Dirty Pretty Things

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dirty Pretty Things
Dirty Pretty Things.jpg
Paese d'origine Inghilterra Inghilterra
Genere Indie rock
Periodo di attività 2005-2008
Album pubblicati 2
Studio 2
Live 0
Raccolte 0
Sito web

I Dirty Pretty Things sono un gruppo musicale rock inglese fondato nel 2005 da Carl Barât, ex leader del gruppo inglese The Libertines insieme a Pete Doherty, e scioltosi nel settembre 2008.

Storia del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

La formazione del gruppo è stata annunciata nel settembre 2005, dopo che i The Libertines si erano sciolti nell'autunno del 2004 a causa di divergenze personali fra Doherty e Barât.

Carl Barât aveva già lavorato con la casa discografica Vertigo Records e aveva rivelato che il suo nuovo progetto si sarebbe appoggiato a questa.

Didz Hammond annunciò che lasciava il suo gruppo, The Cooper Temple Clause, per entrare a far parte del gruppo con Barât, insieme al batterista dei Libertines Gary Powell e al chitarrista Anthony Rossomando, che aveva sostituito Doherty dopo che questi aveva lasciato i Libertines.

La scelta del nome ha già causato problemi alla band: un quartetto di Salisbury ha suonato con il nome Dirty Pretty Things dai primi di gennaio del 2005, affermando di avere i diritti per quel nome. Un gruppo australiano ha suonato dal 2003 con questo nome, ma ha poi deciso di cambiarlo.

I primi concerti dei Dirty Pretty Things hanno avuto luogo in Italia (ad Ancona, Padova e Bologna) e a Parigi.

Dopo la pubblicazione di 2 album dal modesto successo commerciale, nel settembre del 2008 è stato annunciato lo scioglimento della band.[1]

Nonostante le ripetute smentite di Barât, la decisione di sciogliere la band ha fatto pensare ai più ad una possibile riunione dei Libertines, concretizzatasi nel marzo 2010.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN143873026 · ISNI: (EN0000 0001 2293 585X · GND: (DE10339989-6 · BNF: (FRcb150854522 (data)
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock