Daniele Finzi Pasca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Daniele Finzi Pasca (Lugano, 10 gennaio 1964) è un attore, regista e coreografo svizzero.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce e cresce a Lugano, in una famiglia di fotografi da varie generazioni. Si avvicina inizialmente al mondo del circo grazie alle esperienze vissute come ginnasta, muovendo i primi passi sulla scena.

Nel 1983 parte per l'India dove lavora come volontario per un progetto di assistenza ai malati in fase terminale. Al suo rientro in Svizzera, fonda il Teatro Sunil, compagnia in cui elabora una visione della clowneria, della danza e del gioco, collaborando con Maria Bonzanigo e suo fratello Marco. Questa tecnica teatrale viene battezzata da loro stessi teatro della carezza.

Sconta un breve periodo di carcerazione, per obiezione di coscienza, durante il quale scrive lo spettacolo Icaro, un monologo che interpretato dallo stesso Daniele, recitato in sei diverse lingue da 20 anni, ha fatto il giro del mondo con più di 700 rappresentazioni[senza fonte], definendo l’essenza dello stile e dell'estetica del Teatro Sunil. Successivamente crea e dirige una ventina di spettacoli all’interno del Teatro Sunil, tra cui Rituale, Viaggio al Confine, Dialoghi col Sonno, Percossi Obbligati, Giacobbe, 1337, Aitestas e Visitatio. Quest’ultimo in coproduzione con Carbone 14 di Montréal.

Nel 2003 scrive e dirige Te Amo, una produzione di Poramor Producciones e Teatro Sunil.

Per il Cirque Éloize, crea nel 2002 Nomade - La nuit, le ciel est plus grand e Rain - Comme une pluie dans tes yeux [1]l'anno seguente. Per quest’ultimo spettacolo, viene nominato come migliore regista per il Drama Desk Award a New York. Nel 2005, scrive e dirige lo spettacolo Corteo del Cirque du Soleil.

Daniele fu anche l'autore e regista della Cerimonia di chiusura dei XX Giochi olimpici invernali. Si è inoltre aggiudicato il premio Swiss Award 2006 nella categoria spettacolo. Nel 2007, crea Nebbia, uno spettacolo coprodotto dal Cirque Éloize ed il Teatro Sunil. Edizioni Casagrande ha pubblicato una raccolta di racconti intitolata Come Acqua allo specchio ed il testo dello spettacolo Viaggio al Confine.

L’anno 2008 debutta con l’attribuzione del Premio Svizzero per la Scena e con la candidatura al XIII Premio Europa Nuove Realtà Teatrali. Nel 2009, fonda con Julie Hamelin Inlevitas, una nuova compagnia dedita alla creazione e allo sviluppo di diversi progetti artistici tra i quali l’opera, il teatro acrobatico ed il cinema. Il primo progetto di Inlevitas è stata la creazione dell’opera L’Amour de Loin per l’English National Opera di Londra nel mese di luglio, progetto ripreso in Belgio nel 2010 e a Toronto nel 2012. Inoltre hanno pubblicato il libro Daniele Finzi Pasca: teatro della carezza, scritto da Facundo Ponce de Leon nel 2009.

Nel 2009-2010, Inlevitas coproduce Donka, una lettera a Čechov creato da Daniele per il 150º anniversario della nascita di Anton Čechov, prodotto dal Chekhov International Theatre Festival di Mosca e dalla Compagnia Finzi Pasca.

Nel giugno 2011 Daniele Finzi Pasca cura la messa in scena dell´Aida di Giuseppe Verdi, prodotta dal Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, sotto la direzione del Maestro Valery Gergiev. Nel luglio 2011 cura la messa in scena di Pagliacci di Ruggero Leoncavallo, prodotta dal Teatro San Carlo di Napoli, sotto la direzione del Maestro Donato Renzetti. Nello stesso anno fonda la Compagnia Finzi Pasca[2] insieme a Antonio Vergamini, Hugo Gargiulo, Julie Hamelin e Maria Bonzanigo, intrecciando in questo modo la storia del Teatro Sunil e quella di Inlevitas.

Nel 2012 La Compagnia Finzi Pasca crea lo spettacolo La Verità scritto e diretto da Daniele.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Trad.Fra "Nomade - Di notte, il cielo è a pioggia - Come la pioggia nei tuoi occhi"
  2. ^ Sito ufficiale della Compagnia Finzi Pasca

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN103283759 · LCCN: (ENn88003800 · ISNI: (EN0000 0000 7830 4259 · GND: (DE139961917 · BNF: (FRcb120755443 (data)