Don Doko Don

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Don Doko Don
videogioco
Piattaforma Arcade, NES, TurboGrafx-16
Data di pubblicazione Arcade:
Giappone luglio 1989

NES:
Giappone 9 marzo 1990

TurboGrafx-16:
Giappone 31 maggio 1990
Genere Piattaforme, azione
Tema Fantasy
Sviluppo Taito
Pubblicazione Taito
Modalità di gioco Giocatore singolo, multigiocatore
Periferiche di input Gamepad
Supporto Cartuccia
Specifiche arcade
Periferica di input Joystick

Don Doko Don (ドンドコドン?) è un videogioco a piattaforme e d'azione sviluppato e pubblicato dalla Taito nel 1989.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è molto semplice: bisogna tramortire i nemici col martello e poi scagliarli contro un muro. I migliori punteggi si ottengono scagliando un nemico contro un altro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il drago malvagio ha rapito la principessa. I due coraggiosi falegnami Bob e Jim si sono offerti di salvarla dal drago e i suoi vili scagnozzi.

Mondi[modifica | modifica wikitesto]

Nel gioco ci sono 5 mondi:

  • Mondo della Foresta
  • Mondo dei Dolci
  • Mondo del Ghiaccio
  • Mondo delle Favole
  • Mondo del Castello

Nemici[modifica | modifica wikitesto]

Qui sotto sono riportati i nomi dei nemici:

  • Kinokons
  • Kinokong
  • Rabbit
  • Pegums
  • Iwanger
  • Rapet
  • Cookman
  • Rakot A
  • Rakot B
  • Rakot C
  • Rowler
  • Yeti
  • Hiruda
  • Pinguins
  • Crystal-Man
  • King
  • Kards
  • Pieron
  • Miniman
  • Golem
  • Bishop
  • Ghost
  • Chaos
  • Worm

Dettagli[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è composto da 50 livelli.

Elementi caratteristici e somiglianze[modifica | modifica wikitesto]

L'elemento caratteristico del gioco è la semplicità, inoltre il Bruco è tratto da un altro videogioco, Fairyland Story.

Supporti[modifica | modifica wikitesto]

Nel gioco c'è un piccolo ma utile supporto, si tratta di un Frutto Spinato che rimbalza, ma può diventare un ostacolo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi