Engelsmanplaat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Engelsmanplaat
Engelsman-plaat Aug 2009 028.JPG
Bassa marea a Engelsmanplaat
Geografia fisica
Coordinate53°27′09″N 6°03′01″E / 53.4525°N 6.050278°E53.4525; 6.050278Coordinate: 53°27′09″N 6°03′01″E / 53.4525°N 6.050278°E53.4525; 6.050278
ArcipelagoIsole Frisone Occidentali
Superficie0,8 km²
Geografia politica
NazionePaesi Bassi Paesi Bassi
ProvinciaFrisian flag.svg Frisia
ComuneDongeradeel
Demografia
AbitantiDisabitata
Cartografia
Mappa di localizzazione: Paesi Bassi
Engelsmanplaat
Engelsmanplaat
voci di isole dei Paesi Bassi presenti su Wikipedia

Engelsmanplaat (in frisone De Kalkman) è una piccola isola dei Paesi Bassi situata nel Mare dei Wadden costituita da un banco di sabbia. Fa parte della municipalità di Dongeradeel nella provincia della Frisia. Geograficamente l'isola fa parte dell'Arcipelago delle Isole Frisone Occidentali situata a nord del paese. L'isola è situata tra le isole di Ameland e Schiermonnikoog, è protetta dalla forza del mare aperto dalle dune dell'antistante isola di Rif e dista circa 5 km dalla costa continentale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso del tempo l'isola, da sempre disabitata, si è ridotta di dimensioni. Dal 1500, quando era ancora abbastanza grande, ha subito una grande erosione, anche a causa dell'opera umana. La chiusura nel 1969 del Lauwerszee, ha avuto una grande influenza su tutti i banchi di sabbia tra Ameland e Schiermonnikoog, e quindi su Engelsmanplaat. A partire dal 1985, l'erosione si è particolarmente accentuata nel lato orientale, facendo ipotizzare che l'isola potrebbe scomparire completamente per la fine del XXI secolo.

Nel corso dei secoli, l'isola è stata conosciuta con diversi nomi. Sulle vecchie carte appare con i nomi Ingelsche Plaet, Langhe Sandt, 't Hooge Sandt, Hooghe Bench e Jouerman. L'attuale nome risale probabilmente a un evento che ha avuto luogo nel 1708: in quell'anno, la barca da pesca di conchiglie Feye Willems Engelsman affondò nei pressi dell'isola. Tutt'oggi è ancora possibile vedere alcuni resti del relitto.

L'isola è stata riserva naturale dal 1973 al 1991 mentre oggi è accessibile ed è una destinazione privilegiata per gli appassionati di mudflat hiking.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

L'isola gioca un ruolo importante per la nidificazione ed il riposo degli uccelli migratori. Vi si trovano normalmente il piovanello tridattilo, il voltapietre, il piovanello pancianera, la sterna comune e la sterna artica.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(NL) Jan Abrahamse, Engelsmanplaat, su noorderbreedte.nl. URL consultato il 1º febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2008).