Epidendrum nocturnum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Epidendrum nocturnum
Epidendrum nocturnum - 2 fl.jpg
Epidendrum nocturnum
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Sottoclasse Liliidae
Ordine Orchidales
Famiglia Orchidaceae
Sottofamiglia Epidendroideae
Tribù Epidendreae
Sottotribù Laeliinae
Genere Epidendrum
Specie E. nocturnum
Classificazione APG
Ordine Asparagales
Famiglia Orchidaceae
Nomenclatura binomiale
Epidendrum nocturnum
Jacq., 1760
Sinonimi

vedi testo[1]

Epidendrum nocturnum Jacq.., 1788, è una pianta della famiglia delle Orchidaceae originaria dell'America tropicale.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È un'orchidea di grandi dimensioni che cresce epifita sugli alberi della foresta tropicale montana, ma anche litofita alle più alte quote. E. nocturnum presenta steli eretti, compressi, simili a canne, avvolti alla base da poche guaine tubolari, scabre, acuminate, coperti nella parte superiore da molte foglie sessili, piuttosto coriacee, di forma da oblungo-linare a oblungo-ligulata, ad apice acuto. La fioritura avviene in estate, mediante un'infiorescenza terminale, racemosa e occasionalmente ramificata non più lunga di pochi centimetri portante pochi fiori. Questi sono molto appariscenti, grandi da 7 fino a 13 centimetri, emettono un gradevole profumo la notte (da cui il nome della specie) e hanno petali e sepali strettamente lanceolati con apici decisamente acuti, di colore verde con labello bianco, imbutiforme, trilobato con il lobo centrale di forma particolarmente allungata[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è originaria dell'America, in particolare di Florida, Bahamas, Porto Rico, Isole Antille (sia Sopravento che Sottovento), Haiti, Repubblica Dominicana, Cuba, Giamaica, Isole Cayman, Trinidad e Tobago, Messico, Guatemala, Belize, El Salvador, Honduras, Nicaragua, Costa Rica, Panama, Colombia, Venezuela, Guyana, Suriname, Brasile, Perù e Bolivia, dove cresce epifita sugli alberi della foresta tropicale umida montana, oppure alle più alte quote litofita su detriti rocciosi, a quote da 100 a 2000 metri sul livello del mare[2].

Sinonimi[modifica | modifica wikitesto]

Nyctosma nocturna (Jacq.) Raf., 1837
Auliza nocturna (Jacq.) Small, 1913
Amphiglottis nocturna (Jacq.) Britton, 1924
Epidendrum carolinianum Lam., 1783
Epidendrum discolor A.Rich. & Galeotti, 1845
Epidendrum bahiense Rchb.f., 1859
Epidendrum leucarachne Schltr., 1920
Epidendrum oliganthum Schltr., 1921
Epidendrum nocturnum var. minor Schltr., 1924
Epidendrum nocturnum var. angustifolium Stehlé, 1939
Epidendrum nocturnum var. taguatingense Brieger & Bicalho, 1977

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Questa pianta è bene coltivata a mezz'ombra, a temperature miti per tutto il corso dell'anno, durante la fioritura gradisce temperature più elevate e frequenti irrigazioni[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Epidendrum nocturnum, in World Checklist of Orchidaceae, Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato l'11 aprile 2014.
  2. ^ a b c Epidendrum nocturnum, in Internet Orchid Species Photo Encyclopedia. URL consultato l'11 aprile 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica