Classe T 47

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altre classi navali con lo stesso nome, vedi Classe T.
Classe T 47
Classe Surcouf
EE Surcouf D621.jpg
Il Surcouf (D621) nel 1970
Descrizione generale
Civil and Naval Ensign of France.svg
Tipoescorteur d'escadre
cacciatorpediniere[1]
Numero unità12
Utilizzatore principaleCivil and Naval Ensign of France.svg Marine nationale
CostruttoriDCN
CantiereLorient
Impostazione16/7/1951
Varo3/10/1953
Entrata in servizio1/11/1955
Ammodernamento1961
Fuori servizio6/6/1971
Disarmo5/5/1972
Statoaffondata
Caratteristiche generali
Dislocamento3.750 t.
Lunghezza128,6 m
Larghezza12,71 m
Pescaggio5,4 m
Propulsione2 turbine a vapore Parsons, 4 caldaie, 63.000 cv, 2 eliche
Velocità34 nodi (63 km/h)
Autonomia5.000 mn a 18 kn
Capacità di carico800 t di olio combustibile
Equipaggio19 ufficiali e 328 marinai
Equipaggiamento
Sensori di bordo1 radar de veille aérienne DRBV-20A
1 radar de veille surface et navigation DRBV-30
1 radar de veille combinée DRBV-11
2 radars de conduite de tir (1 DRBC-11 + 1 DRBC-30)
Détection ASM : DUBV 1B et DUBA 1B.
Armamento
Artiglieria6 cannoni da 127 mm antiaerei (II x 3)
6 cannoni da 57 mm antiaerei (II x 3)
4 affusti da 20 mm antiaerei (I x 2)
Siluri12 tubi lanciasiluri da 550 mm (III x 4) per siluri normali e ASW
Note
i dati si riferiscono al Surcouf (D621)

i dati sono tratti da netmarine.com

voci di classi di cacciatorpediniere presenti su Wikipedia

La classe T 47, detta anche classe Surcouf (dal nome dell'unità capoclasse), è stata la prima classe di navi prodotta dall'industria navale francese per la Marine nationale dopo la fine della seconda guerra mondiale. Le navi della classe T 47, secondo la nomenclatura navale francese dell'epoca, erano classificate escorteurs d'escadre[1], erano contraddistinte dal pennant number D ed erano equiparabili a dei cacciatorpediniere.

Concezione[modifica | modifica wikitesto]

Dodici navi sono state costruite tra il 1955 e il 1957. Questa classe era derivata dai cacciatorpediniere della classe Mogador entrati in servizio nel 1939-1940.

L'armamento dei «T 47» era polivalente, antinave, antiaereo e antisottomarino. Le navi furono concepite per servire essenzialmente da scorta a una forza navale comprendente una portaerei, da qui la nuova denominazione di escorteur d'escadre più conforme alla loro missione, rispetto a quella di cacciatorpediniere.

Le navi furono modernizzate negli anni 60 per diventare unità missilestiche. Tutte le unità furono disarmate negli anni 80, le unità antiaeree furono sostituite dalle Suffren e dalle Cassard mentre le unità ASW furono sostituite dall'Aconit, dalle Tourville e dalle Georges Leygues.

Modernizzazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Tre unità (Surcouf, Cassard e Chevalier Paul) furono trasformate in conducteurs de flottille tra il 1960 e il 1962. Le trasformazioni hanno essenzialmente portato su un ingrandimento del ponte posteriore per poter accogliere a bordo lo stato maggiore di un ammiraglio. La torretta avanti da 57 mm e le due piattaforme di tubi lanciasiluri da 550 mm, poste a poppa, furono sbarcate. Per l'ammiraglio, un appartamento fu aggiunto nel blocco della passerella, così come un rifugio vetrato al posto della torretta da 57 mm. Armamento:
    • 3 torrette doppie da 127 mm
    • 2 torrette doppie da 57 mm
    • 2 cannoni da 20 mm
    • 2 piattaforme triple di tubi lanciasiluri ASW 550 mm
  • Quattro unità (Bouvet, Kersaint, Dupetit-Thouars e Du Chayla) furono trasformate tra il 1961 e il 1965 per diventare unità missilistiche con i missili mare-aria RIM-24 Tartar. Nel 1957, gli USA proposero di fornire gratuitamente il sistema Tartar per 4 navi, la Francia accetta nel 1960 ma con l'arrivo di de Gaulle al potere, le finanze francesi andarono in attivo e non necessitavano più di una consegna gratuita, solo il primo sistema installato sul Dupetit-Thouars sarà effettivamente gratuito[2]. Dopo questo aggiornamento Tartar l'equipaggio fu ridotto a 277 marinai e il loro armamento era di:
    • 1 rampa singola Tartar MK13 (40 missili imbarcati)
    • 3 torrette doppie da 57 mm
    • 1 lanciarazzi ASW sestuplo da 375 mm
    • 2 piattaforme triple di tubi lanciasiluri ASW 550 mm
  • Cinque unità (D'Estrées, Maillé-Brézé, Vauquelin, Casabianca e Guépratte) furono trasformate a partire dal dicembre 1965 (D'Estrées) per ridivenire operative nel gennaio 1971 (Guépratte) come unità missilistiche per la lotta antisommergibile con i missili Malafon. Dopo questo aggiornamento Malafon il loro armamento era di:

