Cima delle Lobbie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cima delle Lobbie
LobbieMalta.jpg
Versante sud-ovest della cima delle Lobbie dalla vicina punta Malta
StatoItalia Italia
RegionePiemonte Piemonte
ProvinciaCuneo Cuneo
Altezza3 015 m s.l.m. e 2 726 m s.l.m.
CatenaAlpi
Coordinate44°37′40.08″N 7°06′50.15″E / 44.6278°N 7.113931°E44.6278; 7.113931Coordinate: 44°37′40.08″N 7°06′50.15″E / 44.6278°N 7.113931°E44.6278; 7.113931
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Cima delle Lobbie
Cima delle Lobbie
Mappa di localizzazione: Alpi
Cima delle Lobbie
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Occidentali
Grande SettoreAlpi Sud-occidentali
SezioneAlpi Cozie
SottosezioneAlpi del Monviso
SupergruppoGruppo del Monviso in senso ampio
GruppoGruppo del Monviso propriamente detto
SottogruppoCostiera Lobbie-Rasciassa-Garitta Nuova
CodiceI/A-4.I-C.8.b

La Cima delle Lobbie è una montagna delle Alpi Cozie alta 3015 m. Si trova sulla dorsale tra valle Varaita e valle Po. È il tremila più a sud del gruppo del Monviso.[1]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La montagna si erge sulla dorsale che, dal Monviso, scende a separare le valli Varaita e Po. Dal lato della valle Varaita, si trova alla testata del vallone dei Duc, mentre dal lato della valle Po domina il piano Gallarino. La vetta, completamente in territorio italiano, è il punto di unione dei territori comunali di Sampeyre e Casteldelfino in valle Varaita, e di Oncino in valle Po.

La dorsale principale piega in corrispondenza della vetta. Dal Monviso, la dorsale scende in direzione sud-sud-est fino alla cima; da qui piega decisamente ad est, fino a raggiungere la punta Rasciassa. Dalla vetta si diparte una dorsale secondaria, che scende verso la valle Varaita in direzione sud-ovest, costituendo lo spartiacque in sinistra orografica del vallone dei Duc.

La montagna è una specie di torrione, circondato da canaloni e speroni rocciosi. La vetta è bifida: la vetta più elevata, quella nord-est, è separata da quella secondaria di sud-ovest da uno stretto intaglio.[1]

Alle sue pendici si sviluppa il Bosco dell'Alevè, il più grande bosco di pino cembro d'Europa.[2] Sul versante nord esiste un esemplare di pino cembro che, all'altitudine di 2.950 metri, è il più alto di tutto il suo areale.

Il nome potrebbe derivare dal piemontese lobia (= balcone), con riferimento alla posizione panoramica. Secondo alcuni, deriverebbe invece dal franco-provenzale labia (= lastra di pietra).[1]

La Cima delle Lobbie vista dalla Punta Rasciassa

Ascensione alla vetta[modifica | modifica wikitesto]

La via normale si sviluppa sul versante nord-ovest. Partendo dalla frazione Castello di Pontechianale, si risale il vallone dei Duc fino al passo dei Duc. Da qui si risale un canalone detritico che porta sulla spalla della montagna, a pochi metri dalla vetta. Con alcuni facili passi di arrampicata (II grado) si giunge in cima. Il percorso è di tipo alpinistico, con difficoltà valutata in F+.[1][3]

Il passo dei Duc può essere raggiunto anche dalla valle Po, risalendo dal pian Gallarino.

Per l'ascensione dalla valle Varaita, ci si può appoggiare al rifugio Alevè ed al rifugio Bagnour; per quella dalla valle Po, al rifugio Alpetto ed al rifugio Quintino Sella.

Accesso invernale[modifica | modifica wikitesto]

La vetta è accessibile anche in inverno con un itinerario di sci alpinismo. Si risale al passo dei Duc dalla valle Po o dalla valle Varaita, e poi si risale il canalone nord-ovest con gli sci fino alla spalla. Da qui si può raggiungere la vetta come in estate. L'itinerario ha una difficoltà valutata in D, con passaggi di sci alpinismo fino a S4 e S5.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Andrea Parodi, Intorno al Monviso, Parodi Editore, Genova, 2007, ISBN 9788888873084
  2. ^ Valli di Cuneo - valle Varaita Archiviato il 20 maggio 2008 in Internet Archive.
  3. ^ gulliver.it - normale alla Cima delle Lobbie[collegamento interrotto]
  4. ^ Rifugio Alpetto - itinerario scialpinistico alla Cima delle Lobbie Archiviato il 3 agosto 2009 in Internet Archive.

Cartografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]