Alta via n. 1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero generare situazioni di pericolo o danni. Le informazioni hanno solo fine illustrativo, non esortativo né didattico. L'uso di Wikipedia è a proprio rischio: leggi le avvertenze.
Alta via n. 1
Alta Via 1 Dolomitica
(DE) Dolomiten-Höhenweg Nr. 1
SimboloAltaVia1.jpg
Pragser Wildsee und Seekofel 2.jpg
Il lago di Braies, inizio dell'alta via n. 1
Tipo percorsoalta via
Numeron. 1
Localizzazione
StatoItalia Italia
Catena montuosaDolomiti
Percorso
InizioLago di Braies
FineBelluno
Lunghezza125 km
Altitudine max.2.752 m s.l.m.
Tipo superficiemista
Dettagli
Tempo totale12 giorni
Difficoltàmedia

L'alta via n. 1 (in tedesco Dolomiten-Höhenweg Nr. 1), la classica, è un percorso escursionistico lungo circa 125 km, situato sulle Dolomiti orientali, che parte dal lago di Braies e arriva a Belluno. Il sentiero, noto anche come Alta Via 1 Dolomitica, è segnalato con un triangolo blu, all'interno del quale è segnato il numero 1.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

È la classica alta via delle Dolomiti, e presenta difficoltà tecniche non elevate. Diventa leggermente più difficile procedendo verso sud, ma l'unica parte che presenta difficoltà alpinistiche (I - II grado) è la discesa dalla ferrata del Marmol, sulla Schiara, che può però essere evitata. Ci si impiega circa 12 giorni a concluderla, per un totale di circa 125 km, e un dislivello totale di circa 7.300 metri. La quota massima dell'intero percorso si raggiunge presso il Rifugio Lagazuoi (2.752 m), termine della terza tappa. È consigliabile percorrerla durante il periodo giugno-settembre, corrispondente all'apertura estiva dei rifugi.

Raccogliendo i timbri comprovanti il passaggio nei diversi rifugi lungo l'Alta Via, presso l'Ufficio Informazioni Turistiche situato in Piazza Duomo a Belluno, si può apporre il proprio nome nel libro degli escursionisti che hanno completato l'itinerario e ricevere una spilla di riconoscimento.

La spilla dell'Alta via 1

Attraversa 5 diversi gruppi montuosi:

Itinerario[1][modifica | modifica wikitesto]

  • Tappa 1. Dal Lago di Braies (1.494 m) al Rifugio Biella (2.327 m) - Percorrenza: 3,30 h - Dislivello: 900 m - Difficoltà: E (Escursionistico)
  • Tappa 2. Dal Rifugio Biella (2.327 m) al Rifugio Fanes (2.060 m) - Percorrenza: 4,30 h - Dislivello: 565 m - Difficoltà: T (Turistico)
  • Tappa 3. Dal Rifugio Fanes (2.060 m) al Rifugio Lagazuoi (2.752 m) - Percorrenza: 5 h - Dislivello: 1070 m - Difficoltà: EE (Escursionisti Esperti)
  • Tappa 4. Dal Rifugio Lagazuoi (2.752 m) al Rifugio Nuvolau (2.574 m) - Percorrenza: 5,30 h - Dislivello: 635 m - Difficoltà: EE (Escursionisti Esperti)
  • Tappa 5. Dal Rifugio Nuvolau (2.574 m) al Rifugio Città di Fiume (1.917 m) - Percorrenza: 4,30 h - Dislivello: 260 m - Difficoltà: EE/EEA (Escursionisti Esperti con Attrezzatura)
  • Tappa 6. Dal Rifugio Città di Fiume (1.917 m) al Rifugio Palafavera (1.507 m) - Percorrenza: 5,30 h - Dislivello: 580 m - Difficoltà: EE/EEA (Escursionisti Esperti con Attrezzatura)
  • Tappa 7. Dal Rifugio Palafavera (1.507 m) al Rifugio Vazzoler (1.714 m) - Percorrenza: 6 h - Dislivello: 850 m - Difficoltà: E (Escursionistico)
  • Tappa 8. Dal Rifugio Vazzoler (1.714 m) al Rifugio Carestiato (1.834 m) - Percorrenza: 4 h - Dislivello: 550 m - Difficoltà: E (Escursionistico)
  • Tappa 9. Dal Rifugio Carestiato (1.834 m) al Rifugio Sommariva al Pramperét (1.857 m) - Percorrenza: 5 h - Dislivello: 450 m - Difficoltà: E (Escursionistico)
  • Tappa 10. Dal Rifugio Sommariva al Pramperét (1.857 m) al Rifugio Pian de Fontana (1.632 m) - Percorrenza: 3 h - Dislivello: 540 m - Difficoltà: EE (Escursionisti Esperti)
  • Tappa 11. Dal Rifugio Pian de Fontana (1.632 m) al Bivacco Marmol (2.266 m) - Percorrenza: 4 h - Dislivello: 830 m - Difficoltà: EE/EEA (Escursionisti Esperti con Attrezzatura)
  • Tappa 12. Dal Bivacco Marmol (2.266 m) a Belluno (Case Bortot, 694 m) - Percorrenza: 5 h - Dislivello: 100 m - Difficoltà: EEA (Escursionisti Esperti con Attrezzatura)

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alta Via delle Dolomiti n. 1 - Infodolomiti, su Infodolomiti.it. URL consultato il 28 agosto 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Piero Rossi, Alta via delle Dolomiti, Bologna, Tamari Montagna Edizioni, gennaio 1997, ISBN 9788880430940.
  • (EN) Martin Collins e Gillian Price, Treks in the Dolomites: Alta Via 1 and 2, Inghilterra, Cicerone Press, dicembre 2002, ISBN 1-85284-359-4.
  • (EN) Stefano Ardito, Walking and Climbing in the Alps, Inghilterra, Swan Hill Press, 1994, ISBN 1-85310-579-1.
  • Paolo Cervigni, Alta via 1 delle Dolomiti da Monguelfo a Belluno, con appendice Belluno-Venezia - Outdoor Editions, 2016

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4455407-2
  Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna