Cinque Torri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cinque Torri
Cinque Torri from Passo Falzarego.JPG
Le Cinque Torri viste dal Passo Falzarego. Da destra a sinistra: Torre Grande, Torre del Barancio, Torre Latina, Torre Quarta e Torre Quinta.
StatoItalia Italia
Regione  Veneto
Provincia  Belluno
Altezza2 361 m s.l.m.
Prominenza140 m
CatenaAlpi
Coordinate46°30′36.58″N 12°03′07.43″E / 46.51016°N 12.052065°E46.51016; 12.052065
Altri nomi e significatiCinque Torri di Averau; Penes de Naerou (ladino); Fünf Türme (tedesco)
Data prima ascensione15 luglio 1930
Autore/i prima ascensioneP. Dallamano e R. Ghirardini
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Cinque Torri
Cinque Torri
Mappa di localizzazione: Alpi
Cinque Torri
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Orientali
Grande SettoreAlpi Sud-orientali
SezioneDolomiti
SottosezioneDolomiti di Sesto, di Braies e d'Ampezzo
SupergruppoDolomiti Ampezzane
GruppoGruppo del Nuvolau
SottogruppoSettore delle Cinque Torri
CodiceII/C-31.I-D.16.b

Le Cinque Torri (talvolta dette anche Cinque Torri di Averau; Penes de Naerou in ladino; Fünf Türme in tedesco) sono un piccolo complesso montuoso facente parte del gruppo del Nuvolau,[1] all'interno delle Dolomiti Ampezzane (catena delle Dolomiti orientali), a nord-ovest di San Vito di Cadore e a sud-ovest di Cortina d'Ampezzo.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le Cinque Torri, come tutte le formazioni montuose della zona, sono formate da roccia di dolomia, dal particolare color grigio pallido. Il complesso è formato da cinque speroni di roccia (da cui deriva il nome) e raggiunge un'altitudine massima di 2.361 m s.l.m. (Torre Grande). Ogni "torre" ha un proprio nome:

  • Torre Grande, la maggiore, presenta tre cime ambitissime dagli appassionati rocciatori: Cima Nord, Cima Sud e Cima Ovest;
  • Torre Seconda, composta da tre cime distinte chiamate Torre Lusy, Torre del Barancio e Torre Romana;
  • Terza Torre, o Torre Latina;
  • Quarta Torre, formata da due diversi denti di roccia di diversa grandezza, e per questo chiamati rispettivamente Torre Quarta Bassa e Torre Quarta Alta;
  • Quinta Torre, o Torre Inglese.

Sono situate nella zona sud-occidentale della conca ampezzana, a nord del vicino monte Averau, di cui le Cinque Torri possono essere considerate parte. Nel Giugno del 2004 una delle Cinque Torri è crollata. Era una delle minori, ma anche delle più belle e amate dagli arrampicatori.

Ora quello che rimane di questa torre è coricato verso nord-est rispetto al punto originario. Durante il crollo, o meglio lo slittamento visto il suo piano basale perfettamente liscio, la torre si è divisa in tre parti, due blocchi che sono rimasti quasi intatti e una terza sezione (la cima) che si è invece sbriciolata.

Logistica[modifica | modifica wikitesto]

In zona Cinque Torri sono presenti i seguenti rifugi alpini:

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero generare situazioni di pericolo o danni. Le informazioni hanno solo fine illustrativo, non esortativo né didattico. L'uso di Wikipedia è a proprio rischio: leggi le avvertenze.

Escursionismo[modifica | modifica wikitesto]

In periodo estivo è possibile effettuare gite ed escursioni nei boschi e sui sentieri attrezzati, tra i quali ricordiamo l'Alta via n. 1 delle Dolomiti, la muraglia di Giau (lungo il confine tra i comuni di Cortina e San Vito), gli itinerari verso il Nuvolau e il passo Giau e il percorso storico nelle trincee della prima guerra mondiale.

Arrampicata[modifica | modifica wikitesto]

Le Cinque Torri sono un'area molto frequentata sia da alpinisti che da arrampicatori sportivi grazie al grande numero e all'ampia scelta di vie con difficoltà molto varie. Sono presenti anche intinerari di più tiri. Storicamente sono da sempre considerate la palestra di roccia degli Scoiattoli di Cortina.

Sci[modifica | modifica wikitesto]

In inverno, le Cinque Torri sono un importantissimo polo sciistico ampezzano, le cui piste fanno parte di un comprensorio del Dolomiti Superski che le collega ai vicini monti Lagazuoi e Col Gallina. Fino a pochi anni fa era possibile effettuare il percorso con gli sci ai piedi solo in direzione Lagazuoi - Col Gallina - Cinque Torri, ma a partire dalla stagione invernale 2008-2009 è possibile tornare dalla zona di Cinque Torri alla più alta zona di passo Falzarego tramite il nuovissimo impianto biposto "Croda Negra" e al raccordo passante oltre il monte Averau.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Questa zona fu teatro di aspre battaglie tra truppe italiane e austro-ungariche durante la Grande Guerra[2]; conserva ancor oggi numerose testimonianze delle battaglie e delle costruzioni belliche erette dal Regio Esercito italiano, recentemente recuperate in seno ad un'operazione di ristrutturazione e valorizzazione che ha permesso la creazione di interessanti itinerari storici. Nella zona Lagazuoi-Cinque Torri è stato realizzato il più esteso museo della Prima Guerra Mondiale (su un raggio di 5 km), composto dai musei all'aperto del Lagazuoi, delle Cinque Torri, del Sasso di Stria e dal museo del Forte Tre Sassi.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Secondo la classificazione della SOIUSA sono un gruppo alpino della sottosezione alpina Dolomiti di Sesto, di Braies e d'Ampezzo.
  2. ^ Dolomiti.org - La Grande Guerra sulle montagne di Cortina d'Ampezzo, su dolomiti.org. URL consultato il 07-01-2011 (archiviato dall'url originale l'8 marzo 2011).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA. VV.: Grande atlante escursionistico delle Dolomiti, Kompass - Fleischmann editori, Trento, 2004. ISBN 3854916078
  • Ardito, Stefano: A piedi sulle Dolomiti di Cortina, Iter edizioni, 2001. ISBN 8881770369
  • Dibona, Dino: Tutto quello che vorreste (e dovreste) sapere sulle Dolomiti, Newton & Compton editori, 2005. ISBN 8854104841

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN235567937 · GND (DE4245494-3