Fiamma Satta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Fiamma Satta (Roma, 26 agosto 1958) è una giornalista, scrittrice, blogger, autrice e conduttrice radiofonica italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fiamma Satta è una giornalista professionista e scrittrice, autrice e conduttrice radiofonica. Vive e lavora a Roma, ha due figli e si è laureata alla Sapienza in Storia Moderna.[1][2] Ha collaborato al Dizionario Biografico degli Italiani dell’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani e ha firmato, condotto e animato numerosi programmi radiofonici a partire da La strana casa della formica morta (1985) su Rai Radio 2. Nel 1987, grazie all'intuizione di Lidia Motta[3], storica capostruttura di Rai Radio 2, ha creato con Fabio Visca la coppia radiofonica Fabio e Fiamma[4], successivamente riproposta e riconfermata da Sergio Valzania, a lungo direttore di Rai Radio 2. Il sodalizio, terminato nel 2010, ha dato vita a varie formule di programmazione tra le quali soprattutto la popolare diretta quotidiana del mattino Fabio e Fiamma e la trave nell'occhio, come farsi i fatti degli altri senza risolvere i propri, una surreale posta del cuore in chiave di commedia (1995-2005/2010). Ha co-sceneggiato Ma che colpa abbiamo noi (2003) il film di Carlo Verdone nominato al David di Donatello e ai Nastri d’Argento per la miglior sceneggiatura. Dal 2005 al 2016 ha collaborato a Vanity Fair e al suo sito. Dal 2009, sotto la direzione di Carlo Verdelli e la riconferma di Andrea Monti, firma per la La Gazzetta dello Sport una rubrica settimanale e il blog Diversamente affabile, diario di un’invalida leggermente arrabbiata sui temi dell’inciviltà, incontrata e indagata attraverso la sclerosi multipla diagnosticatale nel 1993, impegno per il quale nel 2014 è stata nominata Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Con Visca ha pubblicato Fabio e Fiamma e la trave nell’occhio e Il secondo libro di Fabio e Fiamma (RaiEri 1997 - 2000). Ha inoltre scritto Rose d’amore (Newton Compton 2007), Diario diversamente affabile (ADD 2012) e il romanzo Io e lei - Confessioni della Sclerosi Multipla (Mondadori 2017) nel quale per la prima volta in letteratura la voce narrante e protagonista della vicenda è una malattia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [http://diversamenteaff-abile.gazzetta.it/2010/01/31/la-biografia-di-fiamma- satta/ Biografia di Fiamma Satta in Diversamente affabile], su diversamenteaff-abile.gazzetta.it.
  2. ^ Giorgio dell'Arti e Massimo Parrini, Catalogo dei viventi, Marsilio, 2008, p. 1528.
  3. ^ Lidia Motta, La mia radio, Bulzoni, 2000, pp. 205-207.
  4. ^ Peppino Ortoleva e Barbara Scaramucci, Enciclopedia della radio, Garzanti, 2003, pp. 286-288.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàSBN IT\ICCU\BVEV\051335