Unità[modifica | modifica wikitesto]

Nome Cantiere navale Varo Ingresso in servizio Modernizzazione Disarmo
D621 Surcouf Arsenale di Lorient 3 ottobre 1953 1º novembre 1955 Conducteur de flottille 5 maggio 1972
D622 Kersaint Arsenale di Lorient 3 ottobre 1953 20 marzo 1956 Missili AA 23 marzo 1984
D623 Cassard Ateliers e cantieri di Bretagna 12 maggio 1953 14 aprile 1956 Conducteur de flottille 1º giugno 1976
D624 Bouvet Arsenale di Lorient 25 settembre 1954 13 maggio 1956 Missili AA 1º giugno 1983
D625 Dupetit-Thouars Arsenale di Brest 4 febbraio 1954 15 settembre 1956 Missili AA 30 agosto 1988
D626 Chevalier Paul Fonderie e cantieri della Gironda 28 luglio 1953 22 dicembre 1956 Conducteur de flottille 1º luglio 1971
D627 Maillé-Brézé Arsenale di Lorient 2 luglio 1955 4 maggio 1957 Missili ASW 1º aprile 1988
D628 Vauquelin Arsenale di Lorient 2 luglio 1955 3 novembre 1956 Missili ASW 6 aprile 1987
D629 D'Estrées Arsenale di Brest 27 novembre 1954 19 marzo 1957 Missili ASW 3 luglio 1985
D630 Du Chayla Arsenale di Brest 27 novembre1954 4 giugno 1957 Missili AA 15 novembre 1991
D631 Casabianca Ateliers e cantieri di Bretagna 13 novembre 1954 4 maggio 1957 Missili ASW 1º dicembre 1984
D632 Guépratte Fonderie e cantieri della Gironda 8 novembre 1954 6 giugno 1957 Missili ASW 5 agosto 1984

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b L'Escorteur non è il cacciatorpediniere di scorta, che in francese si traduce in destroyer d'escorte. Escorteur è un termine generale per indicare una nave incaricata della protezione delle altre navi, dei convogli e delle comunicazioni marittime. La Francia produrrà 4 tipi di escorteurs (con 3 pennant number) differenti : escorteurs d'escadre (D), escorteurs rapides (F), avisos escorteurs (F) e escorteurs côtiers (P). Il termine escorteur sostituirà nella terminologia navale francese, a partire dagli anni anni 50, i precedenti termini di destroyer, contre-torpilleur e torpilleur, che saranno definitivamente abbandonati. In seguito anche il termine escorteur sarà abbandonato, negli anni 70, a profitto dei termini fregata di 1º e 2º rango, avviso e pattugliatore.
  2. ^ (FR) René Carpentier, Les missiles tactiques (PDF), Eurosae, 2001, p. 33.
  3. ^ Lance-roquettes de 375 mm modèle 1972 - site net-marine

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (FR) Jean Moulin, L'escorteur Maillé Brézé, Marines Edition, 1996, pp. 106, ISBN 978-2-909675-07-7.
  • (FR) Robert Dumas e Jean Moulin, Escorteurs d'escadre, Marines Edition, 1997, pp. 280, ISBN 978-2-909675-29-9.
  • (FR) Jean Moulin, L'escorteur d'escadre Maillé-Brézé, Marines Edition, 2010, pp. 95, ISBN 978-2-35743-043-3.
  • (FR) Robert Dumas e Jean Moulin, ESCORTEURS D'ESCADRE, Marines Edition, 2013, pp. 280, ISBN 978-2-35743-109-6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]