Chus Lampreave

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Premio Premio Goya miglior attrice non protagonista 1993
Premio Festival di Cannes miglior interpretazione femminile 2006

Chus Lampreave, nome d'arte di María Jesús Lampreave Pérez[1] (Madrid, 11 dicembre 1930Almeria, 4 aprile 2016[2]), è stata un'attrice spagnola.

Tra le attrici più apprezzate del cinema spagnolo, ha recitato in oltre 50 pellicole e in svariate produzioni televisive sotto la regia dei principali cineasti spagnoli.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ottenuto il diploma, si iscrisse all'Accademia di Belle Arti per perfezionare lo studio della pittura, sua prima grande passione.

Nel 1958 debuttò come attrice televisiva.

Girò il suo primo film sotto la direzione di Marco Ferreri (El pisito), quindi collaborò con Luis García Berlanga e Jaime de Armiñan, interpretando quasi sempre parti secondarie.

Raggiunse la popolarità negli anni ottanta, quando Pedro Almodóvar la scelse come attrice ne L'indiscreto fascino del peccato (1983) e poi in altri suoi film tra cui Che ho fatto io per meritare questo? (1984), Matador (1985) e Donne sull'orlo di una crisi di nervi (1988)[2]. Con Almodóvar ha collaborato anche in altre pellicole (in tutto otto) fra le quali Volver (2006)[2] per cui ottenne il palmarès al Festival di Cannes 2006, insieme alle altre attrici del film, per la migliore interpretazione femminile.[3]

Ha recitato anche per Fernando Trueba nei film L'anno delle luci (El año de las luces) e Belle Époque. Con quest'ultimo film, nel 1993 ha vinto il Premio Goya come migliore attrice non protagonista.[4]

Filmografia principale[modifica | modifica wikitesto]

Premi e nomination[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

  • 2001, Medaglia d'Oro Reale al Merito nelle Belle Arti[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (ES) Real Decreto 159/2001, de 16 de febrero, por el que se concede la Medalla al Mérito en las Bellas Artes, en su categoría de oro, a las personas y entidades que se citan, su boe.es, Boletín Oficial del Estado - Gobierno de España, 17 febbraio 2001. URL consultato il 5 aprile 2016.
  2. ^ a b c (ES) Muere Chus Lampreave, su elperiodico.com, El Periódico de Catalunya, 4 aprile 2016. URL consultato il 5 aprile 2016.
  3. ^ a b (FR) Le Palmarès 2006: Compétition, su festival-cannes.com, Sito ufficiale del Festival del cinema di Cannes, 2006. URL consultato il 5 aprile 2016.
  4. ^ a b (ES) Premios Goya 1993, su premiosgoya.com, Sito ufficiale Premios Goya. URL consultato il 5 aprile 2016.
Controllo di autorità VIAF: (EN46313860 · LCCN: (ENno00096173 · ISNI: (EN0000 0000 4394 5240 · GND: (DE173625177