Ericsson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ericsson
Logo
Stato Svezia Svezia
Tipo Private company
Borse valori NASDAQ: ERIC
OMXERIC B
Fondazione 1876 a Stoccolma
Fondata da Lars Magnus Ericsson
Sede principale Kista, Stoccolma
Persone chiave
Settore telecomunicazioni
Prodotti Reti mobili, reti fisse, IT, cloud, 2G, 3G, 4G, 5G, software e servizi, ICT, managed services
Dipendenti 115000 (2015)
Sito web www.ericsson.com
Vecchio logo
Un antico telefono della Ericsson conservato nel Birmingham Science Museum a Nottingham.

Ericsson (Telefonaktiebolaget LM Ericsson) NASDAQ: ERIC è un'azienda svedese leader mondiale nella fornitura di tecnologie e servizi di comunicazione. Fondata nel 1876 come negozio di riparazione di telegrafi da Lars Magnus Ericsson.

Ericsson è impegnata nella realizzazione della Networked Society – Società Connessa - attraverso soluzioni efficienti che consentono di lavorare, studiare e vivere in totale libertà in un mondo più sostenibile.

Con oltre 115.000 dipendenti e clienti in 180 Paesi, Ericsson fornisce servizi, software e infrastrutture in ambito ICT (Information & Communication Technology) ad operatori di telecomunicazioni, pubblica amministrazione e altre industrie. Ogni giorno oltre il 40% del traffico mobile mondiale passa attraverso le reti Ericsson e sono 2,5 miliardi gli abbonati serviti dalle reti gestite dal Gruppo.

Fin dal 1876, anno della sua fondazione, Ericsson ha promosso il concetto di comunicazione come esigenza basilare degli esseri umani attraverso l’innovazione, la tecnologia e lo sviluppo di soluzioni di business sostenibili. Ericsson è fortemente impegnata in attività di Ricerca & Sviluppo, attraverso la focalizzazione su tecnologie all'avanguardia ad alto valore aggiunto. La R&S è un settore al quale il Gruppo ha da sempre dedicato importanti risorse e investimenti, registrando risultati di eccellenza a livello mondiale con oltre 37.000 brevetti nelle telecomunicazioni.

L'Italia riveste per Ericsson un ruolo strategico quale centro propulsivo alla guida dell’innovazione. Il Gruppo ha sempre riposto grande fiducia nel mercato italiano dell’ICT, come dimostra il costante impegno e la presenza capillare dell’azienda sul territorio a sostegno dell’evoluzione del settore italiano delle telecomunicazioni.

In Italia Ericsson opera dal 1918. Roma è sede del quartier generale del Gruppo Ericsson in Italia.

Sono quasi 100 i brevetti generati dai ricercatori italiani nell’ultimo biennio, che vantano anche diversi record mondiali. Tutto questo è frutto dell’ecosistema virtuoso dell’innovazione che Ericsson contribuisce a far crescere, fungendo da cerniera tra i maggiori centri di ricerca, le istituzioni, le imprese e le università e promuovendo la condivisione di esperienze e lo sviluppo di progetti comuni tra i vari referenti dell’innovazione locale.

Ericsson collabora infatti da anni con alcune delle più prestigiose università italiane, tra cui il Politecnico di Milano, il Politecnico di Torino, la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, l’Università di Genova, La Sapienza, Luiss, Tor Vergata, l’Università di Trento e l’Università di Siena.

Per consolidare l’impegno di Ericsson nel campo della Responsabilità Sociale, nel 2006 nasce la Fondazione  Lars Magnus Ericsson, un ente morale senza fini di lucro finalizzato alla creazione di soluzioni di successo in grado di creare valore nel campo delle telecomunicazioni, al fine di contribuire al progresso umano e civile e migliorare la qualità della vita.

Tra le iniziative della Fondazione rientra il Programma Ego (nato nel 2004), un progetto rivolto a studenti universitari e a startup italiane innovative, nato con l'obiettivo di fornire opportunità di crescita e di sviluppo a nuove iniziative imprenditoriali nel settore delle comunicazioni e delle sue applicazioni. Il Programma EGO ha supportato 25 start-up nel corso delle sette edizioni, con un tasso di successo di oltre il 75%.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]