Erminio Dones

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Erminio Dones
Erminio Dones en 1919.jpg
Dones nel 1919
Nazionalità Italia Italia
Canottaggio Rowing pictogram.svg
Palmarès
Giochi olimpici 0 1 0
Europei 2 2 3
Per maggiori dettagli vedi qui
Alpinismo Mountaineering pictogram (2).svg
Specialità roccia
1914 Grigne, Ago Teresita (nuova via)
1915 Grigne, Sigaro Dones (nuova via)
1915 Grigne, Torrioni Magnaghi, Spaccatura Dones (nuova via)
1926 Grigne, Dito Dones (nuova via)
Statistiche aggiornate al 23 gennaio 2011

Erminio Dones (Milano, 12 dicembre 1882Zibido San Giacomo, 6 maggio 1945) è stato un canottiere e alpinista italiano, medaglia d'argento nel due di coppia di Canottaggio ai Giochi olimpici di Anversa 1920.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Canottaggio[modifica | modifica wikitesto]

Oltre al titolo di vice campione olimpico[1], in carriera è riuscito a conquistare due titoli europei.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato
1920 Giochi olimpici Belgio Anversa Due di coppia Argento Argento

Altri risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionati europei
  • Bronzo Bronzo: Gand 1905, otto con
  • Bronzo Bronzo: Strasburgo 1907, singolo
  • Bronzo Bronzo: Como 1923, due di coppia

Alpinismo[modifica | modifica wikitesto]

Fu fra i pioneri delle ascensioni sulla Grigna Meridionale (Grignetta)[2] dove vinse nel 1914 con il lecchese Carlo Castelli l'Ago Teresita (che dedicò a una sua sorella) e con i milanesi Eugenio Fasana e Angelo (Gigi) Vassalli, il Sigaro (8 agosto 1915, dopo diversi tentativi) che gli venne dedicato dai compagni di cordata e sul quale nel 1924 eresse una croce in memoria di Angelo Vassalli, caduto in guerra (Monte Pertica, dicembre 1917). Scalò anche il Dito (in seguito Dito Dones) per una nuova via probabilmente nel 1926[3][4][5][6] e altre torri di minore importanza (Torre Andreina, Zucco di Teràl). È inoltre autore, con Angelo Vassalli della prima ascensione della Fessura Ovest dei Torrioni Magnaghi (Spaccatura Dones) e con Carlo Sicola di una variante alla via Ratti al Nibbio (1937).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Società Canottieri Milano, fondata nel 1890 : sessant'anni di vita, Società Canottieri Milano - Milano : s.n., 1954.
  2. ^ Alberto Benini, Piccozze rosse e cavalieri neri - Erminio Dones, il diavolo della Grignetta, in "Archivi di Lecco e della Provincia", XL (2017), nº 2.
  3. ^ (EN) Dito Dones, in Cima-Asso.it, 15 novembre 2013. URL consultato il 9 dicembre 2017.
  4. ^ (EN) Grignetta: attacco ai Magniaghi, in Cima-Asso.it, 9 novembre 2013. URL consultato il 9 dicembre 2017.
  5. ^ Dito Dones (1106 m.s.l.m.) - via Lunga, su toso-mas.blogspot.it. URL consultato il 9 dicembre 2017.
  6. ^ CAI Cusano Milanino 1991  » Grignetta, chi é chi, su caicusanomilanino.it. URL consultato il 9 dicembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]