Alta via n. 8

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alta via n.8
Alta via degli Eroi
Tipo percorsoalta via
Numero8
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneVeneto Veneto
ProvinciaBelluno Belluno
Catena montuosaDolomiti
Percorso
InizioFeltre
FineBassano del Grappa
Lunghezza60 km
Data apertura1972
Dettagli
Difficoltàmedia

L’Alta via delle Dolomiti n. 8, chiamata anche Alta via degli Eroi, è un percorso di circa 60 km che parte da Feltre (BL) e arriva a Bassano del Grappa (VI). Ideato da Italo Zandonella Callegher nel 1972, l'itinerario si sviluppa interamente sul Massiccio del Grappa, da nord-est a sud-ovest.

Una prima descrizione scritta del percorso risale al 1975;[1] una più recente è del 2005[2] (riveduta e aggiornata ad opera dello stesso autore). L'ultima, con introduzione dello stesso Zandonella Callegher, è di Fabio Donetto, "Alta Via degli Eroi da Feltre a Bassano", DBS Zanetti Editore, aprile 2013.

Itinerario in generale[modifica | modifica wikitesto]

Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero generare situazioni di pericolo o danni. Le informazioni hanno solo fine illustrativo, non esortativo né didattico. L'uso di Wikipedia è a proprio rischio: leggi le avvertenze.

Idealmente si può dividere il percorso in due parti molto diverse tra di loro per difficoltà ed ambiente:

  1. Feltre - Cima Grappa (tre giorni);
  2. Cima Grappa – Bassano del Grappa (un giorno).

La prima parte si sviluppa quasi interamente su un sentiero di cresta e rappresenta l'ascesa (con diversi sali-scendi) al punto più elevato dell'Alta via (Cima Grappa 1.775 m). La seconda parte è rappresentata da una lunga discesa (circa 1.600 m di dislivello) da percorrere in un solo giorno.

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

Scriveva Italo Zandonella Callegher nella guida originale del 1975: “E che altro nome si poteva dare a un itinerario che 56 anni fa era stato testimone della riconquistata libertà, tramite il sacrificio di migliaia di eroici combattenti? Mi sembrava più che doveroso intitolare a Loro questa “via”, sperando di aver fatto cosa buona e utile".[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Italo Zandonella Callegher, Alta Via degli Eroi, Tamari Editori, Bologna.
  2. ^ Italo Zandonella Callegher, Alta Via delle pre-Dolomiti n. 8, Amministrazione Provinciale Belluno (Settore Turismo, Agriturismo e Attività produttive).
Montagna Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna