Free (gruppo musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Free
Paese d'origine Inghilterra Inghilterra
Genere Hard rock[1]
Blues rock[1]
Periodo di attività musicale 1968-1973
Etichetta A&M Records
Island Records
Album pubblicati 15
Studio 6
Live 1
Raccolte 8
Logo ufficiale
Sito ufficiale

I Free furono un gruppo hard rock britannico formato a Londra nel 1968.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I Free nascono a Londra nel 1968 quando Paul Kossoff (1950 - 1976) e Simon Kirke (1949), rispettivamente chitarrista e batterista dei Black Cat Bones, contattano il cantante Paul Rodgers (1949) dopo averlo visto in azione con la sua blues band, i Brown Sugar. Come bassista viene reclutato il sedicenne Andy Fraser (1952 - 2015). Con la protezione di Alexis Korner (responsabile anche della scelta del nome), i quattro fanno serate in piccoli club creandosi un certo seguito, firmano così per la Island Records e pubblicano il loro esordio: Tons of Sobs. La voce graffiante di Rodgers e i grintosi assoli di Kossoff personalizzano un sound che negli anni a venire non sarà più così energico. Nel secondo album, Free, i toni si fanno infatti più morbidi e pacati concedendo largo spazio alle armonie vocali. Il grande successo arriva comunque con Fire and Water, contenente il brano All Right Now, caratterizzato da un riff di chitarra e un ritornello che li porterà in cima alle classifiche di USA e Regno Unito.

I Free si separano al culmine della carriera, nel 1971, per dedicarsi a progetti diversi con scarso successo per tutti e quattro. Si rimettono quindi insieme nel 1972 e, dopo ripetuti cambi di formazione e i problemi di droga di Kossoff, pubblicano Free at Last (1972) e Heartbreaker (1973). Fraser lascia il gruppo formando gli Sharks e successivamente la Andy Fraser Band e lasciando il posto al bassista giapponese Tetsu Yamauchi, entra anche il tastierista texano John Bundrick già con Johnny Cash, tuttavia il gruppo britannico non riesce a trovare la stabilità per l'abbandono di Kossoff prima della conclusione di Heartbreaker (in alcune date è Rodgers a improvvisarsi chitarrista). In seguito Rodgers e Kirke ritrovano la gloria con i Bad Company, Tetsu si unisce ai Faces e Bundrick intraprende la carriera solista diventando dal 1979 tastierista live degli Who. Kossoff, dopo due anni di cure intensive e quando sembrava essere tornato al meglio (pubblica un album da solista e due con i Back Street Crawler), muore per un attacco cardiaco nel 1976 sull'aereo che lo stava portando a New York.

Dal 1974 al 2002 vengono pubblicate antologie dei Free rimasterizzate e arricchite di inediti e versioni alternative dei loro successi.[2][3]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Ultima[modifica | modifica wikitesto]

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Andy Fraser - basso, piano (1968-1971, 1972)
  • Wendell Richardson - chitarra (1973)
  • Leigh Webster -tastiere (1972)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Live[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

  • 1974 Free Story
  • 1976 Free & Easy, Rough & Ready
  • 1982 Complete Free
  • 1991 All Right Now The Best of
  • 1993 Molten Gold The Anthology
  • 1998 Walk in my Shadow
  • 2000 Songs of Yesterday
  • 2002 The Millennium Collection: The Best of Free

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • DVD: Free Forever (2DVD, 2006)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b allmusic.com - Free
  2. ^ Enciclopedia del Rock Vol. 4, a cura di Gianluca Testani e Mauro Eufrosini, Fazi Editore, 2005
  3. ^ Biografia dei Free, a cura di Piero Scaruffi

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN126811341 · LCCN: (ENn91077208 · ISNI: (EN0000 0001 2248 2547 · GND: (DE5128964-7
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock