Frédéric Back

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior cortometraggio d'animazione 1982
Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior cortometraggio d'animazione 1988

Frédéric Back (Saarbrücken, 8 aprile 1924Montréal, 24 dicembre 2013) è stato un disegnatore, illustratore, animatore, sceneggiatore e regista francese naturalizzato canadese, conosciuto principalmente per i suoi cortometraggi d'animazione.

Con i suoi film animati è stato candidato quattro volte al Premio Oscar e per due volte ha vinto il prestigioso premio cinematografico nella categoria di miglior cortometraggio d'animazione: Crac (1980) e L'uomo che piantava gli alberi (1987).

Ha avuto una lunga carriera lavorativa con la Société Radio-Canada, la versione francofona della Canadian Broadcasting Corporation.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Frederic Back nacque l'8 aprile del 1924 a Saarbrücken, capitale dell'attuale lander tedesco del Saarland, situata al confine con la Francia (all'epoca il medesimo lander costituiva il Protettorato anglo-francese del Saar) ma crebbe a Strasburgo.

Allo scoppio della seconda guerra mondiale, si trasferisce con la sua famiglia a Parigi. Nella capitale francese studia arte prima all'Ècole Estienne, poi all'accademia delle belle arti di Rennes. La prima esposizione dei suoi lavori avviene al Salone della Marina nel 1946.[1]

Nel 1948 si trasferisce in Canada, raggiungendo la sua fidanzata Ghylaine Paquin che si era stabilità a Montreal due anni prima: Ghylaine diventerà sua moglie diversi anni dopo.

Dopo un'esperienza lavorativa come insegnante all'accademia di belle arti del Quebec, nel 1952 viene assunto dalla Société Radio-Canada e con la quale sarà legato professionalmente per l'intero arco della sua carriera: l'emittente radio-televisivo nazionale canadese produrrà i suoi film.

Ha fornito materiale illustrativo per il documentario di Denys Arcand del 1964 Samuel de Champlain (Québec 1603). [1]

È stato anche il creatore della vetrata L'histoire de la musique à Montréal (Storia della musica a Montreal) esposta alla stazione metropolitana di Montreal. L'opera venne inaugurata al pubblico il 20 dicembre 1967 ed è stata la prima opera d'arte commissionata per il servizio metropolitano della capitale del Quebec.

Nel 1989 Frédéric venne insignito del Premio del Governatorato Generale del Canada per la letteratura per ragazzi nella categoria Illustrazione con L'uomo che piantava gli alberi e nello stesso anno venne nominato Cavaliere dell'Ordine Nazionale del Quebec [2]. Nel 1990 è nominato Ufficiale dell'Ordine del Canada.

Nel 1994 Frédérick riceve il Premio del Governatorato Generale delle arti visive alla carriera artistica: il più alto riconoscimento nelle arti dello spettacolo in Canada. Nel 2004 riceve il Premio mediale Eco-Hero al Planet in Focus di Toronto.

Frédéric Back era vegetariano e attivista del diritti degli animali. Sui diritti degli animali affermava:

« Gli animali sono miei amici e io non mangio i miei amici. »

(Frédéric Back)

A dimostrazione della sua posizione, Frédéric Back ha dato conferenze sul tema e partecipava a manifestazioni a sostegno dei diritti degli animali. Inoltre, ha contribuito a fondare la Società Quebecchese per la Difesa degli Animali, una società senza scopo di lucro per la protezione degli animali.

Frederic Back è morto di cancro il 24 dicembre 2013 all'età di 89 anni. [3]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Abracadabra (1970)
  • Inon ou la conquête du feu (1971)
  • La création des oiseaux (1972)
  • Illusion? (1975)
  • Taratata (1977)
  • Tout-rien (1978)
  • Crac (1980)
  • L'uomo che piantava gli alberi (1987)
  • Le Fleuve aux grandes eaux (1993)

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premio Oscar[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine Nazionale del Québec - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Nazionale del Québec
— 1989
Ufficiale dell'Ordine del Canada - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine del Canada
«Un animatore celebre, che è noto per i suoi film d'animazione che riflettono un vero e proprio impegno a proteggere l'ambiente. Creatore di molti film, tra cui "L'uomo che piantava gli alberi", ha guadagnato il rispetto nazionale e internazionale per i suoi sforzi artistici che si occupano di temi del patrimonio, dell'educazione, della musica, della scienza e dell'ecologia.»
— nominato il 20 aprile 1990, investito il 24 ottobre 1990[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN54166735 · ISNI (EN0000 0000 8132 4541 · LCCN (ENn90701283 · GND (DE136108008 · BNF (FRcb12051612c (data)