Maximumrocknroll

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando album dei NOFX, vedi Maximum Rocknroll.
Maximumrocknroll
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Linguainglese
Periodicitàmensile[1]
Generemusicale
FondatoreTim Yohannan
Fondazione1982[1]
SedeSan Francisco, CA
Editoreautoprodotto[1]
Diffusione cartaceamondiale[1]
DirettoreArwen Curry, Mike Thorn[2]
ISSN0743-3530[2] ([2]&lang=it WC · [2] ACNP)
Sito websito ufficiale
 

Maximumrocknroll, scritto a volte come Maximum Rocknroll o abbreviato in MRR, è una fanzine distribuita a livello mondiale, non a fine di lucro[1] con base a San Francisco. Contiene interviste, cronache e recensioni da contributori internazionali. Assieme a Punk Planet e HeartattaCk, Maximum RocknRoll è considerato avere una grandissima importanza nella scena punk, non solo grazie alla sua ampia distribuzione, ma soprattutto grazie alla sua presenza costante ed ideologica nella cultura punk degli ultimi tre decenni[3].

Storia di Maximumrocknroll[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente programma radiofonico di Berkeley e creato nel 1977,[1] è fondato come fanzine nel 1982 da Tim Yohannon come booklet della compilation in LP Not So Quiet On the Western Front, pubblicata dall'etichetta discografica dei Dead Kennedys, la Alternative Tentacles.[1] La raccolta conteneva 47 gruppi del Nevada e della California settentrionale.[1]

I primi numeri della rivista si concentrano soprattutto sui gruppi locali e gli avvenimenti degli MDC. La copertura si amplia poi nell'intero continente e, a partire dalla quinta pubblicazione, si occupa anche delle scene punk underground brasiliane e olandesi. Negli anni ottanta, MRR è uno dei pochi fanzine statunitensi ad insistere nelle potenzialità internazionali del movimento punk e a occuparsi delle scene locali del mondo intero, con una importante presenza di report e recensioni anche della scena italiana. Sorpassate le 300 pubblicazioni, continua a includere contenuti internazionali e ad avere una forte tendenza politica.[1] Nella fanzine sono poi presenti reportage su dischi, demo, libri, film, video ed altre fanzine.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i (EN) Sito ufficiale, su maximumrocknroll.com. URL consultato il 7 agosto 2008 (archiviato dall'url originale il 7 agosto 2008).
  2. ^ a b (EN) Pagina su Maximumrocknroll, Alternative Press. URL consultato il 7 agosto 2008.
  3. ^ Jason Heller, With zines, the ’90s punk scene had a living history · Fear Of A Punk Decade · The A.V. Club, Mobile.avclub.com. URL consultato il 21 maggio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]