Claudio De Tommasi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo calciatore, vedi Claudio De Tommasi (calciatore).

Claudio De Tommasi (Roma, 6 gennaio 1960) è un disc jockey, conduttore televisivo, conduttore radiofonico, e produttore di elettronica italiano esperto di rhythm'n'blues, rock, pop ed elettronica. Si è esibito in vari club europei.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha esordito nel 1982 sulla terza rete della TV di Stato italiana RAI, presentando la prima trasmissione musicale del neonato canale, che faceva da traino al TG3 delle ore 19, L'Orecchiocchio, nel cui logo compariva la scritta TV3, che riprendeva la sigla dell'inizio e della fine delle trasmissioni, con tanto di orecchio e occhio, in riferimento alla musica da sentire e vedere, grazie alla diffusione sempre più crescente dei video musicali. Successivamente, il programma fu condotto da Guido Cavalleri.

De Tommasi si trasferì su Videomusic, dove arrivò come quinto vj, subito dopo Rick Hutton, Clive Griffiths, Johnny Parker e Tiziana Cappetti. Qui curò l'intero palinsesto, riorganizzandolo e reinventandolo con l'aggiunta dei vari "video della settimana", cambiando i criteri di rotazione e scegliendone i contenuti. Curò le dirette dalla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e lavorò per l'organizzazione dei concerti collegati all'evento intervistando oltre trecento ospiti, fra i quali Jack Nicholson, Harrison Ford, Steven Spielberg e Quentin Tarantino. Rimase, come unico conduttore storico, su Videomusic fino all'ultima stagione dell'emittente, cioè almeno fino a metà degli anni novanta partecipando a programmi vari, fra cui Hot Line. Nel 1994 condusse uno speciale sui risultati elettorali con ospiti in studio. Un programma di questa emittente, che va ricordato, è Metropolis, una citazione del film di Fritz Lang, perché in esso il conduttore ha dimostrato di saper coniugare la sua vocazione filosofica e le sue conoscenze in campo musicale con la cultura cinematografica e letteraria; il programma era in bianco e nero, con effetti speciali e inserimenti grafici di spezzoni di film a colori, si svolgeva per le strade di Roma, di notte, in esso v'era una settimanale intervista a un personaggio effettuata nel Caffè Della Pace, e si concludeva sempre con una zoomata sul camion della raccolta rifiuti.

Nel contempo, De Tommasi condusse i programmi "on the road" per Rai 2 Route 66 - Chicago - L.A. - Panamericana - US - Delta Blues negli anni 1992, 1993 e 1995, realizzati da Emerson Gattafoni. Ricordiamo fra gli altri programmi di Claudio De Tommasi trasmessi dalla RAI Notte Rock.

De Tommasi ha poi lavorato a Radio Tre e RaiStereoNotte, è stato responsabile dei palinsesti dell'emittente musicale internazionale The Box e autore per i canali satellitari Jimmy e Super Channel. E ancora, è stato conduttore su Radio Capital e, dal 1999, su Radio Centro Suono, con il programma Microonde.

Nel marzo 2007, Claudio de Tommasi ha pubblicato un brano di musica elettronica dal titolo Magnetron. Negli ultimi anni il conduttore è, con Remo Remotti, Francesco Malcom ed altri artisti, nello staff di ShooTV, una piattaforma televisiva ad alta definizione su internet, non commerciale, che consente di diffondere la creatività e i promuovere i talenti; in essa De Tommasi si occupa di selezionare i brani musicali provenienti da Myspace.

Dalla primavera del 2012, su Rai 5 Claudio De Tommasi lavora per alcuni nuovi programmi televisivi da lui anche scritti e condotti come Road Music, che coniuga i luoghi dell'arte con quelli della musica, e Road Italy, un viaggio nell'Italia degli anni dieci del Duemila per ripercorrerne la tradizione storica e artistica, esaltandone soprattutto la creatività popolare. Quest'ultimo programma, dal taglio agile, ritmico e giovanile, condotto con Emerson Gattafoni e Valeria Cagnoni, viene riproposto anche dalla rete ammiraglia della TV di Stato Rai 1.

Dalla primavera del 2013, De Tommasi, insieme agli altri conduttori e autori, è nuovamente al timone di Road Italy, in una nuova edizione prodotta e trasmessa da Rai 1.

In questi anni il conduttore crea w.standby.tv, una tv musicale tra il digitale web, nonché una radio stand by in fm e web.

Nel 2015 Claudio De Tommasi lancia e conduce su Rai radio2 il programma Bbang - Oltre il muro del suono.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]