Concerto per pianoforte e orchestra n. 27 (Mozart)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Concerto per pianoforte e orchestra n. 27
CompositoreWolfgang Amadeus Mozart
TonalitàSi bemolle maggiore
Tipo di composizioneConcerto
Numero d'operaK 595
Epoca di composizioneVienna, 5 gennaio 1791
Prima esecuzioneVienna, 4 marzo 1791
PubblicazioneArtaria, Vienna, 13 agosto 1791
AutografoBibloteka Jagiellońska, Cracovia
Durata media28 minuti
Organico
Movimenti

3 movimenti:

  • Allegro (4/4, Si bemolle maggiore)
  • Larghetto (2/2, Mi bemolle maggiore)
  • Allegro (6/8, Si bemolle maggiore)

Mozart riporta nel catalogo manoscritto delle sue opere di avere terminato la composizione del concerto per pianoforte e orchestra n. 27 in Si bemolle maggiore K 595 il 5 gennaio 1791.

L'opera fu eseguita a Vienna, il 4 marzo dello stesso anno, e quindi ben due mesi dopo averla terminata. Ciò non era nello stile di Mozart, il cui lavoro veniva di solito terminato poco prima di essere eseguito in pubblico. Questo fatto ha dato adito a due possibili interpretazioni: la prima: che non avesse alcun committente e che il concerto fosse stato scritto per poterlo usare in una accademia (concerti a sottoscrizione); la seconda: che il concerto fosse stato commissionato da un allievo.

Ad avvalorare questa teoria anche la difficoltà tecnica limitata, in quanto i concerti di Mozart scritti per "uso personale" sono difficili, e la presenza di cadenze scritte (cosa strana perché era uso improvvisarle).

Del concerto, infatti, ci sono rimaste le cadenze originali di Mozart per il primo e terzo movimento.

Caratteristica di questa, così come delle altre opere scritte durante l'ultimo anno di vita del compositore viennese, è la presenza di elementi stilistici peculiari quali, ad esempio, il carattere interiore dei motivi melodici, l'organizzazione dei temi e dei movimenti molto complessa, l'uso di temi "pastorali" nel finale.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Minardi, Gian Paolo. I Concerti per pianoforte e orchestra di Mozart, Pordenone, Studio Tesi, 1990 ISBN 88-7692-245-8
  • Rattalino, Piero. Il concerto per pianoforte e orchestra, Firenze, Giunti Ricordi, 1988 ISBN 88-09-20117-5
Controllo di autoritàVIAF (EN182259078 · LCCN (ENn82020264 · GND (DE300109040 · BNF (FRcb14824133q (data) · NLA (EN35361175
Musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica