Chris Mills

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chris Mills
Nome Christopher Lemonte Mills
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 198 cm
Peso 98 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala piccola
Ritirato 2003
Carriera
Giovanili
Fairfax High School
1988-1989 Kentucky Wildcats
1990-1993 Arizona Wildcats
Squadre di club
1993-1997 Cleveland Cavaliers 319
1997-1998 N.Y. Knicks 80
1999-2003 Golden St. Warriors 169
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Christopher Lemonte "Chris" Mills (Los Angeles, 25 gennaio 1970) è un ex cestista statunitense, professionista nella NBA.

Anni del liceo[modifica | modifica wikitesto]

Chris Mills ha frequentato il Highfax High School di Los Angeles, dal 1986 al 1988. Essendo poco più basso di 2 m è stato il centro nel quintetto di partenza per ciascuno dei suoi tre anni da giocatore. È stato un McDonald's All-American nel 1988.[1]

College e lo scandalo[modifica | modifica wikitesto]

Mills si è laureato all'Università dell'Arizona, dopo essersi trasferito lì dall'Università del Kentucky dopo la stagione 1988-89. In quel periodo Mills è stato al centro di uno scandalo importante che ha coinvolto pagamenti impropri, presumibilmente da un booster britannico. Lo scandalo è scoppiato quando un pacco Emery Worldwide rivolto al padre di Mills è stato aperto e risultavano pagamenti per grosse cifre.[2]

NBA[modifica | modifica wikitesto]

È stato selezionato dai Cleveland Cavaliers come 22a scelta nel NBA Draft del 1993 dove ha giocato per quattro stagioni. in seguito Mills ha giocato per i New York Knicks per la stagione 1997-98 e per i Golden State Warriors per le successive cinque stagioni.[3] È stato un giocatore degli Atlanta Hawks, Boston Celtics e Dallas Mavericks, ma non ha mai giocato una partita per nessuno di loro. È stato un difensore solido come ala e un discreto tiratore . Mills ha anche avuto diversi problemi di salute nella sua carriera che non lo hanno reso un atleta eccellente.

Nel 1999 in una partita contro i Dallas Mavericks dopo una palla contesa, Mills tentò di fare un canestro sul lato sbagliato del campo. Sorprendentemente, il suo tiro è stato stoppato dall'avversario Samaki Walker.[4]

Fuori dal campo[modifica | modifica wikitesto]

Mills ha registrato un singolo rap "Sumptin" a Groove To " insieme a diversi giocatori di NBA come Jason Kidd, Cedric Ceballos e J.R. Rider nell'album B-Ball's Best Kept Secret pubblicato nel 1994[5] Ha anche recitato nel 1998 nel film "Da Game of Life" interpretando un giocatore di basket chiamato Smooth.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Player-Alumni-List (PDF), mcdonaldsallamerican.com.
  2. ^ Sports of The Times; Scandal at Kentucky Lingers Beyond Sutton, nytimes.com.
  3. ^ stats.nba chris_mills, stats.nba.com.
  4. ^ Double-oops" April 21, 1999. p. E2., in Seattle Times.
  5. ^ Chris Mills - Sumptin' To Groove To, youtube.com.