Gian Luigi Gigli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gian Luigi Gigli
Gian Luigi Gigli daticamera.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XVII
Gruppo
parlamentare
- Democrazia Solidale - Centro Democratico (Dal 10/12/2013 a fine legislatura)

In precedenza:

- Scelta Civica per l'Italia (Da inizio legislatura al 10/12/2013)

Coalizione Con Monti per l'Italia
Circoscrizione Friuli-Venezia Giulia
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Energie per l'Italia (Dal 2017)

In precedenza:

Scelta Civica per l'Italia (2013)

Popolari per l'Italia (2013-2014)

Democrazia Solidale (2014-2017)

Titolo di studio Laurea in medicina e chirurgia
Università Università Cattolica del Sacro Cuore
Professione Professore ordinario di neurologia

Gian Luigi Gigli (Roma, 22 settembre 1952) è un politico, neurologo e accademico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato con lode in Medicina e Chirurgia presso l'Università La Sapienza di Roma nel 1976,[1] Gian Luigi Gigli è specializzato in psichiatria (1980) e in neurologia (1984) presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.[1] Svolge l'attività di professore di neurologia nell'Università degli Studi di Udine.[1]

Ha fatto parte del Pontificio Consiglio per la Pastorale Sanitaria (1999-2010) e della Pontificia Accademia per la Vita.[1][2]

Membro del Consiglio Esecutivo dell'Associazione Scienza e Vita, si è battuto contro l'interruzione della nutrizione artificiale di Eluana Englaro, guidando il Comitato Friulano "per Eluana e per tutti noi".[2]

Alle elezioni europee del 2009 si candida sotto le insegne dell'Unione di Centro come capolista nel Nord-Est, ricevendo 15.163 voti e risultando secondo dietro l'eletto Tiziano Motti.[3]

Alle elezioni politiche del 2013 viene eletto deputato della XVII legislatura della Repubblica Italiana per Scelta Civica, Il 10 dicembre 2013 aderisce al gruppo parlamentare Democrazia Solidale - Centro Democratico, aderendo dapprima ai Popolari per l'Italia di Mario Mauro (dal 2013 al 2014) ed infine a Democrazia Solidale di Lorenzo Dellai (dal 2014 ad oggi).

Il 22 marzo 2015 è stato eletto presidente dall'assemblea generale del Movimento per la Vita Italiano, succedendo a Carlo Casini.[4]

Nel dicembre 2017 aderisce a Energie per l'Italia di Stefano Parisi, candidato sindaco a Milano nel 2016.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Gian Luigi Gigli - Curriculum, su gigli-gianluigi.it. URL consultato il 12 settembre 2020 (archiviato dall'url originale il 30 agosto 2018).
  2. ^ a b Andrea Tornielli, Il neurologo che si batté per Eluana in lista per Monti, su vaticaninsider.lastampa.it, Vatican Insider - La Stampa, 11 gennaio 2013. URL consultato il 23 giugno 2013.
  3. ^ Forlì, elezioni. Incontro con Gian Luigi Gigli (Udc)
  4. ^ LA PRIMA INTERVISTA AL NEO PRESIDENTE DEL MOVIMENTO Archiviato il 2 aprile 2015 in Internet Archive.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Scheda sul sito della Camera
  • Sito personale, su gigli-gianluigi.it. URL consultato il 25 novembre 2021 (archiviato dall'url originale il 22 gennaio 2019).
Controllo di autoritàVIAF (EN90187626 · SBN CFIV175065 · WorldCat Identities (ENviaf-90187626