdy, CNN Illustrations by Gianluca Costantini, for CNN, From headbutts to the 'Hand of God': 11 moments that shook the World Cup, su CNN. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  58. ^ Redazione, La storia dei mondiali di calcio, disegnata, su Fumettologica, 14 giugno 2018. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  59. ^ È la stampa bellezza! Giornalisti a confronto, in MicroMega, nº 3, Roma, 2018, pp. 243-254.
  60. ^ #MyFreedomDay 2018: Students worldwide join the anti-slavery fight, su CNN. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  61. ^ (EN) Hallie Miller, Italian artist honors Capital Gazette shooting victims in drawings, su baltimoresun.com. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  62. ^ (EN) Geneva Summit for Human Rights and Democracy, su Drawing The Times. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  63. ^ (EN) International Film Festival and Forum on Human Rights, su Drawing The Times. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  64. ^ Germinazioni Salara Bologna, su 1995-2015.undo.net. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  65. ^ http://www.exibart.com, fino al 9.V.2002 - Gianluca Costantini - Voi siete, e in un caso o nell'altro, non scappate - Bologna, Studio Mascarella Arte Contemporanea, su Exibart. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  66. ^ Erdogan ha censurato il mio blog: il racconto di un giornalista italiano, su Globalist. URL consultato il 22 gennaio 2019.
  67. ^ Il fumettista dei diritti umani censurato in Turchia, su Festival Diritti Umani, 29 luglio 2016. URL consultato il 22 gennaio 2019.
  68. ^ Paolo Ferrante, Blocco turco, in Narcomafie, nº 5, Torino, 2016.
  69. ^ a b c d e f g h i j Gianluca Costantini, su Eris Edizioni. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  70. ^ Officina del macello. 1917 la decimazione della Brigata Catanzaro, su Eris Edizioni. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  71. ^ Nuccio Mulè, Gela dal Risorgimento alla Prima Guerra Mondiale, p. 257.
  72. ^ Luigi Siviero, Dall'11 settembre a Barack Obama, in Arte delle nuvole, Nicola Pesce Editore, 2013, SBN IT\ICCU\RAV\2000089.
  73. ^ Simone Rastelli, Che fare di Gramsci?, su Lo Spazio Bianco, 6 marzo 2012. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  74. ^ Vicki Satlow, su www.vickisatlow.com. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  75. ^ L’ammaestratore di Istanbul – VandA epublishing, su vandaepublishing.com. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  76. ^ La Redazione, Incontro su "Arrivederci Berlinguer" di Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini a Ravenna e Bologna, su Lo Spazio Bianco, 10 gennaio 2014. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  77. ^ Renato Pallavicini, Pertini fra le nuvole [recensione], su Fumettologica, 27 novembre 2014. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  78. ^ Comincia adesso. Fughe ed evasioni quotidiane, su Eris Edizioni. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  79. ^ Diario segreto di Pasolini, su Fandango Editore. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  80. ^ www.tunethebit.com, INSIDEART, su INSIDEART. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  81. ^ Laura Scarpa, Le cicatrici tra i miei denti, in Scuola di Fumetto, Gennaio, Roma, ComicOut, gennaio 2017.
  82. ^ Ferruccio Giromini, Dieci consigli illustrati, in Pagina99, Milano, 17 dicembre 2016.
  83. ^ Davide Brullo, Lotta totale. Il disegnatore contro, in LaVoce, Rimini, 1º novembre 2016.
  84. ^ Mattia Ferri, Anteprima di Fedele alla linea, edito da Becco Giallo, su Lo Spazio Bianco, 15 settembre 2017. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  85. ^ webit.it, Tuttifrutti, Libri. Alfonsine: Gianluca Costantini presenta "Fedeli alla linea" e chiude il "Sentiero di Pace", su Ravennanotizie.it. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  86. ^ Guarire dall’accecamento. L’autodafé di Gianluca Costantini allo Steri di Palermo | Dialoghi Mediterranei, su istitutoeuroarabo.it. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  87. ^ Dalle ex carceri dell'Inquisizione, i disegni di Gianluca Costantini danno voce ai detenuti per reati d'opinione, su BlogSicilia - Quotidiano di cronaca, politica e costume, 8 giugno 2018. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  88. ^ Auto da fé di Gianluca Costantini al Sole Luna Doc Film Festival 2018, su Solelunadoc, 11 giugno 2018. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  89. ^ Palermo, nelle carceri dell'Inquisizione per i nuovi prigionieri politici, su Repubblica Tv - la Repubblica.it, 5 luglio 2018. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  90. ^ I volti di Costantini al SoleLuna Festival di Palermo, su Askanews. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  91. ^ inguineMAH!gazine, su Elettra Stamboulis ART CURATOR, WRITER AND TEACHER.... URL consultato il 27 gennaio 2019.
