Contrazione (gruppo musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Contrazione
Paese d'origineItalia Italia
GenereHardcore punk
Periodo di attività musicale1983 – 1987
Album pubblicati3
Studio2
Raccolte1

I Contrazione sono stati un gruppo musicale Hardcore punk attivo a Torino negli anni ottanta. Assieme ad altri gruppi, quali Nerorgasmo, Indigesti, Declino, Peggio Punx ed altri, hanno costituito la base della scena hardcore punk torinese e piemontese dell'epoca e furono esponenti di primo piano di quello che fanzine e riviste come Maximumrocknroll definirono Italian hardcore.

Storia del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

1983: Origini e formazione del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

I Contrazione si formarono nel marzo del 1983 a Torino. Inizialmente formato da tre ex membri dei Fiori del Male, Luca alla chitarra, Papalla al basso ed Antonio alla batteria, assieme a Sergio Tosato, che proveniva dai 5° Braccio, a Piero al sassofono, a Mara Caberlin e ad Antonio alle voci, il gruppo si costituì fin dall'inizio come collettivo con l'intento di sostenere tematiche che andavano dall'autogestione all'autoproduzione, senza trascurare una spiccata propensione alla critica sociale[1]. Già nel giugno del 1983, parteciparono al festival dell'autonomia di Bologna, uno dei pochi concerti effettuati con la formazione originaria, che con l'abbandono di Luca, Carlo, Papalla e Piero vede subentrare alla batteria Claudio, precedentemente impegnato con i Kollettivo, Massimo, sempre proveniente dai Fiori del Male e Gianpiero Capra dei Kina.

1984: Le prime pubblicazioni e lo scioglimento[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio del 1984 il gruppo partecipa alla compilazione su cassetta Tra il sogno e la Realtà, pubblicata dalla Subvert.

Sempre nel 1984 l'ingresso nel gruppo di Stefano Giaccone dei Franti, segna il sodalizio fra le due band, che portò poi alla realizzazione della loro prima produzione discografica, lo split album autoprodotto dal titolo Contrazione / Franti[1]. Il disco, ben recensito dalla fanzine Maximumrocknroll di San Francisco, fruttò loro l'invito della statunitense R Radical Records di Dave Dictor dei MDC, a partecipare al doppio album compilazione International P.E.A.C.E. Benefit Compilation, che vedeva fra gli altri band come Crass, D.O.A., Dirty Rotten Imbeciles, Septic Death, Conflict, Reagan Youth, White Lies, Subhumans, Dead Kennedys, Butthole Surfers, ma anche altri gruppi della scena italiana come Declino, Peggio Punx, Wretched, Negazione, Impact, Cheetah Chrome Motherfuckers e RAF Punk. La compilazione uscì in collaborazione con Maximumrocknroll, che mensilmente teneva una rubrica sulla scena hardcore punk italiana. Al disco seguì poi un tour europeo che vide il suo apice con tre concerti consecutivi a Berlino[1].

Nel 1985 esce l'album Cineocchio! Storia E Memoria prodotto dalla BluBus.

Il gruppo si scioglie dopo i concerti del 27 maggio al Tuwat di Carpi e del 2 giugno al Teatro Massaua di Vignola

I Contrazione dopo i Contrazione[modifica | modifica wikitesto]

Subito dopo lo scioglimento dei Contrazione, alcuni membri del gruppo, entrarono a far parte del collettivo Avaria, artefici della successiva occupazione di El Paso Occupato.

Negli anni a seguire molti loro brani furono inseriti in compilazioni da etichette hardcore punk.

Nel 2006 i Contrazione pubblicarono l'album 1983/85 - Storia & Memoria per la Nautilus.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Split album[modifica | modifica wikitesto]

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

  • ---- - Punk Made In Italy (cassetta, Pattume & Rivolta Records)
  • 1984 - Tra Il Sogno E La Realtà (cassetta, Subvert)
  • 1984 - International P.E.A.C.E. Benefit Compilation (2xLP, R Radical Records)
  • 1994 - Prima Della Seconda Repubblica (cassetta, Provincia Attiva)
  • 1997 - All'Ombra Della Mole - Torino 1982 / 85 (cassetta)
  • 1998 - Network of Friends Vol. 2 (2xLP, Plastic Bomb Records, Ataque Sonoro)
  • 2005 - Hate / Love (2xCD, LoveHate80, SOA Records, Mele Marce Records)
  • 2005 - Punk In Italia (CD)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Diego Nozza, Hardcore. Introduzione al punk italiano degli anni ottanta, Fano, Edizioni crac, 2011, ISBN 978-88-97389-02-6.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]