Dagli Appennini alle Ande (miniserie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dagli Appennini alle Ande
PaeseItalia, Germania, Argentina
Anno1990
Formatominiserie TV
Generedrammatico
Puntate3 Modifica su Wikidata
Durata300 min. (totale)
Lingua originaleitaliano
Rapporto1,33:1
Crediti
RegiaPino Passalacqua
SoggettoEdmondo De Amicis
SceneggiaturaRoberta Colombo, Ennio De Concini. Pino Passalacqua, Lidia Ravera
Interpreti e personaggi
FotografiaLeonardo Rodríguez Solís
MontaggioMassimo Latini
MusicheLuis Bacalov
ScenografiaEmilio Basaldua, Elena Ricci Poccetto
CostumiMario Carlini
ProduttoreSandro Parenzo, Hector Olivera
Produttore esecutivoAlex Sessa
Prima visione
Dal3 ottobre 1990
Al16 ottobre 1990
Rete televisivaCanale 5

Dagli Appennini alle Ande è una miniserie televisiva italiana del 1990, diretta da Pino Passalacqua e con protagonista Umberto Caglini.[1][2][3][4]
Nel cast anche Giuliano Gemma, María del Carmen San Martín e Constanze Engelbrecht.[1][2][3][4]

La miniserie, trasmessa in tre puntate da Canale 5 a partire dal 3 ottobre 1990[1][2], è ispirata dall'omonimo racconto tratto dal libro Cuore (1886) di Edmondo De Amicis, di cui costituisce una libera trasposizione in chiave moderna.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Marco Vigano, un ragazzino di 13 anni che vive in Svizzera con il padre, l'Ing. Vittorio Vigano, dopo aver visto durante un viaggio a Venezia un reportage sui desaparecidos, decide un giorno di partire per l'Argentina alla ricerca della madre, scomparsa negli anni settanta durante la dittatura militare.

Titoli della miniserie in altri Paesi[modifica | modifica wikitesto]

  • Germania: Marco – Über Meere und Berge

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione