Distesa Delfica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La distesa delfica è una zona di spazio dell'universo fantascientifico di Star Trek. Ha un diametro di circa 2000 anni luce, ed è raggiungibile dalla Terra in 3 mesi a curvatura 5. È caratterizzata dalla presenza di numerose anomalie spaziali, ed è la zona dove l'Enterprise NX-01 si è recata nel 2153 alla ricerca degli Xindi. Di conseguenza è l'ambientazione dell'intera terza stagione di Star Trek: Enterprise.

Le anomalie sono generate da 78 oggetti artificiali delle dimensioni di un planetoide, chiamate sfere per la loro forma, create un migliaio di anni fa (i rilevamenti dell'Enterprise le fanno risalire a 1000 anni prima, ovvero al XII secolo) da una specie (i costruttori di sfere) proveniente da una dimensione alternativa, allo scopo di trasformare la distesa in una zona di spazio compatibile per la loro fisiologia. Le sfere sono interconnesse in una rete controllata da sole cinque di esse: la distruzione di una di queste cinque sfere è in grado di far collassare l'intera rete, come accade quando l'Enterprise distrugge la sfera 41, causando il ritorno della distesa alla normalità. L'unico materiale conosciuto in grado di proteggere un'astronave dalle anomalie è il trellium, che tuttavia ha effetti dannosi sulla mente vulcaniana.

Almeno una specie della distesa, i Triannon, venera le sfere e i loro costruttori, considerando la distesa come il dominio prescelto.

Prima dell'Enterprise, poche navi esterne si erano avventurate all'interno della distesa: tra le altre, una nave klingon il cui equipaggio emerse dalla distesa con orribili mutilazioni, e due navi vulcaniane, una delle quali si perse nella distesa per essere in seguito ritrovata dall'Enterprise, e un'altra il cui equipaggio era impazzito quando era emerso dalla distesa. Gli equipaggi di altre navi, non riuscendo ad uscire dalla distesa, si diedero alla pirateria.

Costruttori di sfere[modifica | modifica wikitesto]

I costruttori di sfere sono "esseri transdimensionali" che mirano ad espandersi nel nostro universo, attraverso la costruzione delle sfere e la trasformazione della distesa delfica in un reame compatibile con la loro fisiologia.

Per controllare la trasformazione, usano dei membri della loro specie come cavie (uno di essi, incontrato dall'Enterprise, disse di essere un condannato).

I costruttori di sfere partecipano alla Guerra fredda temporale e possiedono una tecnologia che permette loro di analizzare differenti tracciati temporali. In base alle loro osservazioni temporali capiscono il ruolo fondamentale della Terra e dei terrestri nella fondazione della Federazione, da cui sarebbero stati sconfitti nella battaglia di Procyon V, nel XXVI secolo. Per questo convincono gli Xindi del XXII secolo che la Terra li avrebbe distrutti, e promettendogli una nuova patria li spingono ad un attacco preventivo e alla costruzione di un'arma in grado di distruggere un intero pianeta.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Star Trek Portale Star Trek: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Star Trek