Dashon Goldson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dashon Goldson
Dashon Goldson 2015.jpg
Goldson nel 2015
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 93 kg
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Safety
Squadra Atlanta Falcons
Carriera
Giovanili
Washington Huskies
Squadre di club
2007-2012 San Francisco 49ers
2013-2014 T.B. Buccaneers
2015 Washington Redskins
2016- Atlanta Falcons
Palmarès
Selezioni al Pro Bowl 2
All-Pro 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 3 aprile 2015

Dashon Hugh Goldson (Carson, 18 settembre 1984) è un giocatore di football americano statunitense che milita nel ruolo di safety per gli Atlanta Falcons della National Football League (NFL). Fu scelto nel corso del quarto giro (126° assoluto) del Draft NFL 2007 dai San Francisco 49ers. Al college ha giocato a football a Washington.

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

San Francisco 49ers[modifica | modifica wikitesto]

Goldson fu scelto dai San Francisco 49ers nel quarto giro del Draft 2007. Nella sua stagione da rookie disputò dieci partite, facendo registrare 15 tackle come riserva dell'allora safety titolare safety Mark Roman. Nel secondo anno coi 49ers, Goldson mise a segno 21 tackles sempre come riserva.

Stagione 2009[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009, la dirigenza dei 49ers annunciò che Goldson sarebbe partito come free safety come titolare, dando il permesso a Mark Roman di cercare una squadra con cui essere scambiato.

Dashon Goldson fece il suo debutto come titolare contro gli Arizona Cardinals il 13 settembre, dove i 49ers vinsero il debutto stagionale contro gli allora campioni in carica della NFC per 20-16. Nella settimana 2, Goldson fece registrare il suo primo intercetto in carriera dopo un passaggio deviato da Nate Burleson. Il 2009 si dimostrò un anno produttivo nel quale Goldson, where Goldson guidò i Niners con 4 intercetti e forzò tre fumble. La sua prima stagione da titolare si concluse con 94 tackle, 2 sack, 6 passaggi deviati e 4 intercetti.

Stagione 2010[modifica | modifica wikitesto]

Goldson faticò per la maggior parte della stagione 2010, mancando tackle e non forzando palle parse quanto nel 2009, terminando con 59 tackles e un intercetto.

Stagione 2011[modifica | modifica wikitesto]

Prima dell'inizio della stagione Dashon divenne un unrestricted free agent e fece visita ai New England Patriots. Alla fine deciso però di firmare un nuovo contratto annuale coi 49ers. Quella stagione fu selezionato per il primo Pro Bowl in carriera, giungendo secondo nelle votazioni della NFC dietro Earl Thomas. Quell'anno ebbe un primato in carriera di 6 intercetti e 9 passaggi deviati nella stagione regolare, imponendosi come una delle safety più pericolose della NFL. Nei playoff, Dashon intercettò un passaggio di Drew Brees ritornandolo fino ai pressi della goal line, con Alex Smith che concluse l'azione con un passaggio da touchdown per Michael Crabtree che diede ai Niners un vantaggio di 14-0 nel primo quarto.

Stagione 2012[modifica | modifica wikitesto]

Il primo intercetto stagionale Goldson lo mise a segno nella seconda settimana contro Matthew Stafford dei Detroit Lions[1]. Altri due li fece registrare nella settimana 7 contro i Seattle Seahawks[2] e nella settimana 11 contro i Chicago Bears[3]. Il 26 dicembre fu convocato per il secondo Pro Bowl in carriera come titolare della NFC[4]. Il 12 gennaio 2013 fu inserito per la prima volta nel First-team All-Pro[5]. A fine anno fu classificato al numero 97 nella classifica dei migliori cento giocatori della stagione[6].

Tampa Bay Buccaneers[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 marzo 2013, Goldson firmò in qualità di free agent un contratto quinquennale coi Tampa Bay Buccaneers del valore di 8,25 milioni di dollari l'anno, inclusi 22 milioni garantiti[7]. Il 17 settembre, il giocatore fu sospeso per una gara dalla lega per un colpo irregolare avvenuto nella settimana 2 contro Darren Sproles dei New Orleans Saints[8]. I Buccaneers si appellarono a questa decisione così la squalifica fu commutata in una multa da 100.000 dollari, pareggiando la cifra massima della storia. Il primo intercetto con la nuova maglia lo fece registrare nella vittoria della settimana 10 sui Falcons[9].

Washington Redskins[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 aprile 2015, Goldson fu scambiato coi Washington Redskins per una scelta del sesto giro del draft[10]. Fu svincolato il 7 marzo 2016.

Atlanta Falcons[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 agosto 2016, Goldson firmò con gli Atlanta Falcons.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Franchigia[modifica | modifica wikitesto]

San Francisco 49ers: 2012
Atlanta Falcons: 2016

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2011, 2012
2012

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Tackle totali 499
Sack 3,0
Intercetti 15
Fumble forzati 6

Statistiche aggiornate alla stagione 2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Game Center: Detroit 19 San Francisco 27, NFL.com, 16 settembre. URL consultato il 17 settembre 2012.
  2. ^ (EN) Game Center: Seattle 6 San Francisco 13, NFL.com, 18 ottobre 2012. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  3. ^ (EN) Game Center: Chicago 7 San Francisco 32, NFL.com, 19 novembre 2012. URL consultato il 20 novembre 2012.
  4. ^ (EN) 2013 Pro Bowl rosters, NFL.com, 26 dicembre 2012. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  5. ^ (EN) All-Pro Team headlined by Adrian Peterson, J.J. Watt, NFL.com, 12 gennaio 2013. URL consultato il 12 gennaio 2013.
  6. ^ (EN) Top 100 Players of 2013, NFL.com, 25 aprile 2013. URL consultato il 28 aprile 2013.
  7. ^ (EN) Dashon Goldson, Buccaneers agree to terms, NFL.com, 13 marzo 2013. URL consultato il 13 marzo 2013.
  8. ^ (EN) Dashon Goldson suspended one game by NFL for hit, NFL.com, 17 settembre 2013. URL consultato il 17 settembre 2013.
  9. ^ (EN) Game Center: Atlanta 28 Tampa Bay 41, NFL.com, 17 novembre 2013. URL consultato il 18 novembre 2013.
  10. ^ (EN) Dashon Goldson traded from Buccaneers to Redskins, NFL.com, 3 aprile 2015. URL consultato il 3 aprile 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]