  92. ^ inguineMAH!gazine – inguine.net, su inguine.net. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  93. ^ Inguine Mah!Gazine - Approfondimenti - Flashfumetto, su www.flashfumetto.it. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  94. ^ Ettore Gabrielli, Inguine Mah!gazine #1 (AAVV), su Lo Spazio Bianco, 31 maggio 2003. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  95. ^ Carlo Branzaglia, Marginali: iconografie delle culture alternative, Castelvecchi, 2004, ISBN 978-88-7615-013-5. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  96. ^ Gianluca Costantini, su Fandango Editore. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  97. ^ comma22 | FRONTIERE, su comma22. URL consultato il 28 gennaio 2019.
  98. ^ (EN) Collana Frontiere e altri libri Comma 22, su Gianluca Costantini. URL consultato il 28 gennaio 2019.
  99. ^ Giuda Edizioni | Flash Giovani, su flashgiovani.it. URL consultato il 28 gennaio 2019.
  100. ^ (EN) Marco Riciputi, Giuda (Geographical Institute of Unconventional Drawing Arts) at Galleria Miomao in Perugia, su Cafébabel. URL consultato il 28 gennaio 2019.
  101. ^ 2002 - 2003, su Associazione Culturale Mirada. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  102. ^ AA.VV., Joe Sacco Nuvole da oltre frontiera, Associazione Culturale Miradaª ed., Ravenna, 2002.
  103. ^ (EN) Joe Sacco, Nuvole da oltre frontiera, su Issuu. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  104. ^ 2002, su Associazione Culturale Mirada. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  105. ^ (EN) Per ventiquattromilaBaci Fumetti dall'altra Europa, su Issuu. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  106. ^ Gianluca Costantini, Marjane Satrapi - Ravenna 2003. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  107. ^ 2003 - 2009, su Associazione Culturale Mirada. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  108. ^ Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini, Il velo di Maya Marjane Satrapi o dell'ironia dell'Iran, Roma, Lizard Edizioni, 2003, ISBN 88-88545-24-7.
  109. ^ 2003, su Associazione Culturale Mirada. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  110. ^ Komikazen - Festival Internazionale del Fumetto di Realtà - MAR - Museo d'Arte della città di Ravenna, su www.mar.ra.it. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  111. ^ www.panorama.it, https://www.panorama.it/cultura/fumetti/komikazen-festival-fumetto-di-realta-2016-rimini/. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  112. ^ Redazione, Chiude il festival Komikazen, su Fumettologica, 22 febbraio 2016. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  113. ^ La realtà tradita di Komikazen, festival del fumetto, su Il Sole 24 ORE. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  114. ^ Komikazen 2011: la realtà del fumetto – Espoarte, su espoarte.net. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  115. ^ Komikazen, festival di fumetto a Ravenna, su Smemoranda, 10 ottobre 2012. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  116. ^ "Per cambiare tutto, c'è bisogno di tutti", su Amnesty International Italia, 30 aprile 2019. URL consultato il 15 maggio 2019.
  117. ^ Gianluca Costantini è stato premiato da Amnesty International, su Fumettologica, 30 aprile 2019. URL consultato il 15 maggio 2019.
  118. ^ A Bologna il 26 aprile il conferimento dei premi “Sport e diritti umani” e “Arte e diritti umani” di Amnesty International Italia, su Amnesty International Italia, 23 aprile 2019. URL consultato il 15 maggio 2019.
  119. ^ (FR) European Citizenship Awards: online votes are now open, su European Civic Forum, 14 aprile 2017. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  120. ^ Premio Guercino, su www.comune.bologna.it. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  121. ^ Festival Iceberg 2003 - Home page -Giovani artisti a Bologna -, su www.iperbole.bologna.it. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  122. ^ Gianluca Costantini|PiziArte Arte Contemporanea|Gianluca Costantini curriculum|Gianluca Costantini opere, su www.piziarte.net. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  123. ^ La Redazione, "Transmissions@channeldraw", una mostra di Gianluca Costantini al Festival Trasmissions, su Lo Spazio Bianco, 18 marzo 2014. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  124. ^ Gianluca Costantini, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 17 gennaio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0003 8306 9240 · SBN IT\ICCU\MODV\331249 · LCCN (ENn2012037947