Don Doko Don

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Don Doko Don
Sviluppo Taito
Pubblicazione Taito
Data di pubblicazione Arcade:
Giappone luglio 1989

NES:
Giappone 9 marzo 1990

TurboGrafx-16:
Giappone 31 maggio 1990
Genere Piattaforme, azione
Tema Fantasy
Modalità di gioco Giocatore singolo, multigiocatore
Piattaforma Arcade, NES, TurboGrafx-16
Supporto Cartuccia
Periferiche di input Gamepad
Specifiche arcade
Periferica di input Joystick

Don Doko Don (ドンドコドン?) è un videogioco a piattaforme e d'azione sviluppato e pubblicato dalla Taito nel 1989.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è molto semplice: bisogna tramortire i nemici col martello e poi scagliarli contro un muro. I migliori punteggi si ottengono scagliando un nemico contro un altro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il drago malvagio ha rapito la principessa. I due coraggiosi falegnami Bob e Jim si sono offerti di salvarla dal drago e i suoi vili scagnozzi.

Mondi[modifica | modifica wikitesto]

Nel gioco ci sono 5 mondi:

  • Mondo della Foresta
  • Mondo dei Dolci
  • Mondo del Ghiaccio
  • Mondo delle Favole
  • Mondo del Castello

Nemici[modifica | modifica wikitesto]

Qui sotto sono riportati i nomi dei nemici:

  • Kinokons
  • Kinokong
  • Rabbit
  • Pegums
  • Iwanger
  • Rapet
  • Cookman
  • Rakot A
  • Rakot B
  • Rakot C
  • Rowler
  • Yeti
  • Hiruda
  • Pinguins
  • Crystal-Man
  • King
  • Kards
  • Pieron
  • Miniman
  • Golem
  • Bishop
  • Ghost
  • Chaos
  • Worm

Dettagli[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è composto da 50 livelli.

Elementi caratteristici e somiglianze[modifica | modifica wikitesto]

L'elemento caratteristico del gioco è la semplicità, inoltre il Bruco è tratto da un altro videogioco, Fairyland Story.

Supporti[modifica | modifica wikitesto]

Nel gioco c'è un piccolo ma utile supporto, si tratta di un Frutto Spinato che rimbalza, ma può diventare un ostacolo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi