Genovesato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Genovesato è il termine con cui si definiva e, talvolta, ancora si definisce il territorio che a partire dalla seconda metà dell'XI secolo venne assoggettato alla Compagna Communis, l'embrione del futuro comune di Genova e, poi, della Repubblica di Genova.

In epoche passate si è tuttavia inteso indicare con il termine "Genovesato" l'insieme dei territori direttamente dipendenti da Genova, escludendo le città confederate ed i feudi imperiali.

Sotto questo aspetto, il Genovesato era il dominio di Genova in senso stretto. Oggi il significato del termine viene traslato con il territorio metropolitano, anche se sempre più spesso si tende a perdere l'antico termine privilegiando l'accezione "Genovese".

Attualmente si usa la terminologia "Genovesato" per indicare la parte della Città metropolitana di Genova che gravita maggiormente sul comune capoluogo, e più precisamente il territorio da Camogli a Cogoleto, l'alta val Trebbia, l'alta valle Scrivia, la valle Stura e la val d'Orba, la val Bisagno e la val Polcevera.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Bibliografia su Genova.
Genova Portale Genova: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Genova