Alta via n. 8

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alta via n. 8
Alta via degli Eroi
(DE) Höhenweg Nr. 8
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneVeneto Veneto
ProvinciaBelluno Belluno
Catena montuosaDolomiti
Percorso
Tiposentiero escursionistico
PartenzaFeltre
ArrivoBassano del Grappa
Tipo superficiemista
Aspetti escursionistici
Percorribilea piedi
Stagioneestate
Accessogratuito
Percorrenza a piedi
Difficoltàmedio

L’Alta via delle Dolomiti n. 8, chiamata anche Alta via degli Eroi, è un percorso di circa 60 km che parte da Feltre (BL) e arriva a Bassano del Grappa (VI). Ideato da Italo Zandonella Callegher nel 1972, l'itinerario si sviluppa interamente sul Massiccio del Grappa, da nord-est a sud-ovest.

Una prima descrizione scritta del percorso risale al 1975;[1] una più recente è del 2005[2] (riveduta e aggiornata ad opera dello stesso autore). L'ultima, con introduzione dello stesso Zandonella Callegher, è di Fabio Donetto, "Alta Via degli Eroi da Feltre a Bassano", DBS Zanetti Editore, aprile 2013.

Itinerario in generale[modifica | modifica wikitesto]

Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero generare situazioni di pericolo o danni. Le informazioni hanno solo fine illustrativo, non esortativo né didattico. L'uso di Wikipedia è a proprio rischio: leggi le avvertenze.

Idealmente si può dividere il percorso in due parti molto diverse tra di loro per difficoltà ed ambiente:

  1. Feltre - Cima Grappa (tre giorni);
  2. Cima Grappa – Bassano del Grappa (un giorno).

La prima parte si sviluppa quasi interamente su un sentiero di cresta e rappresenta l'ascesa (con diversi sali-scendi) al punto più elevato dell'Alta via (Cima Grappa 1.775 m). La seconda parte è rappresentata da una lunga discesa (circa 1.600 m di dislivello) da percorrere in un solo giorno.

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

Scriveva Italo Zandonella Callegher nella guida originale del 1975: “E che altro nome si poteva dare a un itinerario che 56 anni fa era stato testimone della riconquistata libertà, tramite il sacrificio di migliaia di eroici combattenti? Mi sembrava più che doveroso intitolare a Loro questa “via”, sperando di aver fatto cosa buona e utile".[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Italo Zandonella Callegher, Alta Via degli Eroi, Tamari Editori, Bologna.
  2. ^ Italo Zandonella Callegher, Alta Via delle pre-Dolomiti n. 8, Amministrazione Provinciale Belluno (Settore Turismo, Agriturismo e Attività produttive).
Montagna Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna